Max von Sydow: Biografia completa, filmografia completa, scheda attore

Max von Sydow

Carl Adolf von Sydow, noto come Max von Sydow, è un attore svedese naturalizzato francese nel 2002.
Dopo aver recitato fin da ragazzino in compagnie teatrali amatoriali, von Sydow esordisce nel cinema dove, tra il 1949 e il 1956, recita in piccoli ruoli.
Nel 1957, Ingmar Bergman gli affida il ruolo del cavaliere Antonius Block nel film “Il settimo sigillo”, che partecipa in concorso a Cannes vincendo il Grand Prix della giuria e da notorietà internazionale all’attore. Von Sydow e Bergman iniziano una proficua collaborazione: il film per la televisione “Rabies” (1958), “Il posto delle fragole” (1957), “Alle soglie della vita” (1958), “Il volto” (1958), “La fontana della vergine” (1960), “Come in uno specchio” (1961), “Luci d’inverno” (1963), “L’ora del lupo” (1968), “La vergogna” (1968), “Passione” (1969), “L’adultera” (1971).
Nel corso della sua lunga carriera, von Sydow ha lavorato a film tra i più svariati, diretto da numerosi registi, anche italiani: George Roy Hill (“Hawaii”, 1966, grazie a cui riceve una nomination ai Golden Globe come miglior attore drammatico), George Stevens (“La più grande storia mai raccontata”, 1965), William Friedkin (“L’esorcista”, 1973, seconda nomination ai Globes), Sydney Pollack (“I tre giorni del Condor”, 1975), Francesco Rosi (“Cadaveri eccellenti”, 1976), Valerio Zurlini (“Il deserto dei tartari”, 1976), Mauro Bolognini (“Gran bollito”, 1977), Mike Hodges (“Flash Gordon”, 1980), John Huston (“Fuga per la vittoria”, 1981), Jan Troell (“Il volo dell’aquila”, 1982, premio Pasinetti a Venezia), Irvin Kershner (“Mai dire mai”, 1983), David Lynch (“Dune”, 1984), Woody Allen (“Hannah e le sue sorelle”, 1986), Bille August (“Con le migliori intenzioni”, 1992; “Pelle alla conquista del mondo”, 1987, prima nomination agli Oscar e vittoria dell’European Film Award come miglior attore), Penny Marshall (“Risvegli”, 1990), Wim Wenders (“Fino alla fine del mondo”, 1991), Fraser C. Heston (“Cose preziose”, 1993), Nanni Loy (il film per la tv “A che punto è la notte?”, 1994), Dario Argento (“Non ho sonno”, 2001), Steven Spielberg (“Minority Report”, 2002), Giulio Base (“L’inchiesta”, 2006), Julian Schnabel (“Lo scafandro e la farfalla”, 2007), Martin Scorsese (“Shutter Island”, 2010), Ridley Scott (“Robin Hood”, 2010), Stephen Daldry (“Molto forte, incredibilmente vicino”, 2011, nomination agli Oscar come miglior attore non protagonista), J.J. Abrams (“Star Wars – Il risveglio della Forza”, 2015), Thomas Vinterberg (“Kursk”, 2018).
Tra i lavori televisivi di von Sydow, ci sono le serie tv “Il Trono di Spade”, “I Tudors” e “I Simpson”, in cui, nel 2014, l’attore ha doppiato un episodio.
Nel 2004, von Sydow riceve un premio speciale al Festival di Cannes.

Luogo di nascita: Lund, Skåne län, Sweden
Data di nascita: 10/04/1929

Lascia un commento

jfb_p_buttontext