Il Multiverso di “What If…?”, la nuova serie tv Marvel da vedere su Disney+

'What If...?' è la nuova serie tv Marvel a cartoni animati con tanti supereroi dell'MCU. Scopriamo i segreti del Multiverso.

serie tv , di
Il Multiverso di “What If…?”, la nuova serie tv Marvel da vedere su Disney+

“What if…?” è la nuova serie tv Marvel in uscita in streaming

WHAT IF…? è una serie tv Marvel a cartoni animati Disney+ Original che si basa sull’omonima collana di fumetti Marvel.
Dopo WANDAVISION (2020-), THE FALCON AND THE WINTER SOLDIER (2021-) e LOKI (2021-), WHAT IF…? è la quarta serie tv Marvel prodotta in esclusiva per Disney+. Inoltre, è la prima serie Marvel/Disney+ a cartoni animati, nonché la prima serie televisiva animata realizzata dai Marvel Studios. Entrerà nella classifica di NientePopcorn.it dedicata alle migliori serie tv 2021?
La prima stagione di WHAT IF…? è composta da 10 episodi e debutterà in esclusiva su Disney+ l’11 agosto, con una nuova puntata a settimana, ogni mercoledì.
Ma, esattamente, di cosa parla WHAT IF…?
Prima di addentrarvi nella lettura, una raccomandazione: occhio a eventuali spoiler!

  • Marvel\'s What If...?
    6.5/10 8 voti
    Leggi la scheda

    Cosa significa “What If…?”: la trama della nuova serie tv 2021 da vedere online su Disney+

    L’espressione anglofona “What If…?” si può tradurre in italiano come: “Cosa succederebbe se…?”.
    Infatti, le avventure di WHAT IF…? sono ambientate in scenari alternativi rispetto a quelli tradizionali delle storie Marvel. In questo contesto, i supereroi Marvel vivono esistenze diverse da quelle definite da precedenti fumetti, film e serie tv.
    In sostanza, WHAT IF…? sottopone una domanda intrigante: nell’Universo Marvel, cosa sarebbe successo se le cose fossero andate diversamente, in alcuni momenti particolari?
    Cliccate sulla locandina qui a fianco, per aprire la scheda della serie tv! Quando WHAT IF…? sarà disponibile in streaming su Disney+, oltre a informazioni su trama e cast, troverete anche il link diretto alla piattaforma.

I fumetti Marvel da cui è tratta la nuova serie a cartoni animati Marvel

Il primo ciclo di fumetti Marvel Comics di WHAT IF…?, composto da 47 numeri, è stato pubblicato negli Stati Uniti, tra il 1977 e il 1984. Il secondo ciclo (114 numeri) è andato in stampa tra il 1989 e il 1998.
Era prevista una serie What if…? per Spider-Man, una per Hulk, una per I Fantastici 4, una per gli X-Men… E così via.
Nel 1979, venne pubblicato il primo crossover What If…?, in cui la Cosa dei Fantastic 4 incontrava Thor. In questo albo Marvel Two-In-One, per la prima volta, viene spiegato come, invece di modificare il passato, i viaggi nel tempo dei personaggi Marvel generano intere realtà completamente differenti da quelle conosciute. In quell’occasione, per identificare la continuity narrativa e temporale principale, venne coniato il termine Terra-616 (o Terra Prime), per identificare l’universo Marvel “reale” e differenziarlo da eventuali realtà alternative.
Dal 2005 al 2011, la Marvel ha pubblicato un’altra serie di numeri unici autoconclusivi, in formato one-shot, incentrati su vari personaggi Marvel. Dal 2013 al 2015, Marvel Comics ha dato alle stampe 3 miniserie.

Il trailer di “What If…?”

Il primo trailer ufficiale di WHAT IF…?, diffuso l’8 luglio 2021, si apre con una replica a cartoni animati di una scena iniziale del primo film del Marvel Cinematic Universe (MCU), IRON MAN (2008). Al contrario di quanto accade nelle sequenze iniziali del film di Jon Favreau, qui, Tony Stark non resta ferito dall’esplosione di una bomba, perché viene salvato dal criminale wakandiano Kilmonger, appartenente alla linea narrativa di BLACK PANTHER (2018).
A proposito di storyline che si intrecciano, nel corso del trailer, si nota Black Panther che collabora con Yondu dei GUARDIANI DELLA GALASSIA (2014).
Inoltre, diversi personaggi Marvel hanno ruoli diversi rispetto a quelli a cui siamo abitutati. Per esempio, Peggy Carter, uno degli AGENTS OF S.H.I.E.L.D. (2013-2020), è Capitan Carter, la versione britannica di Capitan America. La Carter ha ricevuto il siero del supersoldato al posto di Steve Rogers? Ma, allora, chi (o cosa) è lo zombie con il costume del famoso supereroe americano? Dulcis in fundo, c’è perfino Howard il papero!
In base a cambiamenti e inserimenti di questa portata, cosa succederà nell’Universo Marvel?

I supereroi Marvel di “What If…?”: quali attori dell’MCU doppiano i personaggi a cartoni animati

what if serie tv marvel captain britain scudo bandiera gran bretagna

Captain Britain nella serie tv What If…? [Photo Credit: Marvel Studios/Disney+].

Nella versione originale del cartone animato Disney+, i supereroi Marvel della serie tv WHAT IF…? saranno doppiati dagli attori che li hanno interpretati nei film dell’MCU.
Per esempio:
Chris Hemsworth è ancora Thor;
Mark Ruffalo dà sua la voce a Hulk;
Jeremy Renner doppia Hawkeye;
Paul Rudd e Michael Douglas sono di nuovo Ant-Man;
Tom Hiddleston interpreta Loki;
Hayley Atwell è Capitan Carter;
Josh Brolin alias Thanos.

what if serie tv marvel the watcher osservatore sfondo spazio

The Watcher, l’Osservatore, nella serie tv What If…? [Photo Credit: Marvel Studios/Disney+].

Nel cast di doppiatori, sarà presente anche Chadwick Boseman alias T’Challa. L’attore statunitense è morto a fine agosto 2020, a causa di un tumore, ma, evidentemente, è riuscito a dare il suo contributo alla serie, prima dell’aggravarsi delle sue condizioni di salute.
WHAT IF…? introdurrà in questo universo alternativo un personaggio fondamentale, mai visto finora nelle serie tv e nei film Marvel, ma presente nei fumetti. Si tratta di The Watcher, l’Osservatore, un personaggio che, come tutti gli appartenenti alla razza aliena degli Osservatori, dà un’occhiata a quel che accade ai supereroi Marvel nelle varie dimensioni, con il proposito di non intervenire. Sarà doppiato dall’attore Jeffrey Wright.
Nel trailer, si vedono altri famosi personaggi Marvel, come Spider-Man e Vedova Nera, ma, nel video, essi non parlano e, al momento della stesura di questo articolo, IMDB non riporta alcun doppiatore associato a questi supereroi. Perciò, per esempio, non sappiamo ancora se Tom Holland sarà Peter Parker o se Scarlett Johansson doppierà Natasha Romanoff.
Come riporta Variety, sicuramente, del cast di voci originali non fanno parte Robert Downey Jr. (Tony Stark/Iron Man), Benedict Cumberbatch (Doctor Strange), Chris Evans (Steve Rogers/Capitan America), Brie Larson (Vers/Captain Marvel) e Benicio Del Toro (Taneleer Tivan/il Collezionista).
In alcuni casi, l’assenza degli attori è giustificata dalla fine dei loro obblighi contrattuali con i Marvel Studios. Invece, stupisce l’assenza di altri, come Cumberbatch, attualmente presente nei cast di altri progetti Marvel, come il prossimo film dell’Uomo Ragno, SPIDER-MAN: NO WAY HOME (in uscita a dicembre 2021), e il nuovo film del Doctor Strange, IN THE MULTIVERSE OF MADNESS (in arrivo a marzo 2022).

“What If…?” e il Marvel Cinematic Universe: cos’è il Multiverso?

what if serie tv marvel doctor strange mani fuoco

Doctor Strange nella serie tv What If…? [Photo Credit: Marvel Studios/Disney+].

In questo momento, non è chiaro se e come le linee temporali di WHAT IF…? interferiranno con ciò che accade nel resto del Marvel Cinematic Universe.
Le storie di WHAT IF…? potrebbero non avere un effetto diretto sull’MCU, perché si svolgeranno nel Multiverse, il Multiverso.
Ma, esattamente, che cos’è il Multiverso?
Come spiega bene un articolo di Fumettologica, si tratta di una dimensione protagonista -fin dagli anni Sessanta- di molte storie a fumetti Marvel che, al proprio interno, contiene innumerevoli realtà alternative. Alcune sono simili a quella in cui sono ambientate le vicende dei supereroi Marvel così come le conosciamo. Altre si svolgono in mondi completamente diversi.
Però, l’idea di un Multiverso di questo tipo non è un primato della Marvel. Già nel 1953, infatti, la DC Comics aveva contemplato l’esistenza di mondi paralleli in cui far agire i supereroi DC, con un albo della serie di Wonder Woman.
Tornando alla Marvel, nel film extra Marvel Cinematic Universe a cartoni animati SPIDER-MAN: UN NUOVO UNIVERSO (Spider-Man: Into the Spider-Verse, 2018), la storia contempla un Multiverso conosciuto come Spider-Verse (o Ragnoverso), nel quale più Spider-Man agiscono in dimensioni parallele (o convergono nella stessa). Secondo alcune indiscrezioni, il Ragnoverso potrebbe essere protagonista (in maniera diversa dal film d’animazione citato e senza Spidey/Miles Morales) del prossimo film Marvel Studios di Spider-Man. In NO WAY HOME, infatti, saranno presenti sia personaggi visti nella trilogia cinematografica di Sam Raimi con Tobey Maguire (2002-2007), sia protagonisti dei reboot con Andrew Garfield (2012-2014). Ma ci sarà anche il Doctor Strange di Cumberbatch, che potrebbe rivestire il ruolo del mentore del Peter Parker di Tom Holland.

loki serie tv marvel tom hiddleston divisa tva carcerato collare orologio

Loki (Tom Hiddleston) in una immagine promozionale della serie tv Loki [Photo Credit: Marvel Studios/Disney+].

Supposizioni ragnesche a parte, quello che può essere considerato il Multiverso Marvel fa capolino per la prima volta nell’MCU grazie al film SPIDER-MAN: FAR FROM HOME (2019), in cui Mysterio dice di provenire da una dimensione alternativa. Ma il villain interpretato da Jake Gyllenhaal è solo un (pericoloso) illusionista. Quindi, il Multiverso che evoca potrebbe non esistere.
Anche la serie tv Marvel WANDAVISION ha fatto accenno all’esistenza di un Multiverso. Ma, anche in questo caso, si è trattato di una specie di divertissement per il piacere dei fan.
In realtà, è la serie tv LOKI a confermare l’esistenza del Multiverso: è la prima volta che accade, in un film o telefilm Marvel.
Nel film AVENGERS: ENDGAME (2019), Loki, Dio dell’Inganno, si impossessa del Tesseract (il Cubo Magico) e si ritrova in un mondo “adiacente”, alle prese con la Time Variance Authority (TVA), un’organizzazione che si occupa di monitorare le varie linee temporali del Multiverso.
Nel primo episodio della serie tv Marvel con Tom Hiddleston disponibile in esclusiva su Disney+ da giugno 2021, Miss Minutes, la mascotte cibernetica della TVA, spiega: “Molto tempo fa, ci fu una grande guerra nel Multiverso. Innumerevoli linee temporali singole si diedero battaglia per il potere, portando alla completa distruzione di ogni cosa. Ma, poi, emersero gli onniscienti Custodi del Tempo, che portarono la pace, riorganizzando il Multiverso in un’unica linea temporale, la Sacra Linea Temporale. Oggi, i Custodi proteggono e preservano il corretto flusso temporale di tutti e di tutto”.

Cosa significa cel-shading ? Scopriamo la particolare tecnica di animazione usata per “What If…?”

La serie tv Marvel WHAT IF…? viene definita cel-shaded, perché è stata realizzata usando una tecnica di animazione conosciuta come cel-shading. Si tratta di uno stile che, sfruttando le potenzialità della computer graphic, è finalizzato a ottenere disegni animati tridimensionali esteticamente simili a quelli statici e bidimensionali dei fumetti.
In breve, a computer, vengono elaborati modelli 3d animati in CG che, in seguito, vengono trattati per sembrare disegnati a mano.
La parola “cel” che compone il termine cel-shading indica il foglio trasparente di acetato di cellulosa usato nell’animazione tradizionale, quando si adotta la tecnica del rodovetro. L’animatore ricalca sul foglio di acetato un disegno a matita precedentemente realizzato e lo dipinge. Ogni cel corrisponde a un fotogramma (frame) del video completo. Esiste un fiorente mercato di cels. Nel tempo, alcuni rodovetri realizzati per girare famosi film a cartoni animati sono diventati molto preziosi.
La cel-shading è una tecnica di animazione che viene usata spesso nel mondo dei videogame, per conferire l’aspetto di un cartoon ai personaggi e alle situazioni di gioco. Tra i videogiochi più famosi in cui viene usata la tecnica del cel-shading, ricordiamo Jet Set Radio, alcuni capitoli di The Legend of Zelda e la serie di Borderlands.
In alcuni casi, l’effetto finale ha un sapore molto rétro, a metà strada tra fumetto e rotoscopio. In particolare, con un tratto essenziale e linee nere sui bordi delle figure, le immagini del trailer di WHAT IF…? rievocano l’estetica dei Flescher Studios che, negli anni Quaranta del Novecento, hanno realizzato i primi corti animati di Superman.

Altre fonti consultate

Marvel Studios.
Marvel Fandom.
Comic Book Resources.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext