“Spider-Man: Un nuovo universo” arriva al cinema. Cosa sapere per non perdersi nel Ragnoverso!

A Natale, nei cinema italiani, arriverà il nuovo reboot di Spider-Man, un film d'animazione che porta sul grande schermo il Ragnoverso, la serie di fumetti che ha riscritto la storia della Marvel.

, di
“Spider-Man: Un nuovo universo” arriva al cinema. Cosa sapere per non perdersi nel Ragnoverso!

“Un nuovo universo”: il ritorno di Spider-Man al cinema

SPIDER-MAN: UN NUOVO UNIVERSO (Spider-Man: Into the Spider-Verse, 2018), con la regia di Bob Persichetti, Peter Ramsey e Rodney Rothman, su soggetto e sceneggiatura di Phil Lord, Christopher Miller e Alex Hirsch, è la nuova declinazione cinematografica di Spider-Man, il supereroe Marvel creato da Stan Lee e Steve Ditko nel 1962.
Dopo qualche anteprima nazionale, il film sarà nelle sale italiane dal 25 dicembre forte dell’apprezzamento che sta ricevendo in questi giorni da pubblico e critica negli Stati Uniti, dove il film è uscito il 14 dicembre. Stando alle premesse, UN NUOVO UNIVERSO si annuncia come un appuntamento imperdibile per tutti i fan dei film Marvel.
SPIDER-MAN: UN NUOVO UNIVERSO è un film d’animazione realizzato con tecnologie particolarmente innovative e sofisticate per cui la Sony Pictures ha richiesto addirittura la protezione dei brevetti. La major afferma che quanto fatto con il film non è solo stile, ma qualcosa di completamente nuovo.

  • Benvenuti nel Ragnoverso!

    Fra tutti gli elementi stimolanti inclusi in questo progetto, è molto interessante il riferimento narrativo a cui il film si appoggia, lo Spider-Verse (o Ragnoverso), una serie di fumetti scritta Dan Slott e Christos Gage, disegnatoa da Olivier Coipele e dall’italiano Giuseppe Camuncoli (La Neve se ne frega, Dylan Dog Color Fest).
    Innanzitutto, il protagonista di questa nuova storia dell’Uomo Ragno è Miles Morales, lo Spider-man di un mondo alternativo nel quale -zan zann!- Peter Parker è morto.
    Per capire come UN NUOVO UNIVERSO si colloca nella narrazione Marvel, occorre partire dall’ottobre 2000, quando negli USA fa il suo esordio l’albo Ultimate Spider-man.
    Il cosiddetto Universo Ultimate comprende una serie di testate create con la volontà di ridefinire i personaggi Marvel, immergendoli nel nuovo millennio. All’interno di questo progetto, Brian Michael Bendis si occupa di Spider-Man, mentre a Mark Millar (Superman: Red Son, Kick-Ass) toccano gli Ultimates, altrimenti noti come Avengers.
    Queste serie sono state fondamentali per ridefinire l’immaginario dei supereroi Marvel: molti dei film del Marvel Cinematic Universe hanno attinto da esse.

Ultimate Spider-Man e la sopravvivenza dei supereroi

"Spider-Man: Un nuovo universo" arriva al cinema. Cosa sapere per non perdersi nello Spider-Verse!

Uno Spidey completamente nuovo: Miles Morales © Marvel

Ultimate Spider-Man consente a Bendis di fare quello che a molti non è consentito sulle testate ufficiali: divertirsi. Il suo Peter Parker è più giovane, più fragile e molto più versatile rispetto a quello che i lettori sono abituati a leggere.
Bastano pochi numeri del Ragnoverso per intuire che Bendis e Millar hanno in testa un progetto preciso. Il loro obiettivo è quello di spingere la narrazione talmente in là da poter mettere anche in discussione la sopravvivenza dei protagonisti. Se negli anni ’90 Dan Jurgens ha potuto uccidere Superman, perché non fare lo stesso con tutti i personaggi Marvel?
Sotto i colpi degli sceneggiatori, si consumano morti eccellenti, da Daredevil a Wolverine, mentre un’icona come Reed Richard, mente e cuore dei Fantastici 4, diventa un supercattivo. Il tristo mietitore Bendis non risparmia neppure Peter Parker che, alla fine di un duello cruento con Goblin, perde la vita.

“Spider-Man: Un nuovo universo” e l’arrivo di Miles Morales

"Spider-Man: Un nuovo universo" arriva al cinema. Cosa sapere per non perdersi nello Spider-Verse!

Miles e Peter Parker riuniti insieme © Marvel

L’eliminazione di Parker consente l’avvio di un nuovo ciclo di storie con un nuovo protagonista. Arriva Miles Morales.
A questo punto, l’Universo Ultimate è un’entità separata da quella ufficiale e questa discontinuità è sottolineata proprio da Miles. Lo Spider-Man ai tempi della presidenza di Barack Obama è un ragazzino afroamericano di origini portoricane che si trova nelle stesse condizioni di Peter Parker, con tanto di ragno mordace e relativi superpoteri. Ma ha differenze che lo rendono classico e innovativo allo stesso tempo.
Nel film, Miles Morales è al centro della storia, dominata dal suo rapporto con Peter. L’intreccio e la caratterizzazione dei personaggi si sviluppa intorno al celebre motto che segna la vita e le scelte di entrambi: Da un grande potere derivano grandi responsabilità.
Miles (character design definito da Sara Picchelli) funziona. Vince la resistenza degli scettici e convince al punto che anche il nuovo Spidey deve essere protagonista di un reboot cinematografico Marvel.

Entrate nel frullatore multidimensionale del Ragnoverso!

"Spider-Man: Un nuovo universo" arriva al cinema. Cosa sapere per non perdersi nello Spider-Verse!

Tutti gli Spider-Man insieme appassionatamente! © Marvel

L’albo a fumetti Secret Wars è l’evento editoriale dell’estate del 2015. Scritto da Jonathan Hickman, riunisce tutte le linee narrative Marvel sviluppate negli anni e le convoglia in una sola.
Anche Spider-Man ne fa parte, ma, prima di finire nel frullatore multidimensionale costruito da Hickman, occorre che Miles Morales prenda confidenza con la New York del Peter Parker classico.
Il Ragnoverso è un giocatolo nel quale l’autore Dan Slott si diverte a fare interagire tutte le versioni di Spider-Man sviluppate dal 1962 ad oggi.
Lo Spider-Man della serie anni’70 (quella della sigla iconica ricantata anche da Michael Bublé) incontra quello 2099, lo Spider-Man rinascimentale di Neil Gaiman (1602) incrocia quello distopico de Il Regno, lo spietato Spider-Man della serie Noir si ritrova faccia a faccia con Peter Porker, alter ego dello Spider Pork de I SIMPSON.
Si schierano tutti insieme contro Morlun, un vampiro multidimensionale che minaccia qualsiasi Spider-Man sia mai stato immaginato.

I doppiatori di “Spider-Man: Un nuovo universo”, un film di Natale innovativo

"Spider-Man: Un nuovo universo" arriva al cinema. Cosa sapere per non perdersi nello Spider-Verse!

“Spider-Man: Un nuovo Universo”: il film di Natale che non ti aspetti © Marvel

Sui dettagli della trama del film SPIDER-MAN: UN NUOVO UNIVERSO, manteniamo il giusto riserbo (vi diciamo solo che il compianto Stan Lee è riuscito a ottenere un cameo anche in questo lungometraggio). In compenso, possiamo dirvi che il film ha un cast di doppiatori originali stellari.
Shameik Moore è Miles Morales, Hailee Steinfeld è Gwen Stacy/Spider-Gwen, Jake Johnson è Peter Parker/Spider-Man e Liev Schreiber è Kingpin, il nemico che Spidey ha in comune con Daredevil. E, poi, spicca anche il nome di Nicolas Cage, noto appassionato di fumetti, che ha prestato la voce a Spider-Man Noir.
I diversi piani narrativi e gli stili grafici che caratterizzano ogni personaggio, un elemento fondamentale nei comics, sono la sfida più ambiziosa che il team della Sony dovrà vincere. Chissà se l’obiettivo di rendere credibile il concetto di mondi in collisione sarà stato reso al meglio dall’uso di tecniche miste…
Sotto molti punti vista, SPIDER-MAN: UN NUOVO UNIVERSO non si annuncia solo come il film di Natale, ma soprattutto come un lungometraggio che potrebbe far fare al genere un salto quantico analogo a quello imposto dalla Pixar nel 1995, quando John Lasseter firmò il primo capitolo di TOY STORY.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext