Spider-Man: Far From Home

/ 20196.8158 voti
Spider-Man: Far From Home

Peter Parker decide di prendersi una vacanza e parte per l'Europa con i suoi migliori amici. La sua volontà di non essere Spider-Man per poche settimane si infrange contro la richiesta di Nick Fury di aiutarlo a contrastare alcune creature misteriose che stanno sconvolgendo il continente.
Questo film fa parte dell''Universo Marvel'! Vuoi saperne di più?
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Spider-Man: Far from Home
Attori principali: Tom HollandTom HollandSamuel L. JacksonSamuel L. JacksonJake GyllenhaalJake GyllenhaalMarisa TomeiMarisa TomeiJon FavreauJon FavreauZendaya, Jacob Batalon, Tony Revolori, Angourie Rice, Remy Hii, Martin Starr, J.B. Smoove, Jorge Lendeborg Jr., Cobie Smulders, Numan Acar, Zach Barack, Zoha Rahman, Yasmin Mwanza, Joshua Sinclair-Evans, Tyler Luke Cunningham, Sebastian Viveros, Toni Garrn, Peter Billingsley, Clare Dunne, Nicholas Gleaves, Claire Rushbrook, J.K. Simmons, Dawn Michelle King, Jeroen van Koningsbrugge, Michael de Roos, Jan-Paul Buijs, Sergio Pierattini, Anjana Vasan, Brian Law, Evelyn Mok, Tatiana Lunardon, Giada Benedetti, Lukáš Bech, Alessandro Giuggioli, Petr Opava, Giuseppe Andriolo, Pat Kiernan, Shari Abdul, Maria Alexandrova, Kristen Alminta, Vincent Angel, Peter Arpesella, Lasco Atkins, Sitara Attaie, Peter Bankolé, Blair Barnette, Tuwaine Barrett, Anna Benamati, Pierre Bergman, Avondre E.D. Beverley, Bruno Bilotta, Sharon Blynn, Luigi Boccanfuso, Paolo Braghetto, Dante Brattelli, Jeff Bridges, Graham Burton, Ken Byrd, Sokol Cahani, Gianni Calchetti, Darren Lee Campbell, Hélène Cardona, Dian Cathal, Jake Cerny, Komal Charania, Daphne Cheung, Sam Chuck, Al Clark, Victoria Coburn, Sean Coleman, Kimberly Collison, Tiziana Coste, Kevin Daigneault, Jaylen Davis, Peter Dawson, Leonys Delossantos, Kristianne-Kaith Domingo, Andrew Dunkelberger, Charlie Rhea Esquér, Ria Fend, Ferroz Fernandez, Vincent Frattini, Massi Furlan, Cynthia Garbutt, Thomas Goodridge, Sonia Goswami, Nicholle Hembra, Lindy Hennessy, Michael Hennessy, Meagan Holder, Patrick Holly, Ruth Horrocks, Chris Hyacinthe, Michael Iacono, Roman Ibragimov, Theo Ip, Timothy Christian Jansen, Daham Kandanarrachchi, Keon Kendrick, Camille Kinloch, Michal Kubal, Hannah Kurczeski, Géraldine Lamarre, Jimena Larraguivel, Rich Lawton, Kath Leroy, Gavin Lee Lewis, Faith Logan, Patrick Loh, Joseph Long, Marian Lorencik, Ketan Majmudar, Tony Mardon, Antonín Mašek, Eustace Meade, Ben Mendelsohn, Bradley Wj Miller, Melissa Beth Miller, Anthony Molinari, Julia Mollin, Adrian Mozzi, Brendan Murphy, Amanda Musso, Emily Ng, Daniel Olson, Vincent Paolicelli, Karen Parks, Hiten Patel, Clay Pel-is, Luigi Petrazzuolo, Aleksandrs Petukhovs, Annie Pisapia, Martin Polak, Jivan Xander Ramesh, Mike Ray, Sofia Renee, Daniel Rennis, Sawyer Reo, Cailan Robinson, Emmanuel Rodriguez, Ray Rosario, Daniel Ryves, Monae Samone, Maurice Sardison, Susanne Schraps, Karen-J Sear, Ilya Tank Shilov, Davina Sitaram, Joakim Skarli, Paul Slim, Richard Stanley, Lucas Antoine Starrets, Faith Tarby, Emily Tebbutt, Oskar Ulvestad, Lesdy Vanessa, Jessica VanOss, Joe David Walters, Jo Wheatley, Dale Wilder, Rocco Wu, Jan Zalabak, Samantha Mishinski, Alessandro Sciarra, Aristou Meehan, Mostra tutti
Regia: Jon WattsJon Watts
Sceneggiatura/Autore: Chris McKenna, Erik Sommers
Colonna sonora: Michael Giacchino
Fotografia: Matthew J. Lloyd
Costumi: Anna B. Sheppard, Daryl Bristow, Dagmar Pomajbikova
Produttore: Stan Lee, Avi Arad, Kevin Feige, Louis D'Esposito, Thomas M. Hammel, Victoria Alonso, Matt Tolmach, Amy Pascal, Eric Hauserman Carroll
Produzione: Usa
Genere: Azione, Fantascienza, Fantasy, Supereroi
Durata: 129 minuti

Dove vedere in streaming Spider-Man: Far From Home

Se Spider-Man annoia… / 26 Maggio 2020 in Spider-Man: Far From Home

Non avrei mai pensato di annoiarmi con un film di Spider-Man. Ma, ahimé, è successo con Far Form Home. Eppure, Homecoming mi era piaciuto un sacco. Per non parlare di Un nuovo universo, stra-wow.
Fermi, premessa: non sono una fan dei film Marvel. A proposito di Peter Parker, poi, non ho mai visto il terzo film di Raimi, né quelli con Andrew Garfield. E, per quel che riguarda gli Avengers, sono ferma da anni anni e anni al primo Iron Man, poi sono zompata d’un botto al primo Captain America, indi stop, allora figuriamoci se m’intendo della materia.
Quindi, ciò che, forse, non mi ha permesso di godere del tutto di questo film è il fatto che mi sia sembrato troppo connesso a Infinity War, Captain Marvel ed Endgame (per esempio, cosa volete che ne sappia, io, cinematograficamente parlando, di Nick Fury?). Ma io non c’ho testa di entrare nelle continuity, proprio m’annoia l’obbligo di ragionare per saghe (così lunghe, poi).
“Fatti tuoi”, direte voi.
E avete ragione.
Ma resta il fatto che, a differenza di Homecoming, che era una finta ripartenza, a prescindere dal concetto di reboot, dal punto di vista narrativo questo Far from Home è un calderone manicheo di cliché (c’è pure il villain che parla da solo e fa gli spiegoni), inventa poco, è inutilmente lungo. Occhio: i cliché di cui mi lamento li ha praticamente inventati la Marvel, è tutto tutto tutto in pieno stile Marvel, questo film è la perfetta messinscena di ciò che la Marvel ha costruito in decenni e il fandom non può che esserne soddisfatto.
Ma, ouh, evidentemente, io mi sono pure stufata dei balbettii dei super-adolescenti in love e dei cattivoni frustrati.

In sostanza, del film salvo poco, neppure le scene d’azione, ché io, qui, aaawwwwwn più volte.
Sicuramente, promuovo il lavoro di casting. Perché Tom Holland, Zendaya & C. sembrano nient’altro che incarnazioni dei loro corrispettivi nei comics. Hanno espressioni del viso e movimenti del corpo che sembrano prese a forza dai migliori fumetti Marvel, sono davvero perfetti.

Leggi tutto

L’ultimo fenomenale tassello della Fase Tre del MCU / 21 Settembre 2019 in Spider-Man: Far From Home

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

“Spider-Man: Far From Home” rappresenta il ventitreesimo film del MCU, l’ultimo della nostra amata “Saga dell’Infinito”, e devo dire che siamo di fronte ad un prodotto davvero eccellente, nettamente e di gran lunga superiore al precedente “Homecoming”.
Tutto riparte esattamente da dove ci eravamo lasciati con l’epico e colossale “Avengers: Endgame”, perciò il clima di sottofondo che vediamo a inizio pellicola è indubbiamente comprensibile.
La figura ricorrente in tutta la pellicola è ovviamente quella del nostro amatissimo Tony Stark, che oltre ad essere visto come eroe nazionale (qualcuno ha dei dubbi al riguardo?), per Peter è considerato non solo come suo mentore ma come un padre, quel padre che non ha mai avuto.
Ma andiamo adesso a parlare di uno dei grandissimi punti di forza che “Far From Home” ci regala: il personaggio di Mysterio, che finalmente è approdato sul grande schermo.
La sua resa è impressionante sotto ogni punto di vista, a partire dall’interpretazione di Gyllenhaal, veramente eccellente.
Tutte le illusioni a cui assistiamo create da questa mente diabolica sono incredibili e da togliere il fiato: dagli Elementali, alle sequenze oniriche che il nostro amichevole Spider-Man di quartiere deve fronteggiare, fino ad arrivare ad una battaglia finale esaltante e vertiginosa. Tutto ciò genera divertimento e a volte paura allo stesso tempo nel cuore di noi spettatori.
Siamo di fronte ad un film spettacolare, divertente, frizzante e graficamente eccezionale, come oramai le pellicole Marvel ci hanno abituato.
Mi auguro con tutto il cuore che la Sony e i Marvel Studios trovino al più presto un accordo che sigli la parola fine a questa loro faida, perché il solo pensiero che l’Uomo Ragno non faccia più parte del MCU dopo tutto quello che è stato costruito attorno è alquanto irritante e fastidioso.
Solo dopo aver visto la prima scena post credit si capisce chiaramente il perché di tutta questa irritazione.

Leggi tutto

MCU reinventa un universo / 17 Luglio 2019 in Spider-Man: Far From Home

Per noi vecchi nerd farebbe un po storcere il naso ( il recast di attori classici reinventati cambiando etnia e carattere ) però così facendo hanno reso il tutto molto piu interessante dopo oramai 20 anni quasi dal primo film. Graficamente sempre piu da urlo, premio maggiormente la volontà di proporre storie realmente nuove che si discostano oramai parecchio dai fumetti che abbiamo letto e riletto ( e l’ultima scena post credit ne è la conferma )

Leggi tutto

Il voto sarebbe un 7.5 / 16 Luglio 2019 in Spider-Man: Far From Home

Secondo film individuale di Spiderman con Tom Holland protagonista; si colloca dopo gli avvenimenti di “Avengers:Endgame” di cui è caldamente consigliata la visione prima di affrontare questo film.
Nella primissima parte si assiste più a un film adolescenziale, con Peter Parker (Tom Holland) che sta per partire in gita con la scuola e vorrebbe conquistare il cuore di MJ (Zendaya). Ma Nick Fury (Samuel L. Jackson) ha bisogno di Spiderman e interromperà la vacanza di Peter per chiedergli aiuto ed affrontare insieme a Quentin Beck (Jake Gyllenhaal) gli Elementali. Beck, che gli amici di Peter soprannomineranno Mysterio, e gli Elementali (esseri composti dai 4 elementi fondamentali: Acqua, Terra, Aria, Fuoco) provengono da un’altra dimensione (breccia probabilmente aperta da Thanos con le sue gemme dell’infinito).
Altro buon film della Marvel in cui giovinezza, azione e ironia si mescolano sapientemente; carina la scena sul bus dove Peter sta “provando” gli occhiali che Stark gli ha lasciato. Il film si divide in due parti e cerco di non anticipare troppo sulla seconda che si rivela sorprendente.
Ottime location, si passa da Venezia a Praga (anche se con questo genere di film spesso le belle città vengono distrutte) e si passerà anche a Berlino e Londra.
Nel resto del cast da citare Marisa Tomei nei bei panni della zia di Peter, Jon Favreau è Happy (ex autista di Tony Stark), Cobie Smulders (che ha più spazio rispetto agli altri film Marvel) è Maria Hill.
E’ un film Marvel quindi aspettatevi le scene dopo i titoli di coda: ce n’è una a metà dei titoli di coda molto importante per il futuro di Peter Parker e una alla fine che riguarda Nick Fury.

Leggi tutto

Wow! / 16 Luglio 2019 in Spider-Man: Far From Home

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Ho dovuto aspettare un po’ per questa recensione, perché la prima volta che l’ho visto fino a quasi metà film non mi convinceva: qualche buco narrativo, troppe cose assieme, Fury che lo segue in gita per le sue missioni, Mysterio un po’ pagliaccetto, come anche zia May, Happy e i suoi amichetti di scuola…
Poi a rivederlo mi è sembrato più spassoso, in stile spider-man, un film fatto da teenager nell’epoca appunto teen.
Holland secondo me è il miglior Spiderman di sempre, meglio anche di Maguire; nel complesso il film è scorrevole, divertente e all’inizio molto malinconico (essendo post-Thanos, la mancanza di Stark-Iron Man la sente Spiderman ma anche noi….) e gli effetti speciali davvero ben fatti.
SPOILER———->
Ora tutti sanno che Spiderman è Peter?! Sembra un nuovo inizio, come quando Tony disse di sana pianta che lui era Iron Man…
non vedo l’ora di iniziare quasta fase 4, anche se questo film a mio parere poteva essere proprio il primo di quella nuova!
Bellissime le scene in cui Parker si prepara, con tutta l’attrezzatura Stark… spero sarà un degno erede!
7,5. Credo sia anche più carino del primo film.
😉

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.