Classifica dei Migliori Film premiati con la Palma d’Oro e il Grand Prix al Festival di Cannes

IL FESTIVAL DI CANNES, TRA CINEMA D’AUTORE, IMPEGNO CULTURALE E TANTO GLAMOUR

Il Festival di Cannes è uno degli appuntamenti cinematografici internazionali che, annualmente, porta l’attenzione generale sul cinema d’autore e di qualità, rivestendosi di un’invidiata (e discussa) allure particolarmente glamour: le parate di star mondiali sulla Croisette, la passeggiata a mare della cittadina del sud della Francia diventata famosa grazie alla sua posizione strategica davanti al Palais des Festivals et des Congrès, infatti, sono tra gli eventi più attesi della manifestazione.

Un’immagine promozionale de “La via dei giganti” di Cecil B. DeMille

Il Festival di Cannes nasce nel 1939 grazie a monsieur Jean Zay, all’epoca ministro dell’istruzione e delle belle arti di Francia: stanco delle ingerenze naziste in ambito culturale, Zay decise di promuovere un festival cinematografico di caratura internazionale libero da ogni possibile costrizione tedesca. A differenza di quanto accade oggi, la prima edizione della kermesse avrebbe dovuto svolgersi lungo un intero mese, dal 3 al 30 settembre (attualmente, il festival si tiene nell’arco di due intense settimane), ma l’entrata in guerra della Francia contro la Germania interruppe la manifestazione, che vide comunque un vincitore: il primo titolo a fregiarsi del maggior premio assegnato ai film in concorso nella Selection Officielle, il Grand Prix du Festival International du Film (che venne sostituito dalla Palma d’Oro tra il 1955 e il 1963 e dal 1975 ad oggi), è stato LA VIA DEI GIGANTI (Union Pacific, 1939), un imponente dramma diretto dallo “specialista in kolossal” Cecil B. DeMille. La prima Palma d’Oro, scultura che è diventata il simbolo ed il logo ufficiale del festival, è stata assegnata per la prima volta al film MARTY – VITA DI UN TIMIDO (Marty, 1955) di Delbert Mann che, nel ’56, vinse anche l’Oscar come Miglior Film.

Betsy Blair e Ernest Borgnine nel film “Marty”, prima Palma d’Oro a Cannes

La guerra in Europa comportò una sospensione della neonata manifestazione, che riprese ufficialmente nel 1946: da allora, il Festival di Cannes si è svolto ogni anno, ad eccezione del 1948 e del 1950, quando fu cancellato per motivi di bilancio. L’edizione del 1968, invece, venne interrotta senza che nessun premio venisse assegnato: parte dei giurati, tra cui l’attrice italiana Monica Vitti, abbandonò la manifestazione a seguito delle contestazioni legate al Maggio Parigino. Louis Malle, anch’egli tra i giurati, occupò il Palais insieme ad alcuni colleghi, come François Truffaut, Claude Lelouch, Roman Polanski e Jean-Luc Godard, per esprimere solidarietà nei confronti degli operai in sciopero e degli studenti coinvolti nelle note manifestazioni di piazza. Da quei concitati giorni, nel 1969 è nata la Quinzaine des Réalisateurs, la sezione collaterale e indipendente del festival istituita per favorire la diffusione di film internazionali caratterizzati da alti standard qualitativi, lontani dalle luci della passerella.

CANNES: QUALCHE DATO STATISTICO

La storia del Festival di Cannes e del premio al Miglior Film della manifestazione è contrassegnata da numerosi ex aequo: il record è stato raggiunto con l’edizione del 1946, la prima svoltasi dopo la fine della guerra, che vide vincitori ben 12 film, molti dei quali, come ROMA, CITTÀ APERTA di Roberto Rossellini e I CAMPI SCARLATTI dei danesi Bodil Ipsen e Lau Lauritzen, portavano in scena con impressionante tempestività proprio la rappresentazione del recente conflitto.

“Dumbo”, primo film di animazione premiato a Cannes

Anche il 1947 ha visto sugli allori più vincitori, perché, in quell’occasione, venne assegnato un Grand Prix per ogni categoria cinematografica: tra i 5 film premiati, insignito del Prix per il miglior film animato, figura anche DUMBO (1941) della Disney, il primo (e finora unico) lungometraggio d’animazione ad aver trionfato a Cannes.
Una storica Palma d’Oro consegnata a parimerito è quella del 1972, assegnata contemporaneamente a due film italiani caratterizzati da un grande impegno sociopolitico, LA CLASSE OPERAIA VA IN PARADISO di Elio Petri e IL CASO MATTEI di Gianfranco Rosi, interpretati entrambi da Gian Maria Volontè che, in quell’occasione, venne premiato a sua volta con una menzione speciale per entrambe le sue prove attoriali.

Claudia Cardinale e Alain Delon ne “Il Gattopardo” di Visconti

Negli anni, il binomio Cannes-Italia è stato particolarmente proficuo. Oltre a partecipare quasi ogni anno, gli autori italiani hanno vinto numerose edizioni del festival: Rossellini nel ’46, De Sica nel 1951 (MIRACOLO A MILANO), Fellini nel ’60 (LA DOLCE VITA), Visconti nel 1963 (IL GATTOPARDO).
In due occasioni, finora, l’Italia ha vinto altrettante edizioni consecutive del Festival di Cannes: la prima, nel 1966-1967, quando a ricevere il Grand Prix furono SIGNORE & SIGNORI di Pietro Germi (parimerito con UN UOMO, UNA DONNA di Lelouch) e BLOW-UP di Antonioni; la seconda, nel ’77-’78, quando PADRE PADRONE dei Fratelli Taviani e L’ALBERO DEGLI ZOCCOLI di Ermanno Olmi vinsero la Palma d’Oro. Proprio quello di Olmi è stato l’ultimo film italiano a vincere Cannes, prima che, nel 2001, ventitre anni dopo, Nanni Moretti riportasse in Italia l’onorificenza con LA STANZA DEL FIGLIO.

Laura Dern e Nicolas Cage in “Cuore selvaggio”

Grazie anche alla spinta della cosiddetta New Hollywood rappresentata da autori come Robert Altman, Martin Scorsese, Jerry Schatzberg e Francis Ford Coppola, premiati rispettivamente per M.A.S.H. nel 1970, TAXI DRIVER nel ’76, LO SPAVENTAPASSERI nel 1973 e (doppietta) LA CONVERSAZIONE (1974) e APOCALYPSE NOW (1979), a partire dagli anni Settanta, gli Stati Uniti diedero una sferzata ad un festival a tratti particolarmente eurocentrico, aprendo la strada ad autori che avrebbero segnato la storia di Cannes negli anni Novanta: David Lynch (CUORE SELVAGGIO, 1990), i Fratelli Coen (BARTON FINK, 1991), Steven Soderbergh (SESSO, BUGIE E VIDEOTAPE, 1989), Quentin Tarantino (PULP FICTION, 1994).

Tra i cineasti più premiati a Cannes per il Miglior Film, segnaliamo Coppola, Imamura Shohei, i Fratelli Dardenne, Michael Haneke, Bille August, Alf Sjöberg ed Emir Kusturica, che vinse la prima Palma d’Oro nel 1985, poco più che esordiente, con PAPÀ… È IN VIAGGIO D’AFFARI (Otac na sluzbenom putu): ciascuno di questi cineasti, infatti, ha vinto almeno due titoli, tra Palma d’Oro e Grand Prix.

FESTIVAL DI CANNES: I MIGLIORI FILM DAL 1939 AD OGGI, NELLA CLASSIFICA DI NIENTEPOPCORN.IT

Scopriamo insieme la classifica di Nientepopcorn.it stilata grazie ai voti dei nostri utenti e dedicata ai Migliori Film premiati a Cannes dal 1939 ad oggi con la Palma d’Oro e con il suo “fratello maggiore”, il Grand Prix du Festival International du Film: se non l’avete ancora fatto, assegnate un giudizio ai film in lista per contribuire a movimentare la classifica!

  • Locandina del film Pulp Fiction
    1
    8.6
    1377 voti

    Pulp Fiction / 1994

    Tutto sembra cominciare in un diner: ad un tavolo, Zucchino e Coniglietta parlano di sé, poi imbastiscono la dinamica di una rapina, impugnano una pistola a testa e mettono a ferro e fuoco il locale. Ma non sanno che i sicari Jules e Vincent si stanno...

    Recensioni, critica, cast, attori, citazioni da Pulp Fiction
  • Locandina del film Taxi Driver
    2
    8.2
    740 voti

    Taxi Driver / 1976

    Travis Bickle ha partecipato alla guerra in Vietnam. L'esperienza al fronte lo ha segnato profondamente: per lui, dopo il Vietnam, niente è più come prima. Il ritorno a casa è traumatico, e la vita di tutti i giorni si rivela essere un inferno: la notte...

    Recensioni, critica, cast, attori, citazioni da Taxi Driver
  • Locandina del film Il Pianista
    3
    8.2
    639 voti

    Il Pianista / 2002

    Varsavia, Seconda Guerra Mondiale. Durante l'occupazione tedesca della città, il pianista ebreo di grande talento Wladyslaw Szpilman lavora presso la radio di Varsavia: dapprima licenziato, è costretto a vendere il proprio pianoforte e a trasferirsi con la...

    Recensioni, critica, cast, attori, citazioni da Il Pianista
  • Locandina del film Dumbo
    4
    7.2
    494 voti

    Dumbo / 1941

    Dumbo è un elefantino che vive in un circo, e viene deriso dagli altri elefanti a causa delle sue orecchie enormi. Grazie all'amicizia del topo Timoteo capisce che le sue orecchie, che tanto lo rendono goffo quando cammina, possono servirgli per fare...

    Recensioni, critica, cast, attori, citazioni da Dumbo
  • Locandina del film Apocalypse Now
    5
    8.4
    458 voti

    Apocalypse Now / 1979

    Durante la guerra americana in Vietnam, al capitano dell'esercito americano Willard viene data una pericolosa missione che ufficialmente non esiste, né potrà mai esistere. Il suo obiettivo è quello di individuare un misterioso colonnello Berretto Verde,...

    Recensioni, critica, cast, attori, citazioni da Apocalypse Now
  • Locandina del film La vita di Adele
    6
    7.2
    384 voti

    La vita di Adele / 2013

    Adele è una quindicenne che spera di incontrare presto il grande amore. Incontra il misterioso Thomas ed è convinta di esservi riuscita, anche se il ragazzo, pur cortese, si dimostra scostante. Un giorno, Adele incrocia lo sguardo di una ragazza dai capelli...

    Recensioni, critica, cast, attori, citazioni da La vita di Adele
  • Locandina del film The Tree of Life
    7
    6.5
    371 voti

    The Tree of Life / 2011

    La vita di una tranquilla famiglia americana nel corso degli anni Cinquanta nel Midwest vista attraverso lo sguardo di Jack, il figlio maggiore (interpretato da adulto da Sean Penn): al centro della storia il rapporto conflittuale con il padre (Brad Pitt).

    Recensioni, critica, cast, attori, citazioni da The Tree of Life
  • Locandina del film Roma, Città Aperta
    8
    8.5
    288 voti

    Roma, Città Aperta / 1945

    Uomini e donne della resistenza antifascista vivono i difficili momenti della vigilia dell'occupazione nazista di Roma. Alcuni pagheranno con la vita la ribellione al regime, altri sopravviveranno e porteranno avanti la loro lotta.

    Recensioni, critica, cast, attori, citazioni da Roma, Città Aperta
  • Locandina del film Elephant
    9
    7.4
    286 voti

    Elephant / 2003

    In una normalissima giornata di una normalissima high-school americana, accade qualcosa di drammaticamente eccezionale: due studenti, Alex ed Eric, si accingono a compiere un inspiegabile massacro tra i propri compagni...

    Recensioni, critica, cast, attori, citazioni da Elephant
  • Locandina del film La dolce vita
    10
    8.2
    273 voti

    La dolce vita / 1960

    Roma, primi anni Sessanta. Il bel Marcello è un aspirante scrittore che, per sbarcare il lunario, lavora per un giornale scandalistico: si apposta fuori dai locali frequentati da attori e starlette straniere.

    Recensioni, critica, cast, attori, citazioni da La dolce vita

Per entrare in questa classifica sono necessari almeno 0 voti.

1 commento

  1. JerryTarantino / 4 agosto 2016

    Cannes ha sempre premiato i film veramente più splendidi!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext