2001

La Stanza del figlio

/ 20017.2251 voti
La Stanza del figlio
La Stanza del figlio

I Sermonti sono una bella famiglia: due genitori attenti ma mai oppressivi, comprensivi e aperti, e due figli adolescenti apparentemente immuni dalle inquietudini della loro età. A turbare questa armonia sarà l'evento più temuto da qualsiasi genitore: la morte di un figlio. Vincitore della Palma d'oro al 54º Festival di Cannes.
laschizzacervelli ha scritto questa trama

Titolo Originale: La stanza del figlio
Attori principali: Nanni Moretti, Laura Morante, Jasmine Trinca, Giuseppe Sanfelice, Sofia Vigliar, Renato Scarpa, Roberto Nobile, Paolo De Vita, Roberto De Francesco, Claudio Santamaria, Antonio Petrocelli, Lorenzo Alessandri, Alessandro Infusini, Silvia Bonucci, Marcello Bernacchini
Regia: Nanni Moretti
Sceneggiatura/Autore: Linda Ferri, Nanni Moretti, Heidrun Schleef
Colonna sonora: Nicola Piovani
Fotografia: Giuseppe Lanci
Produttore: Angelo Barbagallo, Federico Fabrizio, Vincenzo Galluzzo, Lorenzo Luccarini, Nanni Moretti
Produzione: Francia, Italia
Genere: Drammatico
Durata: 99 minuti

26 settembre 2013 in La Stanza del figlio

Palma d'Oro 2001 a Cannes, La stanza del figlio è un ritratto realistico e intimo di una famiglia normale e, come si dice in psicologia, di un evento critico non normativo: la morte del figlio adolescente. Moretti, più votato ai sentimenti chiari e genuini questa volta, imbastisce un film diretto e crudo nella sua realtà, che il cuore un po' lo... continua a leggere »

Terribilmente bello. / 13 marzo 2013 in La Stanza del figlio

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

"La stanza del figlio". Ho sempre avuto un rifiuto per quella pellicola, non nel senso che la disprezzi ma sapevo di cosa trattava e soprattutto come la trattava. Un bellissimo film che vi consiglio, probabilmente lo conoscete già, soprattutto a tutti quelli che hanno timore di vederlo. Il tema affrontato è il dolore entrante in una famiglia... continua a leggere »

Argh. / 21 novembre 2012 in La Stanza del figlio

Il film sembra essere diviso in due parti: la tranquilla vita di famiglia e il lutto massacrante. E quasi tutto il film si snoda nella plausibile narrazione del dolore, privato da qualsiasi orpello cinematografico, lasciandolo in balia della normalità. Della realtà. Giovanni non fa che aggrapparsi ai ‘se’ e ai ‘ma’ che avrebbero potuto cambiare... continua a leggere »

18 marzo 2012 in La Stanza del figlio

come affrontare il dolore derivante dalla perdita di un figlio il film riesce a non esagerare nelle scene drammatiche e non scade mai nel patetico.