The Tree of Life

/ 20116.6401 voti
The Tree of Life

La vita di una tranquilla famiglia americana nel corso degli anni Cinquanta nel Midwest vista attraverso lo sguardo di Jack, il figlio maggiore (interpretato da adulto da Sean Penn): al centro della storia il rapporto conflittuale con il padre (Brad Pitt).
Andrea ha scritto questa trama

Titolo Originale: The Tree of Life
Attori principali: Brad PittSean PennJessica ChastainHunter McCrackenFinnegan WilliamsMichael Koeth, Laramie Eppler, Tye Sheridan, Kari Matchett, Joanna Going, Michael Showers, Kimberly Whalen, Jackson Hurst, Fiona Shaw, Crystal Mantecon, Tamara Jolaine, Dustin Allen, John Howell
Regia: Terrence Malick
Sceneggiatura/Autore: Terrence Malick
Colonna sonora: Alexandre Desplat
Fotografia: Emmanuel Lubezki
Costumi: Jacqueline West, Suzy Freeman
Produttore: Brad Pitt, Grant Hill, Sarah Green, Dede Gardner, Bill Pohlad, Donald Rosenfeld
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Fantasy
Durata: 139 minuti

Capolavoro / 5 Luglio 2019 in The Tree of Life

Chi ne sa di cinema non può non apprezzare questo capolavoro. La cosa più sbalorditiva sono le meravigliose inquadrature e la bravura di attori del calibro di Jessica Chastain e Brad Pitt. Personalmente ritengo che questa pellicola sia un punto di riferimento per qualunque filmmaker.

Noioso, ambiguo / 3 Agosto 2017 in The Tree of Life

Non ho ben capito dove volesse parare Malick con questo film. Tremendamente noioso, trama incredibilmente insulsa. Ottima idea, anche se realizzata malissimo. Cast al top, ottime le colonne sonore, ottima l’ambientazione e gli argomenti trattati…………….. quindi? Quindi con questo film Malick si è dimostrato un attimino troppo pretenzioso!

. / 2 Maggio 2016 in The Tree of Life

Leggere certi commenti mi fa rabbrividire. Criticare è lecito, anzi è un diritto, ma non si possono chiudere gli occhi di fronte ad un capolavoro simile. Documentaristico? Certo, perchè il cinema è la realta, è la vita. Non avere le basi per capire “The tree of life” non è una colpa, basta ammettere la sua qualità di pensiero e il suo spessore e allontanersene, altrimenti si cerca solamente di interpretare ed essere pervasi dai sensi, che le immagini scatenano, perchè questo dovrebbe fare un film, non “intrattenere”, altrimenti meglio accendere la televisione e spegnere il cervello.

Leggi tutto

Malick questo è l’ultimo 8 che ti dò. / 16 Febbraio 2016 in The Tree of Life

Amato molto la prima volta proprio per la sua forza estetica, a rivederlo ora (per prepararmi al nuovo Knight of Cups comprendo il mio vero sentimento di fastidio nei confronti dell’estetica e soprattutto della poetica malickiana. Le immagini, spesso stupefacenti, sono disturbate da storie al confronto infime. La prossima volta Malick è meglio che si butti su qualcosa alla Koyaanisqatsi, così nn apre la bocca e non dà la conferma di essere saccente.

Leggi tutto

15 Marzo 2015 in The Tree of Life

Esistono film che sono inguardabili perché fatti con 2 soldi.Brutti perché amatoriali,recitati malissimo.Esistono film brutti perché sono blockbuster senz’anima,budget da collocare nell’ordine delle centinaia di milioni e sotto gli effetti speciali,niente.Esistono film inguardabili perché diretti da registi che fanno il loro lavoro in modo approssimativo a dir poco,che non sanno architettare neanche un’inquadratura in modo decente.Esistono film in cui la fotografia non esiste e che sono una sfida per la vista.Esistono film inguardabili ma onesti,esistono anche film orribili che sanno di esserlo.
E poi esiste The Tree Of Life.Una delle cose più insulse che abbia mai visto.Esempio lampante di come un film confezionato in maniera grandiosa,patinato,pulito,in cui le immagini sono gestite bene,con attori decenti e dal piglio autoriale possa essere indescrivibilmente più insopportabile di un trash dichiarato,di un mockbuster qualsiasi,di un blockbuster con l’esclusiva degli effetti speciali che almeno al cinema può far divertire per poi essere dimenticato.
Questa roba è una delle pellicole sicuramente più ruffiane di sempre.Non ambizioso.Pretenzioso e sborone,fatto su misura pe l’Ammerega media che va dietro al creazionismo,ai buoni vecchi valori della famiglia tradizioneale e altre boiate del genere.Non vuole essere visivamente bello vuole essere profondo,vuole essere il capolavoro che ti cambia la vita.Ogni inquadratura sembra gridare “guardate come sono bravo,oh ma come sono bravo,vi prego guardate come sono bravo,ora ci infilo qualche pippa su dio e sull’amore così sono ancora più bravo”.Ed ecco vuole essere profondo quando è un’ accozaglia di conservatorismo becero,di buonismo ingiustificato e stucchevole,si veda la scena in cui predatore mesozoico risparmia la preda ingiustificatamente rimanendo a digiuno.Capito è l’aMMore che muove il mondo!L’aMMore ha la meglio sull’evoluzione!L’aMMore è una legge universale!
In un cinema di Bologna fu acclamato come il capolavoro del terzo millennio una volta che proiettarono per errore i due tempi del film invertiti.
Ci sono film inguardabili che non è una tragedia vedere.The Tree of Life non è uno di questi.

Leggi tutto