Parasite

/ 20198.2341 voti
Parasite

La famiglia Kim vive in ristrettezze economiche: tutti i suoi componenti sono disoccupati e si sono ridotti a vivere in un sottoscala che, spesso, è oggetto di una puzzolente derattizzazione. Ai Kim, padre, madre e due figli in età universitaria, si presenta una inaspettata possibilità di guadagno e ne approfittano subito.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: 기생충
Attori principali: Song Kang-hoSong Kang-hoLee Sun-kyunLee Sun-kyunCho Yeo-jeongCho Yeo-jeongChoi Woo-shikChoi Woo-shikPark So-damPark So-damLee Jung-eun, Chang Hyae-jin, Park Myung-hoon, Jung Ji-so, Jung Hyeon-jun, Park Keun-rok, Jung Yi-seo, Cho Jae-myung, Jeong Ik-han, Kim Gyu-baek, Ahn Seong-bong, Yoon Young-woo, Park Jae-wook, Lee Dong-yong, Jeon Eun-mi, Kim Geon, Lee Joo-hyung, Lee Ji-hye, Kim Bo-ryeong, Park Hye-sook, Baek Seung-hwan, Riccardo Ferraresso, Ko Kwan-jae, Lee Si-hoon, Seo Bok-hyeon, Shim Soo-mi, Yoon Hye-ri, Andreas Fronk, Anna Elisabeth Rihlmann, Rosie Peralta, Shin Seung-min, Park Seo-jun, Kwak Sin-ae, Mostra tutti
Regia: Bong Joon-hoBong Joon-ho
Sceneggiatura/Autore: Bong Joon-ho, Han Jin-won
Colonna sonora: Jung Jae-il
Fotografia: Hong Kyung-pyo
Costumi: Choi Se-yeon
Produttore: Bong Joon-ho, Miky Lee, Moon Yang-kwon, Bang Ok-kyung, Park Myeong-Chan, Jang Young-hwan, Kwak Sin-ae, Lim Myeong-gyun
Produzione: Corea del Sud
Genere: Orientale, Drammatico
Durata: 133 minuti

Dove vedere in streaming Parasite

Scalata sociale / 8 Maggio 2020 in Parasite

Film premio oscar 2020.
Come in “Snowpiercer” anche stavolta Bong Joon-Ho si sofferma sui conflitti di classe.
Si sofferma su due famiglie in particolare: i Kim vivono in uno scantinato in estrema povertà mentre i Park vivono sulla collina in una bellissima villa. Quando il figlio più giovane dei Kim si ritrova (tramite un amico) ad essere assunto come professore della figlia dei Park, i Kim pian piano si intrufolano tra la servitù e nella vita dei Park.
Metafora neanche troppo velata della distinzione tra le classi come ad esempio le scale che i Kim scendono per ritornare nel loro
appartamento; i Kim, come parassiti, iniziano a entrare nella villa dei Park e gradualmente a entrare nelle loro vite. Ma se sali
in alto, devi sempre stare attento a chi sta più in basso di te e che magari per sbaglio hai calpestato.
Il film ha anche un buon ritmo, fino al finale violento anche questo quasi una caratteristica di Bong Joon-Ho; da citare il continuo riferimento
all’odore dei Kim, come se la puzza dei bassifondi non se ne possa andare neanche se sali i gradini della scala sociale.
Alla fine non ci sono buoni o cattivi ma sotto il riflettore sembra essere la società.
Troviamo anche la canzone di Morandi “In ginocchio da te”.

Leggi tutto

la vita è dura e poi si muore… / 2 Aprile 2020 in Parasite

film coreano di un regista dal nome che sembra la password di un modem, prima della modifica. Niente di più “rassicurante”, giusto? E invece, pur avendo vinto la palma d’oro, Parasite scorre che è una meraviglia e non ci si annoia mai. Il Time sostiene che sia mooooolto 2019, e su questo non si discute. Certo, stiamo pur sempre parlando di un film orientale, quindi qualche scivolone melodrammatico e un paio di momenti di comicità didascalica sul genere Bollywood incontra Franco e Ciccio, li dovete per forza mettere in conto, ma vi garantisco che è roba buona. Insomma funziona. Non sto a raccontarvi la trama, vi basti sapere che è la storia di una famiglia di poveri bastardi che, per disperazione, è disposta a tutto. Un film che avrebbero potuto scrivere/dirigere Monicelli o Scola negli anni 60, ovviamente con uno stile più italiano. Che altro? Beh sì, è uno di quei prodotti che darà da mangiare a un sacco di critici cinematografici. Pippe su pippe ma a noi che ci frega? E’ un ottimo film, punto e ciao. Il nome del regista leggetevelo sulla locandina.

Leggi tutto

Grande impatto / 21 Febbraio 2020 in Parasite

Ho visto questo film piuttosto in ritardo, dopo il suo trionfo agli Oscar.
E dopo aver letto e sentito vari commenti che sottolineano la denuncia sociale del film, il divario delle classi sociali e blablabla.
Avevate bisogno di un film coreano per rendervi conto delle disuguaglianze sociali?
Trovo che sia piuttosto riduttivo, e un po’ fastidioso, concentrarsi sulla questione sociale del film, peraltro piuttosto manichea (perlomeno nella caratterizzazione dei ricchi).

A mio parere, il film ha ben altri meriti.
Una storia avvincente, dal gran ritmo, che ti conquista e diverte inizialmente come una buona commedia per poi trascinarti nell’abisso.
Grande regia, forte impatto e suggestione visiva, e un finale emotivamente intenso.

Mi sembra un film da rivedere, e che lascia immagini e pensieri più interessanti del banale “uh i poveri sono poveri e i ricchi sono ricchi”.
Ad esempio, l’imprevedibilità della trama, non credo sia solo un espediente narrativo ma anche parte della poetica del film, con il discorso dei “piani” che percorre tutto il film.
Alcune “metafore” sono un po’ ovvie, e ciononostante affascinanti per la loro messa in scena.

Un grande film. Non so se è un capolavoro, a caldo non riesco a dargli meno di 9, penso che sia il film migliore del 2019 (per quanto, è un’opinione che conta poco, mica ho visto tutti i film dell’anno!)

Leggi tutto

Wow! / 10 Febbraio 2020 in Parasite

Un film che ti sconvolge, che fa riflettere e che ti tocca dentro, che ti rimane sotto il naso e ci ripensi… a quanto ricchi e poveri possano essere così diversi ma altrettanto simili.
Un bel racconto, una storia odierna e ben congegnata, che come enfatizza il titolo, si annida nella tua testa man mano che prosegue la vicenda, con il tarlo di sapere dove andrà a parare.
Si sorride, ed è sbalorditivo quanto possa girare bene a questa famiglia disagiata, fino ad arrivare ad un finale inesorabile, preannunciato, che odora ancora di perdita e povertà.
Visto in lingua originale è stato un po’ una fatica, ma di certo l’ho apprezzato molto.
Miglior film? Non saprei, di certo un ottimo film, ben diretto e interpretato.
7,5

Leggi tutto

“Tutto quello che dovrai fare sarà salire le scale” / 2 Febbraio 2020 in Parasite

Joon Ho Bong descrive la guerra tra poveri e il divario sociale in Corea con un film pungente, mordace e malinconico, una contrapposizione tra due famiglie, una povera e una ricca, intelligente e machiavellica che riesce a intrattenere, a far sorridere, commuovere e riflettere lo spettatore per oltre due ore. Una regia impeccabile e un finale agrodolce contribuiscono a rendere questo film un piccolo capolavoro.
Il cinema coreano si conferma ancora una volta di altissimo livello. Consiglio la visione in lingua originale.

Leggi tutto