Dicembre 2015 al cinema: 5 film consigliati da Nientepopcorn.it!

Nientepopcorn.it vi suggerisce i film più interessanti tra quelli in uscita in sala a dicembre 2015: cinque titoli molto diversi tra loro per un mese di grande cinema. Guardate i trailer!

, di

Cinematograficamente parlando, dicembre è uno dei mesi più ricchi dell’anno: le uscite al cinema si susseguono a ritmo ininterrotto, debuttando anche infrasettimanalmente.
Ci siamo fatti largo tra la marea di film al cinema e ne abbiamo scelto cinque appositamente per voi: si tratta di storie molto diverse tra loro che spaziano dalla super-produzione a stelle e strisce al cinema più intimista di produzione europea.
Oltre a questi, però, ci permettiamo di attirare la vostra attenzione su due titoli in arrivo dal Giappone: IL MIO VICINO TOTORO (Tonari no Totoro, 1988) dello Studio Ghibli, nuovamente in sala dal 12/12, e LE RICETTE DELLA SIGNORA TOKU (An, 2015) di Kawase Naomi, al cinema dal 10/12.

A insindacabile (ma discutibile!) giudizio della redazione di Nientepopcorn, ecco i 5 film più interessanti in programmazione a dicembre 2015 nei cinema italiani.

MON ROI – IL MIO RE

Dopo l’inusuale polar dal taglio documentaristico POLISSE (2011), vincitore del Premio della Giuria a Cannes, l’attrice e regista francese Maïwenn è tornata quest’anno in Croisette con MON ROI – IL MIO RE (Mon roi, 2015), un intenso viaggio all’interno di una relazione sentimentale particolarmente complicata. Mentre si trova ricoverata in una clinica dopo un incidente sugli sci, la quarantenne Tony ripensa al suo tormentato rapporto con Georgio e ai motivi che non le hanno permesso di comprendere quanto il legame decennale con l’uomo l’abbia progressivamente ingabbiata.
Premiata a Cannes come Miglior Attrice, parimerito con Rooney Mara, la protagonista del film, Emmanuelle Bercot, offre il ritratto intenso e realistico di una donna che, insieme al proprio corpo ferito, prova a rimettere in sesto anche la propria personalità.
Il volto maschile del film è quello di Vincent Cassel: ringraziato da un’emozionatissima Bercot dal palco delle premiazioni di Cannes 2015 (“MON ROI è te e me”), incarna con maestria il ruolo di “un perverso manipolatore dal grande potere seduttivo” (Cineuropa).
MON ROI – IL MIO RE al cinema dal 3 dicembre.

LA ISLA MÍNIMA

LA ISLA MÍNIMA (2014) del giovane regista e sceneggiatore sevillano Alberto Rodríguez Librero è stato uno dei titoli-rivelazione dell’ultima edizione dei Premi Goya: durante la cerimonia di premiazione svoltasi a febbraio 2015 a Madrid, la pellicola si è aggiudicata 10 titoli su 17 candidature, tra cui quelli per il Miglior Film , la Miglior Sceneggiatura Originale e la Miglior Regia. Uno dei due attori protagonisti, Javier Gutiérrez (CRIMEN PERFECTO, 2004), inoltre, ha vinto il premio per la miglior interpretazione maschile. Gutiérrez interpreta Juan, un poliziotto impegnato insieme al collega Pedro (Raúl Arévalo, TAMBIEN LA LLUVIA) in un caso particolarmente complicato: nella campagna spagnola, un serial killer sta uccidendo numerose adolescenti accomunate dal fatto di non avere alcuno che si occupa di loro. Durante le perigliose indagini, emergeranno le profonde divergenze caratteriali dei due investigatori.
LA ISLA MÍNIMA sarà nelle sale italiane dal 3 dicembre.

QUEL FANTASTICO PEGGIOR ANNO DELLA MIA VITA

QUEL FANTASTICO PEGGIOR ANNO DELLA MIA VITA (Me and Earl and the Dying Girl, 2015) è una delle produzioni indie più acclamate dell’ultimo anno: vincitore del Premio del Pubblico e di quello come Miglior Film U.S.A. al Sundance 2015, il film del regista texano Alfonso Gomez-Rejon si appresta ad arrivare anche in Italia, per divertire e commuovere con la sua vicenda cinefilo-adolescenziale: la frequentazione “forzata” tra Greg (Thomas Mann, THE STANFORD PRISON EXPERIMENT), un ragazzo appassionato di cinema afflitto da una sorta di anafettività, e Rachel (Olivia Cooke, OUIJA), coetanea a cui è stato recentemente diagnosticato un tumore, permetterà al giovanotto di comprendere realmente a cosa corrisponde il tanto pubblicizzato concetto di “amicizia”.
QUEL FANTASTICO PEGGIOR ANNO DELLA MIA VITA: al cinema dal 10 dicembre.

IL PONTE DELLE SPIE

A tre anni dal suo ultimo kolossal, LINCOLN (2012), Steven Spielberg torna nelle sale di tutto il mondo con IL PONTE DELLE SPIE (Bridge of Spies, 2015), un thriller ambientato in piena Guerra Fredda e riferito ad un preciso episodio occorso nel 1960: un U-2 americano in volo sui cieli dell’Unione Sovietica viene abbattuto. Già nel 1956, l’URSS aveva esplicitamente avvertito gli Stati Uniti che il proprio esercito avrebbe abbattuto qualsiasi velivolo in transito sopra il proprio territorio: fu per questo che, nella famosa Area 51 dislocata in Nevada, gli U.S.A. progettarono e realizzarono un aereo non intercettabile dai radar in uso perché in grado di volare a 20000 metri di altitudine, un’altezza mai raggiunta fino a quel momento. Nonostante ciò, l’aereo americano guidato dall’esperto Francis G. Powers, venne individuato dai russi ed abbattuto l’1 maggio 1960: Powers venne fatto prigioniero dai sovietici.
Per questo film, Spielberg ha ritrovato per la quarta volta Tom Hanks: l’ultima collaborazione tra i due risaliva a THE TERMINAL (2004). L’attore due volte premio Oscar interpreta James B. Donovan, l’avvocato newyorkese a cui venne affidato il delicato incarico di negoziare il rilascio di Powers (Austin Stowell, WHIPLASH).
Uscito nelle sale americane a metà ottobre e vincitore di due premi (Miglior Fotografia e Miglior Sonoro) ai recenti Hollywood Film Awards 2015, IL PONTE DELLE SPIE sarà nei cinema italiani dal 16 dicembre.

IRRATIONAL MAN

Woody Allen ha appena compiuto 80 anni (1 dicembre), ma non sembra affatto intenzionato a rallentare la propria attività da regista, proponendo alle platee internazionali almeno un film all’anno: adesso, è la volta di IRRATIONAL MAN (2015), film che, dopo una sfilza di commedie sentimentali ed il dramma di BLUE JASMINE (2013), segna il ritorno del regista newyorkese ad atmosfere misteriose, battute recentemente solo con MATCH POINT (2005) e SOGNI E DELITTI (2007). Abe (Joaquin Phoenix, HER) è un professore di filosofia in piena crisi esistenziale. L’uomo si trasferisce nel Rhode Island, per insegnare in un college locale: qui, intreccia una relazione con una collega, Rita (Parker Posey). Intanto, una sua studentessa, Jill (Emma Stone, BIRDMAN) si innamora di lui.
Presentato fuori concorso al Festival di Cannes 2015 e uscito negli Stati Uniti a metà luglio, il film “esistenzialista” di Allen, venato di filosofia kantiana e dalle teorie di Kierkegaard sul libero arbitrio, non ha entusiasmato particolarmente la critica che l’ha definito un po’ soporifero, suscitando un riscontro abbastanza tiepido anche nel pubblico, tanto da non entrare mai nella top ten americana dei film più visti.
IRRATIONAL MAN, il 45mo lungometraggio di Allen, sarà al cinema dal 16 dicembre.

[Nella foto, un’immagine tratta da QUEL FANTASTICO PEGGIOR ANNO DELLA MIA VITA]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext