EFA 2018: “Dogman” e “Lazzaro Felice” pluricandidati ai premi europei per il cinema

La 31ma cerimonia di premiazione degli European Film Awards si svolgerà il 15 dicembre, a Siviglia. Fra i candidati, ci sono anche i film di Garrone e Rohrwacher.

, di
EFA 2018: “Dogman” e “Lazzaro Felice” pluricandidati ai premi europei per il cinema

European Film Awards 2018: 8 nomination per l’Italia

Qualche giorno fa, sono stati resi noti i titoli dei film candidati agli European Film Awards 2018. La cerimonia di premiazione si svolgerà in Spagna, a Siviglia, il 15 dicembre.
La 31ma edizione degli EFA vede l’Italia in gara con 8 candidature nelle categorie principali, grazie ai film DOGMAN di Matteo Garrone e LAZZARO FELICE di Alice Rohrwacher.
In occasione degli EFA 2018, l’attore britannico Ralph Fiennes riceverà il premio alla carriera, per il suo grande contributo al cinema europeo e internazionale.
Nel corso della cerimonia, sarà reso noto anche il film vincitore del Premio del Pubblico (People’s Choice Award). I nove film candidati sono stati oggetto di una votazione popolare dal 3 settembre al 31 ottobre.

In questo momento, non sappiamo ancora se la cerimonia di premiazione degli EFA 2018 sarà trasmessa in diretta tv o in streaming anche in Italia, come è accaduto negli ultimi anni grazie a LaEffe e alla Rai.

EFA 2018: i candidati

European Film 2018 (Miglior Film Europeo 2018)
BORDER di Ali Abbasi (Svezia, Danimarca)
COLD WAR di Pawel Pawlikowski (Polonia, Regno Unito, Francia)
DOGMAN di Matteo Garrone (Italia, Francia)
GIRL di Lukas Dhont (Belgio, Olanda)
LAZZARO FELICE di Alice Rohrwacher (Italia, Francia, Germania, Svizzera)

European Director 2018 (Miglior Regista Europeo 2018)
Ali Abbasi, BORDER
Matteo Garrone, DOGMAN
Samuel Maoz, FOXTROT – LA DANZA DEL DESTINO
Pawel Pawlikowski, COLD WAR
Alice Rohrwacher, LAZZARO FELICE

European Comedy 2018 (Miglior Commedia Europea 2018)
C’EST LA VIE: PRENDILA COME VIENE di Olivier Nakache, Éric Toledano (Francia)
DIAMANTINO di Gabriel Abrantes, Daniel Schmidt (Portogallo, Francia, Brasile)
MORTO STALIN, SE NE FA UN ALTRO di Armando Iannucci (Francia, Gran Bretagna, Belgio)

European Discovery 2018 – Prix Fipresci (Miglior Esordio Europeo 2018)
GIRL di Lukas Dhont (Belgio, Olanda)
ONE DAY di Zsófia Szilágyi (Ungheria)
SCARY MOTHER di Ana Urushadze (Georgia, Estonia)
THE GUILTY di Gustav Möller (Danimarca)
THOSE WHO ARE FINE di Cyril Schäublin (Svizzera)
TOUCH ME NOT di Adina Pintilie (Romania, Germania, Bulgaria, Francia, Repubblica Ceca)

European Animated Feature Film (Miglior Film d’animazione Europeo 2018)
ANOTHER DAY OF LIFE di Raul de la Fuente, Damian Nenow (Poloni, Spagna, Belgio, Germania, Ungheria)
I PRIMITIVI di Nick Park (Regno Unito)
SOTTO IL BURQA di Nora Twomey (Irlanda, Canada, Lussemburgo)
ZANNA BIANCA di Alexandre Espigares (Francia, Lussemburgo)

European Documentary 2018 (Miglior Documentario Europeo 2018)
A WOMAN CAPTURED di Bernadett Tuza-Ritter (Ungheria, Germania)
BERGMAN – A YEAR IN A LIFE di Jane Magnusson (Svezia, Germania)
OF FATHERS AND SONS di Talal Derki (Germania, Siria, Libano, Qatar)
THE DISTANT BARKING OF DOGS di Simon Lereng Wilmont (Danimarca, Finlandia, Svezia)
THE SILENCE OF OTHERS di Almudena Carracedo & Robert Bahar (Spagna, Stati Uniti)

European Actress 2018 (Miglior Attrice Europea 2018)
Marie Bäumer, 3 DAYS IN QUIBERON
Halldóra Geirharðsdóttir, WOMAN AT WAR
Joanna Kulig, COLD WAR
Bárbara Lennie, PETRA
Eva Melander, BORDER
Alba Rohrwacher, LAZZARO FELICE

European Actor 2018 (Miglior Attore Europeo 2018)
Jakob Cedergren, THE GUILTY
Rupert Everett, THE HAPPY PRINCE
Marcello Fonte, DOGMAN
Sverrir Gudnason, BORG MCENROE
Tomasz Kot, COLD WAR
Victor Polster, GIRL

European Screenwriter 2018 (Miglior Sceneggiatore Europeo 2018)
Ali Abbasi, Isabella Eklöf e John Ajvide Lindqvist, BORDER
Matteo Garrone, Ugo Chiti e Massimo Gaudioso, DOGMAN
Gustav Möller e Emil Nygaard Albertsen, THE GUILTY
Pawel Pawlikowski, COLD WAR
Alice Rohrwacher, LAZZARO FELICE

European Short Film 2018 (Miglior Cortometraggio Europeo 2018)
AQUA­PARQUE (Portogallo)
BURK­INA BRAN­DEN­BURG KOM­PLEX (Germania)
GRAD­U­A­TION ’97 / ВИПУСК ’97 (Ucraina)
I SIGNED THE PE­TI­TION (Regno Unito, Germania, Svizzera)
KAP­I­TAL­IS­TIS (Belgio, Francia)
KON­TENER (Germania)
MERYEM (Olanda)
PRIS­ONER OF SO­CI­ETY (Georgia, Lettonia)
RE­LEASE THE DOGS (Francia, Belgio)
SHAME (Bulgaria)
THE ES­CAPE (Francia)
THE YEARS (Italia, Francia)
THOSE WHO DE­SIRE (Svizzera, Spagna)
WHAT’S THE DAM­AGE (Regno Unito)
WILDE­BEEST (Belgio)

EFA 2018: i primi vincitori

Intanto, il 20 novembre, la European Film Academy ed EFA Productions hanno annunciato i primi vincitori degli EFA 2018.
Nella giuria internazionale scelta per assegnare i premi tecnici, compare anche l’italiano Luca Bigazzi, direttore della fotografia per registi come Paolo Sorrentino e Paolo Virzì.
All’interno del palmarés formato da 10 categorie tecniche, il film DOGMAN di Garrone ha già conquistato due riconoscimenti.

Miglior Direttore europeo della Fotografia 2018 – Premio Carlo Di Palma
Martin Otterbeck, 22 LUGLIO

Miglior Montatore Europeo 2018
Jarosław Kamiński, COLD WAR

Miglior Scenografo Europeo 2018
Andrey Ponkratov, SUMMER

Miglior Costumista Europeo 2018
Massimo Cantini Parrini, DOGMAN

Miglior Truccatore e Parrucchiere Europeo 2018
Dalia Colli, Lorenzo Tamburini e Daniela Tartari, DOGMAN

Miglior Compositore Europeo 2018
Christoph M. Kaiser e Julian Maas, 3 DAYS IN QUIBERON

Miglior Montatore Sonoro Europeo 2018
André Bendocchi-Alves e Martin Steyer, DER HAUPTMANN

Miglior Supervisore Europeo agli Effetti Visivi 2018
Peter Hjorth, BORDER

CATEGORIE: Premi

Lascia un commento

jfb_p_buttontext