I primitivi

/ 20185.217 voti
I primitivi

All'epoca delle caverne e dei mammuth, il cavernicolo Dug e il suo grufolante amico Ringhio si trovano a capo della ribellione della tribù nei confronti di un pericoloso e tecnologico nemico, Lord Nooth, che controlla l'economia di un villaggio dell'Età del Bronzo.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Early Man
Attori principali: Eddie RedmayneTom HiddlestonMaisie WilliamsTimothy SpallMiriam MargolyesRob Brydon, Kayvan Novak, Richard Ayoade, Selina Griffiths, Johnny Vegas, Mark Williams, Gina Yashere, Richard Webber, Simon Greenall, Nick Park, Luke Walton, Antony Bayman, Richard Beek, Tom Doggart, Tim Hands, Adrian Rhodes, Victoria Stevens, Ben Whitehead
Regia: Nick Park
Sceneggiatura/Autore: Mark Burton, James Higginson
Colonna sonora: Harry Gregson-Williams, Tom Howe
Fotografia: Dave Alex Riddett
Produttore: Natascha Wharton, Richard Beek, Nick Park, Peter Lord, David Sproxton, Ron Halpern, Carla Shelley, Danny Perkins, Alicia Gold, Didier Lupfer, Ben Roberts
Produzione: Gran Bretagna, Francia
Genere: Commedia, Azione, Fantasy, Famiglia, Animazione
Durata: 89 minuti

Età della pietra vs Età del Bronzo / 20 Maggio 2019 in I primitivi

Film di animazione (in plastilina) diretto da Nick Park (lo stesso regista di Wallace & Gromit).
Dopo il prologo, facciamo la conoscenza di Dag un gracile ma coraggioso cavernicolo insieme alla sua tribù guidata dal saggio Barbo. La loro vita è pacifica e serena fino all’arrivo di uno strano marchingegno che rompe l’armonia della tribù. E’ l’esercito di Lord Nooth che proclama la fine dell’Età della Pietra e l’arrivo dell’Età del Bronzo.
Dag dopo un’incursione notturna nella città di Lord Nooth, scopre il gioco del calcio e lancia una sfida agli esperti del Bronzo.
Film senza troppe pretese con qualche sorriso dovuto soprattutto al cinghiale Grugno; la partita è solo una scusa per lodare lo spirito di squadra dei Primitivi rispetto alle maggiori individualità del team di Lord Nooth.
Come doppiatori troviamo: Scamarcio che presta la voce a Dag, Corrado Guzzanti è Barbo, Paola Cortellesi è Ginna (ragazza del Bronzo, buon talento calcistico che però essendo donna non viene fatta giocare con la sua squadra e quindi trova rimedio aiutando i Primitivi), il romanista Alessandro Florenzi è Dribblo (il giocatore migliore del Real Bronzio).

Leggi tutto

Deludente film Aardman / 7 Marzo 2019 in I primitivi

Oh my gosh! E questo cosa sarebbe, mr. Park?
I primitivi è il più recente lungometraggio in stop motion degli Aardman Studios e, per quel che mi riguarda, è anche il prodotto più deludente realizzato finora dalla casa di produzione inglese. Visti i precedenti, dai corti di Wallace & Gromit fino a Pirati! Briganti da strapazzo, passando per il film muto della pecora Shaun, ero certa che Nick Park non sarebbe stato mai capace di disilludere così le mie aspettative.
Invece, con I primitivi c’è riuscito, colpo di scena.

Dal punto di vista del contesto temporale, le premesse narrative stanno a metà strada tra Il viaggio di Arlo della Disney Pixar e I Croods della Dreamworks, ma la collocazione temporale è un mero pretesto per parlare di… calcio, le cui origini, secondo Park e soci, andrebbero ricollocate nel Pleistocene (se non ricordo male). Il che non sarebbe male, se il resto del film supportasse uno spunto così originale (la creazione del pallone, per esempio, ha un buon guizzo fantasioso). Invece, tra inesattezze filologiche (che ci stanno, per carità, se non valesse neppure qui la sospensione della realtà saremmo fritti…), cinghiali che inspiegabilmente abbaiano e ululano, la ragazza in cerca di parità di genere e il cattivone pelato di turno (che, non si sa bene perché, parla -nella versione italiana- con una fastidiosa cadenza a metà fra il tedesco e il bergamasco)… invece, dicevo, il film va ramengo, si smarrisce, non diverte e non appassiona (perché il finale, ovviamente, è molto prevedibile).

E neppure i simpatici pupazzi in puro stile Aardman (a mio parere meno ispirati del solito) riescono a risollevare le sorti di questo pasticcio senza arte né parte.
Peccato.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.