Ennio Fantastichini: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Ennio Fantastichini

Gli esordi di Ennio Fantastichini

Ennio Fantastichini è stato un attore italiano di cinema, televisione e teatro.
Esordisce su un palcoscenico appena quindicenne in un’opera teatrale di Samuel Beckett. Studia recitazione a Roma, presso l’Accademia nazionale d’arte drammatica e debutta nel cinema con il film “Fuori dal giorno” (1983) di Paolo Bologna. Negli anni Ottanta, partecipa a “I cammelli” (1988) di Giuseppe Bertolucci e “I ragazzi di via Panisperna” (1988) di Gianni Amelio.

I migliori film di Ennio Fantastichini: da “Porte aperte” a “La stoffa dei sogni”

Il successo arriva nel 1990, con un altro film di Amelio, “Porte aperte” (nomination agli Oscar come miglior film in lingua straniera), dove recita al fianco di Gian Maria Volontè e per cui vince un European Film Award come scoperta europea dell’anno e un Nastro d’Argento come miglior attore non protagonista.
Nel corso degli anni Novanta e Duemila, Fantastichini lavora in numerosi film: “Caldo soffocante” (1991) di Giovanna Gagliardo; “Una storia semplice” (1991) di Emidio Greco, ancora con Volonté; “Ferie d’agosto” (1996) di Paolo Virzì; “Saturno contro” (2007) e “Mine vaganti” (2010, per cui vince un David di Donatello e un Nastro d’Argento come miglior attore non protagonista) di Ferzan Özpetek; “Fortapàsc” (2008) di Marco Risi; “L’arrivo di Wang” (2011) dei Manetti Bros.; “Ciliegine” (2012) di e con Laura Morante; “La mossa del pinguino” (2014) di Claudio Amendola; “La stoffa dei sogni” (2016) di Gianfranco Cabiddu.
Nel 2018, interpreta il padre del cantautore Fabrizio De André nel film per la televisione “Principe libero”, con Luca Marinelli.
L’ultimo film di Ennio Fantastichini è “Lontano lontano”, di e con Gianni Di Gregorio, che esce, postumo, nel dicembre 2019.

Luogo di nascita: Gallese, Viterbo
Data di nascita: 20/02/1955
Data di morte: 01/12/2018

Lascia un commento

jfb_p_buttontext