Jamie Lee Curtis: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attrice

Female
Jamie Lee Curtis

Jamie Lee Curtis, figlia d’arte degli attori Tony Curtis e Janet Leigh

Jamie Lee Curtis è un’attrice americana.
Dopo Kelly, nata nel 1956, Jamie Lee Curtis è la seconda figlia degli attori Tony Curtis e Janet Leigh. La coppia divorzia quando la Curtis ha 4 anni.

I primi telefilm di Jamie Lee Curtis

Decide di diventare attrice come i genitori e debutta in televisione nella seconda metà degli anni Settanta, interpretando piccoli ruoli in alcune famose serie tv americane: “Quincy” (1977); “Nel tunnel dei misteri con Nancy Drew e gli Hardy Boys” (1977); “Colombo” (1977); “Operazione sottoveste” (1977-1978), remake televisivo seriale dell’omonimo film in cui aveva recitato il padre; “Charlie’s Angels” (1978); “Love Boat” (1978).

Jamie Lee Curtis scream queen: la saga horror di Halloween

Più o meno nello stesso periodo, Jamie Lee Curtis esordisce anche al cinema nel film horror “Halloween – La notte delle streghe” (1978) di John Carpenter. Il ruolo cult di Laurie Strode trasforma istantaneamente la Curtis in una scream queen, letteralmente una regina dell’urlo, una figura ricorrente nel genere horror.
L’attrice interpreta ancora il personaggio di Laurie in altri film della saga cinematografica incentrata sul serial killer Michael Myers: “Il signore della morte” (1981) di Rick Rosenthal; “Halloween – 20 anni dopo” (1998) di Steve Miner; “Halloween – La resurrezione” (2002), ancora di Rosenthal; “Halloween” (2018), “Halloween Kills” (in arrivo nel 2021) e “Halloween Ends” (previsto nel 2022) di David Gordon Green.

I migliori film di Jamie Lee Curtis: da “Una poltrona per due” a “Cena con delitto”

Dopo una serie di altri film horror (“Fog”, 1980, ancora di Carpenter; “Non entrate in quella casa”, 1980, di Paul Lynch; “Terror Train”, 1980, di Roger Spottiswoode), la Curtis rivela le sue doti di attrice brillante.
A partire dagli anni Ottanta, recita in commedie e film d’azione che riscuotono un buon successo di pubblico: “Una poltrona per due” (1983) di John Landis, con Dan Aykroyd ed Eddie Murphy, per cui vince un BAFTA come miglior attrice non protagonista; “Un pesce di nome Wanda” (1988) di Charles Crichton, con Kevin Kline e John Cleese, grazie a cui ottiene la sua prima nomination ai Golden Globe; “Blue Steel – Bersaglio mortale” (1990) di Kathryn Bigelow; “Papà, ho trovato un amico” (1991) e il sequel “Il mio primo bacio” (1994), entrambi di Howard Zieff; “Amore per sempre” (1992) di Steve Miner, con Mel Gibson; “True Lies” (1994) di James Cameron, con Arnold Schwarzenegger, per cui vince un Golden Globe come miglior attrice protagonista; “Quel pazzo venerdì” (2003) di Mark Waters, con Lindsay Lohan, per cui ottiene una nuova nomination ai Globes; “Fuga dal Natale” (2004) di Joe Roth, con Tim Allen e, ancora, Dan Aykroyd; “Veronica Mars – Il film” (2014) di Rob Thomas, con Kristen Bell; “Cena con delitto” (2019) di Rian Johnson, con Daniel Craig, Don Johnson e Chris Evans.
Nel 1998, l’attrice riceve una stella sulla Walk of Fame di Hollywood. Nel 2021, le viene assegnato il Leone d’Oro alla carriera, in occasione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Le migliori serie tv con Jamie Lee Curtis

Negli anni Duemila, la Curtis lavora in maniera continuativa ad alcune serie tv di successo: “NCIS – Unità anticrimine ” (2012); “Scream Queens” (2015-2016), grazie a cui ottiene una candidatura ai Golden Globe come miglior attrice in una serie tv comedy o musical; “New Girl” (2012-2018).
Nel 1998, ottiene una nomination agli Emmy come miglior attrice in una miniserie con “Il dono di Nicholas”.

Jamie Lee Curtis: matrimonio e filantropia

Sposata con l’attore, sceneggiatore e regista Christopher Guest, Jamie Lee Curtis è una filantropa.
Per esempio, sostiene alcuni ospedali pediatrici, contribuisce al finanziamento di strutture per il recupero di donne svantaggiate e supporta attività legate all’assistenza di bambini malati di AIDS.

Jamie Lee Curtis scrittrice

Da anni, la Curtis scrive libri per bambini. Tra questi, “Today I Feel Silly & Other Moods That Make My Day” (1998) è stato inserito dal New York Times nel suo elenco dei bestseller.
Dal 2011 al 2017, ha curato un blog sull’Huffington Post.

Luogo di nascita: Los Angeles, California, USA
Data di nascita: 22/11/1958

Lascia un commento

jfb_p_buttontext