I 15 documentari che potrebbero vincere l’Oscar 2015

L'Academy ha diffuso la shortlist con i titoli candidati all'Oscar come Miglior Documentario: tante biografie e qualche fatto di cronaca. Quali vi intrigano di più?

, di

LA SHORTLIST CON 15 TITOLI CANDIDATI ALL’OSCAR COME MIGLIOR DOCUMENTARIO

L’Academy of Motion Picture Arts and Science, deputata all’assegnazione dei premi Oscar, ha diffuso la lista dei quindici film che concorrono ad entrare nella cinquina finale dei titoli candidati a diventare il Miglior Documentario 2015.

I titoli visionati sono oltre cento: i cinque documentari che concorreranno all’Oscar verranno resi noti il 15 gennaio. L’87ma notte degli Oscar, invece, si svolgerà a Los Angelese il 22 febbraio 2015.

Ecco la shortlist con i quindici film tra i quali verrà scelto il premio Oscar per il Miglior Documentario 2015:

ART AND CRAFT di Sam Cullman, Jennifer Grausman, Mark Becker
THE CASE AGAINST 8 di Ben Cotner
CITIZEN KOCH di Carl Deal e Tia Lessin
CITIZENFOUR di Laura Poitras
ALLA RICERCA DI VIVIAN MAIER di John Maloof e Charlie Siskel
THE INTERNET’S OWN BOY: THE STORY OF AARON SWARTZ di Brian Knappenberger
JODOROWSKY’S DUNE di Frank Pavic
KEEP ON KEEPIN’ ON di Al Hicks
THE KILL TEAM di Dan Krauss
LAST DAYS IN VIETNAM di Rory Kennedy
LIFE ITSELF di Steve James
THE OVERNIGHTERS di Jesse Moss
IL SALE DELLA TERRA di Wim Wenders
TALES OF THE GRIM SLEEPER di Nick Broomfield
VIRUNGA di Orlando von Einsiedel

Solo due di questi titoli sono già stati distribuiti nei cinema italiani: si tratta di ALLA RICERCA DI VIVIAN MAIER, dedicato all’opera “silenziosa” di una delle più importanti fotografe di strada del Novecento, le cui migliaia di scatti sono stati scoperti in maniera fortuita solo dopo la sua morte, avvenuta nel 2009, e de IL SALE DELLA TERRA, il documentario dedicato da Wim Wenders al fotografo brasiliano Sebastião Salgado.

Leggendo le sinossi ed i contenuti dei titoli approdati nella shortlist, sulla carta ci sembrano particolarmente interessanti:
JODOROWSKY’S DUNE, incentrato sul tentativo, naufragato, del regista Alejandro Jodorowsky di realizzare negli anni Settanta un adattamento cinematografico del romanzo Dune di Frank Herbert, poi portato al cinema da David Lynch (1984);
LIFE ITSELF, racconto biografico su Roger Ebert, noto ed amato critico cinematografico del Chicago Sun-Times scomparso nel 2013. Ebert fu colui che “teorizzò” che il sistema di voto in stellette, da lui adottato, è da considerarsi assolutamente relativo;
ART AND CRAFT, in cui viene descritto il processo creativo che sta alla base dell’opera trentennale di Mark Landis, un pittore statunitense specializzato nella contraffazione di opere note, da Picasso a Walt Disney, passando per la pittura rinascimentale.

[Nella foto, una sequenza tratta da IL SALE DELLA TERRA di Wim Wenders]

CATEGORIE: Oscar

1 commento

  1. icarus / 10 dicembre 2014

    Senz’altro il film di Wenders rientrerà fra le mie visioni future, indipendentemente dal suo destino agli oscar. Potrebbe essere la volta buona dopo il tentativo del 2011 con Pina? francamente non ci spererei.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext