David di Donatello 2016: “Jeeg Robot” sugli allori

Il film dell'esordiente Gabriele Mainetti ha vinto ben 7 statuette. Gli altri protagonisti della serata sono stati Matteo Garrone con "Il racconto dei racconti" e "Perfetti sconosciuti" di Paolo Genovese. Solo un premio a "Non essere cattivo" di Caligari.

, di

DAVID 2016: “JEEG ROBOT”, “PERFETTI SCONOSCIUTI” E GARRONE MONOPOLIZZANO IL PALMARÈS

Ieri (18 aprile), si è svolta a Roma la cerimonia di consegna dei David di Donatello 2016.
La 60ma edizione del premio istituito dall’Ente David di Donatello dell’Accademia del Cinema Italiano per omaggiare il meglio del cinema italiano ha avuto come protagonista il film LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT di Gabriele Mainetti: forte di ben 16 candidature, il film che racconta la storia del supereroe di Tor Bella Monaca si è aggiudicato 7 statuette, tra cui la quartina dedicata agli attori e il premio per il Miglior Regista Esordiente. Con IL RACCONTO DEI RACCONTI, Matteo Garrone ha vinto il premio alla Miglior Regia e parte dei riconoscimenti dedicati ai comparti tecnici: nel complesso, 8 statuette. Grazie a PERFETTI SCONOSCIUTI, invece, Paolo Genovese ha portato a casa gli ambiti premi per il Miglior Film e la Miglior Sceneggiatura. YOUTH di Paolo Sorrentino ha vinto i due premi dedicati alle musiche, Miglior Brano e Miglior Musicista, il compositore statunitense David Lang.
Profonda delusione per NON ESSERE CATTIVO di Claudio Caligari: a fronte di 16 nomination, il film uscito postumo dopo la scomparsa dell’autore romano si è aggiudicato un solo riconoscimento, quello per il miglior suono in presa diretta.

La cerimonia, andata in onda per la prima volta sul circuito Sky, è stata presentata con ritmo vivace e sostenuto da Alessandro Cattelan (vittima di una gaffe non indifferente: ha attribuito il tema del film LO CHIAMAVANO TRINITÀ, composto da Franco Micalizzi, a Ennio Morricone) che ha accolto sul palco grandi personalità del cinema italiano, da Vittorio Storaro, a Gabriele Salvatores, fino a Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, chiamati a premiare i vincitori.
Numerosi ospiti hanno aderito alla campagna Verità per Giulio Regeni promossa da Amnesty International per non dimenticare il giovane ricercatore italiano ucciso in Egitto circa tre mesi fa: Stefano Accorsi, Claudio Santamaria, Valerio Mastandrea, Paola Cortellesi, Christian De Sica, Alessandro Borghi, Luca Marinelli, Marco Giallini e molti atri artisti hanno sfoggiato un adesivo, una spilla o un braccialetto giallo con lo slogan dell’iniziativa.

DAVID 2016: TUTTI I VINCITORI

Ecco tutti i David di Donatello 2016 assegnati:

Miglior Film
PERFETTI SCONOSCIUTI di Paolo Genovese

Miglior Regista
Matteo Garrone, IL RACCONTO DEI RACCONTI – TALE OF TALES

Miglior Regista Esordiente
Gabriele Mainetti, LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT

Miglior Sceneggiatura
Filippo Bologna, Paolo Costella, Paolo Genovese, Paola Mammini, Rolando Ravello, PERFETTI SCONOSCIUTI

Miglior Produttore
Gabriele Mainetti per GOON FILMS con RAI CINEMA, LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT

Miglior Attrice Protagonista
Ilenia Pastorelli, LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT

Miglior Attore Protagonista
Claudio Santamaria, LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT

Miglior Attrice Non Protagonista
Antonia Truppo, LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT

Miglior Attore Non Protagonista
Luca Marinelli, LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT

Miglior Autore della Fotografia
Peter Suschitzky, IL RACCONTO DEI RACCONTI – TALE OF TALES

Miglior Musicista
Alexandre Desplat, IL RACCONTO DEI RACCONTI – TALE OF TALES

Miglior Canzone Originale
Simple Song #3 – musica e testi di David Lang, interpretazione di Sumi Jo, YOUTH – LA GIOVINEZZA

Miglior Scenografo
Dimitri Capuani, Alessia Anfuso, IL RACCONTO DEI RACCONTI – TALE OF TALES

Miglior Costumista
Massimo Cantini Parrini, IL RACCONTO DEI RACCONTI – TALE OF TALES

Miglior Truccatore
Gino Tamagnini, Valter Casotto, Luigi D’Andrea, Leonardo Cruciano, IL RACCONTO DEI RACCONTI – TALE OF TALES

Miglior Acconciatore
Francesco Pegoretti, IL RACCONTO DEI RACCONTI – TALE OF TALES

Miglior Montatore
Andrea Maguolo – con la collaborazione di Federico Conforti, LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT

Miglior Fonico di Presa Diretta
Angelo Bonanni, NON ESSERE CATTIVO

Migliori Effetti Digitali
MAKINARIUM, IL RACCONTO DEI RACCONTI – TALE OF TALES

David Giovani
LA CORRISPONDENZA di Giuseppe Tornatore

Miglior Documentario di Lungometraggio
S IS FOR STANLEY di Alex Infascelli

Miglior Cortometraggio
BELLISSIMA di Alessandro Capitani

Miglior Film dell’Unione Europea
IL FIGLIO DI SAUL di Laszlo Nemes (Teodora Film)

Miglior Film Straniero
IL PONTE DELLE SPIE di Steven Spielberg (20 Century Fox)

[Nella foto: Gabriele Mainetti, regista e produttore del film LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT]

CATEGORIE: Premi

1 commento

  1. jerrytarantino / 24 aprile 2016

    Che bella sorpresa i Perfetti Sconosciuti di Genovese!! Felicissimo anche per Mainetti e Garrone,ma Youth ,meritava molto molto di più.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext