John Lasseter lascia la Pixar

Il direttore creativo della Pixar e dei Walt Disney Studios lascia l'azienda, al termine del periodo di autosospensione impostosi dopo le accuse di comportamenti inappropriati.

, di
John Lasseter lascia la Pixar

LASSETER DICE ADDIO ALLA PIXAR

Nelle scorse ore, la Disney ha annunciato che John Lasseter lascerà definitivamente il suo ruolo di direttore creativo della Pixar e dei Walt Disney Studios alla fine del 2018. Lasseter continuerà a lavorare come consulente della casa di produzione, fino al 31 dicembre.
Non è stato ancora reso noto il nome del successore di Lasseter, ma i suoi ruoli alla Pixar e alla Disney potrebbero essere assegnati rispettivamente a Pete Docter, già regista di INSIDE OUT (2015), e Jennifer Lee (FROZEN, 2013).

“PASSI FALSI”

La notizia arriva diversi mesi dopo che Lasseter aveva dichiarato a mezzo stampa che si sarebbe allontanato volontariamente dal lavoro, dopo essersi reso conto di aver commesso atti ritenuti fastidiosi, da lui definiti “passi falsi”, ma che sono stati intesi come molestie vere e proprie, che, in passato, avevano messo a disagio alcune persone che collaboravano con lui.
Lasseter è stato accusato di aver adottato comportamenti inappropriati nei confronti delle donne, fra cui abbracci, baci, palpeggiamenti, commenti sull’aspetto fisico, nonché di fare uso eccessivo di alcool.

“NUOVI OBIETTIVI ARTISTICI”

Nel novembre 2017, in pieno scandalo Weinstein, Lasseter aveva deciso di ritirarsi dal lavoro per circa 6 mesi, scusandosi con le persone che ritenevano di essersi sentite a disagio con lui.
“Nel corso di questo periodo, ho avuto modo di riflettere sulla mia vita, sulla mia carriera e sulle mie priorità personali”, ha dichiarato Lasseter in una nota per la stampa diffusa nelle scorse ore. “Benché continui a essere impegnato nell’arte dell’animazione e la Disney Pixar sia per me una fonte di ispirazione, ho deciso che la fine dell’anno sarà il momento giusto per porre la mia attenzione sui miei nuovi obiettivi artistici. Sono estremamente orgoglioso di ciò che i due studi [ndA: Disney e Pixar] hanno realizzato sotto la mia direzione e sono grato di tutte le opportunità che, alla Disney, mi sono state concesse per dare sfogo alla mia creatività”.
Nel frattempo, Deadline riporta che in azienda il ritorno di Lasseter non è fra i più attesi, tanto da dare vita a una petizione su Change.org che, sui canali social, viene identificata dal tag #LoseLasseter (più o meno, basta Lasseter).
“Se a Lasseter sarà concesso di tornare”, recita la petizione, “non solo verranno insultati centinaia di dipendenti che con il loro lavoro contribuiscono al successo dell’azienda, ma si tollerereranno apertamente comportamenti di quel tipo”.

  • LASSETER E IL SUCCESSO DELLA PIXAR

    John Lasseter, oggi 61enne, ha segnato indelebilmente la storia della Pixar. Oltre a dirigere i primi grandi successi della casa di produzione, ha partecipato alla sua fondazione, nei primi anni Ottanta, insieme a Steve Jobs, il patron della Apple.
    Lasseter, all’epoca animatore della Disney, venne chiamato dalla divisione hardware e software della Lucasfilm di George Lucas per realizzare un’animazione in computer graphic. All’epoca, si trattava di tecniche di animazione ancora in fase di sperimentazione ed estremamente costose. Nel 1984, Lasseter e il suo team realizzarono un cortometraggio, THE ADVENTURES OF ANDRE AND WALLY B, che riscosse un immediato successo fra gli esperti del settore.
    Nel 1986, Jobs acquisì la divisione della Lucasfilm, che, in seguito, avrebbe preso il nome di Pixar Animation Studios, diventando a tutti gli effetti uno studio di animazione.
    Il corto TIN TOY (1988) realizzato dalla Pixar è stato il primo film in cg a vincere un Oscar.
    Da quel momento, la Pixar è stata protagonista di un’ascesa artistica e commerciale costante, con Lasseter sempre al timone. Nel 1995, dopo aver stretto un accordo con la Disney, la casa di produzione fece debuttare il film animato TOY STORY – IL MONDO DEI GIOCATTOLI, diretto dallo stesso Lasseter e premiato nel ’96 con un Oscar speciale.
    Finora, la Pixar ha prodotto una ventina di lungometraggi e oltre trenta corti, vincendo una quindicina di Oscar, esclusi quelli per le colonne sonore.
    Il prossimo film della Pixar in uscita al cinema è GLI INCREDIBILI 2, diretto da Brad Bird. Il lungometraggio sarà nelle sale statunitensi dal 15 giugno e in quelle italiane dal 19 settembre e sarà preceduto dal corto BAO.

CATEGORIE: Curiosità

Lascia un commento

jfb_p_buttontext