Recensione su Basilicata Coast To Coast

/ 20106.6324 voti

La semplicità della leggerezza / 7 Febbraio 2012 in Basilicata Coast To Coast

Bello, bello perchè ti lascia quel senso di senso della vita legato a origini, tradizioni e piccole emozioni che viaggio, amici e amori rinchiudono senza bisogno di nient’altro e senza aver nulla da chiedere.

“La prima considerazione è che abbiamo tempo da pardere… o meglio da regalarci,
dunque il motivo di questo viaggio è farci un regalo… il senso è vedere se siamo
in grado di meritarcelo…”

Quante volte avete bevuto un bicchiere d’acqua nella vostra vita?
Ci sono volte però, che quel sorso di quell’elemento nobile assume
un gusto particolare, vi sembra più buona del solito, vi sembra
più dissetante, più leggera insomma assume un gusto che altri giorni
non avreste notato.
Non dipende solo dall’acqua, credo dipenda dal momento, dal nostro stato
mentale e a volte anche dal contesto, dall’empatia che corpo e mente
ricevno in quel momento dall’acqua stessa oppure da ciò che ci circonda;
non esiste una regola, esiste il momento, esiste una sommatoria di eventi
che fanno si che un momento qualsiasi possa diventare un momento da ricordare,
si tratta di energia, di svariati fattori che sensibilizzano i nostri ricettori.

Durante la visione di questo film, l’ambiente, il contesto, tutto ciò che fa da
cornice al film stesso trasmettono senza filtri l’empatia che un viaggio come quello
non può non trasmettere.

La povertà dei mezzi a disposizione amplifica queste sensazioni, la mancanza quasi
assoluta di quella tecnologia che è la cornice dei giorni nostri impedisce l’alterazione
di quello che un semplice paesaggio con i suoi colori, i suoi profumi e i suoi suoni
ci può regalare.

Basilicata Coast to coast è la storia di quattro amici musicisti che decidono di intraprendere
un viaggio a piedi di 10 giorni per raggiungere la meta di un concerto.
Attraversare da costa a costa la loro regione, la Basilicata appunto, alla ricerca di qualcosa
che nel film risulterà molto chiara.

Io penso che ci siano delle cose che non dovrebbero mai mancare nella vita di ogni persona
che ha un cuore che batte per certi ideali e certe sensazioni, non sono cose proibitive e non
sono cose alla portata di pochi, sono piccole scelte, piccoli regali che dovremmo farci
perchè a differenza dei beni consumistici ci regalarebbero dei doni che porteremmo con noi
tutta la vita e che ne eleverebbero il valore stesso. Molto spesso ci lasciamo convincere
anche dalle nostre stesse coscienze che per regalarci situazioni simili siano neccessari
grandi mezzi e grandi sforzi, spesso non è così, perchè quello che conta realmente non è ne la
destinazione ne i mezzi quanto piuttosto il momento e il desiderio che c’è dentro di noi.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext