Recensione su 13 Assassini

/ 20107.4109 voti

Troppa sangue e poca qualità a parte la scenografia / 30 gennaio 2017 in 13 Assassini

Chiaramente si tratta di un film molto violento, nella prima parte non si combatte per nulla, ma si pongono le basi per la seconda parte dove invece sono botte in quantità…quindi nella prima parte i dialoghi hanno una maggiore rilevanza, ma in questo tipo di film di solito sono un punto debole ed infatti nella mia valutazione pesano negativamente nonostante si nota lo sforzo di dare una valenza anche alla sceneggiatura. Nei combattimenti pensavo di vedere più arti marziali invece più che la qualità il regista ha puntato alla quantità dei combattimenti forse per far sentire lo spettatore partecipe dei combattimenti stessi e in questo credo ci sia riuscito. Un grosso contributo lo da l’ambientazione e la cura delle scene e dei personaggi… che sembrano tutti uguali…almeno io ho avuto difficoltà a distinguerli durante i combattimenti. Un parere personale è che la scena della donna mutilata se la potevano risparmiare…è più da film horror: chi si approccia a questo film immagino sia per il desidero di vedere un film di azione non dell’orrore.

3 commenti

  1. Stefania / 30 gennaio 2017

    Ciao! Per caso, prima di questo, avevi già visto altri film di Miike Takashi? 🙂

    • Metallo pesante (Diego) / 30 gennaio 2017

      Credo di no

      • Stefania / 30 gennaio 2017

        Allora, ti consiglio di recuperare qualcosa: questo film ha bisogno di essere un po’ contestualizzato sia all’interno della filmografia di Miike che della cultura (narrativa, estetica, etnografica) giapponese in generale 🙂
        L’amore per l’eccesso fa -come dire- parte del gioco.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext