2007

30 Giorni di Buio

/ 20075.6260 voti
30 Giorni di Buio
30 Giorni di Buio

Dai fumetti di Steve Niles e Ben Templesmith. In seguito a un totale blackout, un paese dell'Alaska viene assediato per un intero mese da un'orda di vampiri assetati di sangue.
thomasanderson ha scritto questa trama

Titolo Originale: 30 Days of Night
Attori principali: Josh Hartnett, Melissa George, Ben Foster, Danny Huston, Mark Boone Junior, Craig Hall, Chic Littlewood, Manu Bennett, Nathaniel Lees, Elizabeth Hawthorne, Joel Tobeck, Kate Elliott, Camille Keenan, Peter Feeney, Pua Magasiva, Mark Rendall, Amber Sainsbury, Megan Franich, Jared Turner, Kelson Henderson, Dayna Porter, John Wraight, Kate Butler, Thomas Newman, Patrick Kake, Rachel Maitland-Smith, Min Windle, Jack Walley, Elizabeth McRae, Joe Dekkers-Reihana
Regia: David Slade
Sceneggiatura/Autore: Stuart Beattie, Steve Niles, Brian Nelson
Colonna sonora: Brian Reitzell
Fotografia: Jo Willems
Costumi: Jane Holland, Jaindra Watson
Produttore: Sam Raimi, Robert Tapert, Nathan Kahane, Mike Richardson, Aubrey Henderson, Joseph Drake
Produzione: Nuova Zelanda, Usa
Genere: Azione, Drammatico, Thriller, Horror
Durata: 113 minuti

3 maggio 2017 in 30 Giorni di Buio

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Barrow, Alaska, questa cittadina all’estremo nord degli Stati Uniti (realmente esistente, anche se più grande e popolosa di come appare nel film) presenta la particolarità che in un particolare periodo dell’anno, trovandosi sopra il circolo polare artico, vive immersa nel buio per 30 giorni. La maggior parte della popolazione lascia le proprie case... continua a leggere » per trasferirsi in lidi più ospitali durante il mese di tenebre. In città resta solo una manciata di cittadini, tra cui lo sceriffo Oleson (Josh Hartnett) chiamato a investigare su una serie di strani incidenti, prodromo di quello che succederà, e la sua ex-moglie Stella (Melissa George). L’idea, semplice ma geniale, sia della graphic novel sia del film tratto da essa, è che un posto del genere possa diventare un perfetto e irresistibile terreno di caccia per una tribù di vampiri nomadi provenienti dall’Europa centrale. Trenta giorni senza timore del Sole, per loro letale, dove possono banchettare con gli abitanti della città. Non i classici vampiri decadenti, romantici e seducenti tanto di moda, ma dei brutali e crudeli assassini, guidati oltre che dalla necessità vitale di nutrirsi del sangue delle loro vittime, anche dal piacere sadico nel cacciare e uccidere le prede umane. A parte la luce solare, non temono niente, né le croci, né l’acqua santa né tantomeno l’aglio. Parlano tra di loro una strana e antica lingua (inventata per l’occasione) Dopo la mattanza iniziale, i pochi superstiti cercheranno di sopravvivere come possono, fino alla drammatica resa dei conti finale tra lo sceriffo e Marlow (Danny Huston), il capo dell’orda vampiresca. La tensione è sempre alta, prima provocata dall’attesa di qualcosa di misterioso e ignoto, poi dallo scatenarsi delle belve non-morte. Il Generose dosi di sangue rosso vivo, interrompono la bicromia del nero della notte e del bianco della neve, colori nei quali il film è immerso. Il giallo del Sole liberatore sorgerà solo alla fine del film, ma non per tutti i protagonisti ciò significherà la salvezza. Il fumetto di Steve Niles, disegnato in modo schizoide e grottesco da Ben Templesmith, ha avuto diversi seguiti, di cui il primo, 30 Days of Night: Dark Days, ha avuto anch’esso una riduzione cinematografica nel 2010, 30 giorni di buio II, con regista e interpreti diversi.

6 e mezzo / 30 aprile 2017 in 30 Giorni di Buio

Un Horror di buona fattura, con un buon ritmo, un'ottima dose di sangue e una stupenda ambientazione artica, tanto poetica quanto ostile. I vampiri qui sono decisamente più aggressivi e meno affascinanti rispetto alla tradizione romantica, e contano tra le loro fila anche bambini. Le riprese dall'alto della cittadina devastata sono di forte impatto e il... continua a leggere » finale è accetabile.

8 settembre 2013 in 30 Giorni di Buio

Film che mi ha lasciato un pò così, perplessa...troppi generi diversi mescolati tra loro(azione, drammatico e horror), caratterizzazione dei personaggi completamente assente, dialoghi al limite dell'assurdità, finale frettoloso...alla fine l'unica cosa che salvo è l'ambientazione, la fredda e selvaggia Alaska, per il resto non mi ha detto niente di... continua a leggere » che.
Il sex-symbol Josh Hartnett fa quello che può ma, non per essere cinica, come sceriffo ha la stessa credibilità di Cicciolina nei panni di una suora...

L’eroe solitario / 16 maggio 2013 in 30 Giorni di Buio

I soliti cliché riproposti in maniera riadattata,non porta nulla di entusiasmante sullo schermo. Forse unico suo punto a favore sta nell'ambientazione,la vicenda si svolge nella fredda ed oscura Alaska, ma niente di che. Voto 5

22 settembre 2011 in 30 Giorni di Buio

Ambientare un film di vampiri in una cittadina dove ci sono 30 giorni di buio (non si vede il sole) è una splendida idea (la base del film è un fumetto di culto). Il film funziona a tratti, forse un pò troppo lento nella prima parte ma abbastanza avvincente nella seconda. Avrei preferito un maggior approfondimento iniziale dei personaggi (di modo che si... continua a leggere » venisse maggiormente coinvolti nel massacro della seconda parte) e forse anche una maggiore spiegazione sulla provenienza dei vampiri. Bravi Josh Hartnett e Melissa George (marito e moglie nella finzione che però si stanno separando).
Violenza e molto sangue inondano la seconda parte, qualche spavento ma anche qualche interrogativo.
Insomma vista l'idea di partenza, poteva essere gestita meglio anche se il film è abbastanza decente.