Recensione su The Irishman

/ 20197.786 voti

Incantevole! 7,5 / 4 Dicembre 2019 in The Irishman

Il mio aggettivo descrive senza tanti fronzoli un film che non ha molto bisogno di presentazioni.
Scorsese chiama i colossi a rapporto, riprende il suo genere preferito e con l’aiuto della computer graphic slitta tra gli anni 60 e 80 con racconti e lezioni di stile, ma di cui non avevamo bisogno.
Conosciamo la sua “mano” e anche se questo un film destreggia le sue trame in un bel pezzo di storia americana in modo superlativo, dopo le 3h e mezza di film ci rendiamo conto che forse non serviva.
Il regista ci dimostra che dagli anni 90 a oggi è ancora capace di stupire, ma senza cambiare la sua ricetta di gangster movie: mantiene le stesse tecniche, stesse fotografie, colori, ambientazioni e il risultato è ottimo come con “Quei Bravi Ragazzi”.
Insomma: un signor film (in un catalogo Netflix un po’ scadente in quanto a produzioni…) ma serviva spendere tutti quei milioni di dollari x la computer graphic?
Critiche a parte, dó al film un 7,5: interpretazioni gloriose, cast stellare, ottima regia, colonna sonora e tutto il resto.
Ma… la morale??
Forse era quella di ridare un colpo di coda alle tante orrende produzioni Netflix, che a film abbiamo scoperto essere carente in qualità.

Ps: a ripensarci, di questo genere e sempre di Scorsese preferisco molto di più “Casinó”, che mi andró a rivedere a breve. Quello sì che è un film che sfiora il 9, per me!!!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext