Recensione su Star Wars - Il risveglio della Forza

/ 20157.0425 voti

Il voto sarebbe un 8.5 / 22 dicembre 2015 in Star Wars - Il risveglio della Forza

Nel buio della sala, l’attesa per il solito motivo che dà inizio a Star Wars è come per il motivetto della Champions e le premesse non sono state deluse.
J.J. Abrams dopo aver rilanciato la saga di Star Trek, dà vita a uno splendido episodio di Guerre Stellari con molte citazioni della prima trilogia, al limite (per qualcuno oltre) del remake.
In effetti i paralleli e i paragoni tra questo e il primo film (quarto episodio) si sprecano: ad esempio è fantastica la scena nel locale di Maz con varie razze presenti. Il ritmo alto, l’aggiunta di nuovi ottimi personaggi (la bella e misteriosa Rey, il disertore Finn, il pilota Poe) e vecchie conoscenze (Han Solo e Chewbacca, Leia e lo scomparso Luke) danno valore aggiunto al film.
Splendide le scene d’azione (bellissimo l’inseguimento tra il Millenium Falcon e le astronavi nemiche), qualche mistero, drammi familiari e qualche piccola forzatura (su cui io sono passato sopra senza problemi ma per altri potrebbe essere più di “disturbo”).
Il simpatico robottino BB-8 fa le veci di R2-D2.
Splendida sorpresa Daisy Ridley nei panni di Rey, fantastico anche John Boyega nel ruolo di Finn e bravo Oscar Isaac in quello di Poe. Nel ruolo, nascosto talvolta della maschera, di Kylo Ran troviamo Adam Driver. Solito ruolo “nascosto” dal performance capture di Andy Serkis come il Leader Supremo Snoke che fa da balia (come performance) al premio oscar Lupita Nyong’o come Maz.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext