Operazione Valchiria

/ 20087.0282 voti
Operazione Valchiria

Il colonnello Stauffenberg è sempre stato un fedele servitore del suo paese ma è preoccupato che Hitler possa lasciare nel caos la Germania e l'Europa. Rendendosi conto che il tempo sta per scadere, decide di passare all'offensiva: nel 1942, egli cerca di convincere alcuni alti ufficiali della necessità di rovesciare Hitler. Un anno dopo si unì alla Resistenza tedesca e partecipa all'Operazione Valchiria per eliminare il Führer. Mentre era in origine uno dei numerosi cospiratori, Claus von Stauffenberg si ritrova presto in prima linea: è ​​lui che deve uccidere Hitler ...
Andrea ha scritto questa trama

Titolo Originale: Valkyrie
Attori principali: Tom CruiseKenneth BranaghBill NighyTom WilkinsonCarice van HoutenThomas Kretschmann, Terence Stamp, Eddie Izzard, Kevin McNally, David Bamber, Tom Hollander, David Schofield, Christian Berkel, Kenneth Cranham, Jamie Parker, Ian McNeice, Danny Webb, Bernard Hill, Chris Larkin, Matthew Burton, Gerhard Haase-Hindenberg, Matthias Freihof, Halina Reijn, Anton Algrang, Werner Daehn, Matthias Schweighöfer, Andy Gätjen, Philipp von Schulthess, Karl Alexander Seidel, Justus Kammerer, Frank Christian Marx, Florian Panzner, Tim Williams, Julian Morris
Regia: Bryan Singer
Sceneggiatura/Autore: Christopher McQuarrie, Nathan Alexander
Colonna sonora: John Ottman
Fotografia: Newton Thomas Sigel
Costumi: Joanna Johnston, Pamela Wise, David Crossman, Dulcie Scott
Produttore: Gilbert Adler, Bryan Singer, Christopher McQuarrie, John Ottman
Produzione: Germania, Usa
Genere: Azione, Drammatico, Storia
Durata: 121 minuti

HITLER: IMPOSSIBLE / 20 Giugno 2017 in Operazione Valchiria

Brian Synger e Tom Cruise uniscono le forze per dare vita ad un prequel di stampo storico di Mission:Impossible. L’operazione non riesce (in tutti i sensi) ma incassa comunque un bel gruzzolo generando persino un sequel (possibile?).

Negli ultimi anni Cruise ha sviluppato decisamente troppo potere deliberativo nelle produzioni che lo vedono coinvolto e per qualche motivo tutti i suoi film recenti tendono ad assomigliarsi. Klaus von Stauffenberg viene rappresentato come un Ethan Hunt degli anni ’40…sminuente svilire una figura del genere.

La resistenza tedesca non viene praticamente sviluppata. La sceneggiatura tratta molto sommariamente le motivazioni che portano al tradimento da parte degli alti papaveri.
Non c’è spazio per lo sviluppo umano di nessuno…nemmeno quello del protagonista. Nessuno tentenna, nessuno è terrorizzato la notte…tengono tutti la barra dritta senza tremolii.

La stragrande maggioranza degli attori sono britannici con il thè delle cinque stampato in faccia e non riuscivo a sentirli teTEschi di germania autentici nemmeno per un attimo. Cruise fa Cruise.

Insufficiente per me e poco attraente.

Leggi tutto

Von Stauffenberg per poco non ce la faceva… / 20 Gennaio 2017 in Operazione Valchiria

La storia del fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944 viene portata sul grande schermo senza particolari originalità stilistiche, con un piglio da fiction.
Tom Cruise partecipa al progetto sia come produttore, sia vestendo i panni del protagonista, il colonnello Claus von Stauffenberg, che fu tra i principali artefici del tentativo.
Il film sconta la difficoltà nella creazione di suspense attorno ad una vicenda il cui esito è notorio; eppure ciò dovrebbe essere un difetto comune a tutti o quasi i film storici, che spesso però hanno il buonsenso di non puntare tutto proprio sulla suspense.
Singer invece dà molta importanza a tale aspetto, fino ad arrivare a costruire un clima da thriller, con il risultato di giocarsi in parte la credibilità della sceneggiatura.
Nel complesso il film non è tuttavia un fallimento (o, almeno, lo fu soltanto da un punto di vista commerciale), grazie alle interpretazioni più che discrete dei molti attori non protagonisti e dello stesso Tom Cruise, stroncato da più parti, ma che non sembra sfigurare nel difficile ruolo del colonnello von Stauffenberg.
La pellicola fa emergere il lato “buono” della Germania ai tempi del nazismo, identificato in coloro che tentarono, seppur tardivamente, di opporsi alle follie di Hitler e dei suoi accoliti.
Le inesattezze storiche sono limitate e non inficiano il giudizio sull’opera, ma proprio per questo viene da chiedersi se non valesse la pena essere rigorosi fino in fondo.

Leggi tutto

INCISIVO E FORTE, 7,5 / 15 Luglio 2014 in Operazione Valchiria

Nonostante Tom Cruise interpreti il protagonista allo stesso modo di tutti i suoi film d’azione (crede ancora sia una “Mission: Impossible”?!), questo film tiene il ritmo, tra spionaggio e guerra, di una trama alquanto approfondita, vista dal cuore della Germania della Seconda Guerra Mondiale. Merita una guardatina, anche due!

23 Giugno 2011 in Operazione Valchiria

Io con Cruise ho un conto sospeso, con lui protagonista ho il massimo numero di film mai finiti per sopraggiunta noia.
E questo l’ho finito!
Quindi, da un lato il film, a mio parere, regge, forse perchè l’aggancio storico, per quanto non accurato, è comunque robusto; poi perchè è finalmente un film parlato, di situazioni, alla ricerca di una atmosfera, senza muscolarità.
Certo il gruppo dei massimi gerarchi accanto a Hitler è proprio buttato un po’ via, certo ogni qual volta si tenta di rappresentare Hitler in persona si cade nel banale, non c’è il fascino, non c’è abbastanza l’idea del potere totale.
Ma a livello della storia di spie, in fondo è una storia di spie che preparano il colpo, è abbastanza resa bene, con ingranaggi da oliare, persone da convincere, dispacci da far pervenire in tempo, coincidenze da far rispettare.

Manca il nazismo? Ma non era tema per questo film, che è appunto un film diverso, un ocean 11 in fondo

Leggi tutto

13 Maggio 2011 in Operazione Valchiria

Bellissimo film storico che sottolinea come in Germania, durante la Seconda Guerra mondiale, non tutti erano d’accordo con la politica di Hitler e con quello che stava succedendo.
Questo film sottolinea il coraggio di questi uomini, di mettere tutto in discussione x cercare di salvare il futuro della propria Nazione.
Ma in Germania non c’erano solo queste due categorie di persone, ovvero quelli convinti del progetto di Hitler e quelli che cercavano di opporsi: c’era anche una “terza” categoria. Quelli che erano indecisi su che posizione prendere, timorosi di dover perdere tutto oppure paurosi delle conseguenze se si fossere schierati contro Hitler. Nel film c’è un esempio lampante di questa categoria.
Il film è intenso e appassionante nonostante si sappia fin dall’inizio come andrà a finire (tranquilli non sto svelando nulla, è storia); i preparativi e l’esecuzione con la suspence seguita all’attentato.
Tom Cruise è ottimo nel ruolo del colonnello Von Stauffenberg che, a costo di mettere a rischio la propria famiglia, cerca a tutti i costi di fermare Hitler (ma non solo).
Bravissimi anche i comprimari: Terence Stamp, Kenneth Branagh, Tom Wilkinson e Carice Van Houten (già vista in un altro film di nazisti, Black Book di Verhoeven).
Bryan Singer si confronta col Nazismo dopo averlo già affrontato in X-Men (Magneto e i campi di concentramento) e ne L’allievo.

Leggi tutto