Recensione su Festen

/ 19987.6122 voti

Segreti di famiglia. / 28 Gennaio 2014 in Festen

Quella che potrebbe essere una “semplice” commedia nera, diventa in breve tempo un dramma a tinte luride: Vinterberg sferra un calcio nello stomaco dello spettatore, tratteggiando un universo famigliare da incubo.

Le verità taciute, l’evidenza negata, l’indifferenza maniacale sono le vere protagoniste del film: come Parche, tessono il destino dei protagonisti e ne segnano la parabola dolorosa.

Sempre più mi stupisco dinanzi alle messinscene cinematografiche provenienti dal Nord Europa e sempre più ne apprezzo il punto di vista lucido ed originale che pare (sottolineo, pare) riportare all’essenza primigenia qualsivoglia argomento, destrutturandolo.
Di Vinterberg, finora, avevo visto solo il pregevole Il sospetto: quest’opera precedente rafforza in me l’ottima impressione ricevuta in prima battuta.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext