Recensione su Hunger Games: la ragazza di fuoco

/ 20137.3650 voti

Il voto sarebbe un 7.5 / 2 Dicembre 2013 in Hunger Games: la ragazza di fuoco

Secondo capitolo della trilogia tratta dai romanzi di Suzanne Collins.
Utile, se non indispensabile, la visione del primo capitolo per potersi godere meglio la visione.
Prima parte incentrata sul ritorno a casa di Peeta e Katniss, adesso alloggiati nel villaggio dei vincitori, che dovranno intraprendere un tour nei vari distretti dove assisteranno alla desolazione e a un inizio di ribellione.
Sotterfugi da parte del presidente Snow, un bastardo Donald Sutherland, per poter mantenere il controllo dittatoriale su Panem.
Nella seconda parte i nostri “eroi” torneranno nell’arena dove dovranno affrontare non solo gli altri vincitori delle precedenti edizioni ma soprattutto le interferenze esterne create ad hoc dal nuovo stratega Plutarco, interpretato da Philip Seymour Hoffman.
Ottimo secondo capitolo con azione, sentimenti e un regime tra il nazista e Orwell (1984). Sempre bella e brava Jennifer Lawrence, ben supportata da Josh Hutcherson (Peeta) e dal fidanzato “reale” Liam Hemsworth. Elizabeth Banks sempre eccentrica nei panni di Effie, anche se un pò più umana quasi materna nei confronti di Katniss e il fantastico Woody Harrelson nei panni del mentore Haymitch. Spettacolari i costumi creati dallo stilista Lenny Kravitz e un pò sopra le righe il “presentatore” Stanley Tucci. Oltre alla new entry Philip Seymour Hoffman, troviamo anche Jena Malone nei panni di Johanna Mason (Vincitrice passata del Distretto 7) e Amanda Plummer (Wiress, Distretto 3).
In attesa dell’ultimo capitolo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext