Recensione su The Divergent Series: Allegiant

/ 20165.9129 voti

Al di là del muro / 14 Marzo 2016 in The Divergent Series: Allegiant

Terzo capitolo della saga di Divergent, ed essendo una trilogia non è l’ultimo come purtroppo ormai “tradizione” (viene spezzato in due come Hunger Games); consigliato il ripasso del capitolo precedente
prima della visione (stavolta ho provveduto e mi ha aiutato molto).
Evelyn (Naomi Watts) non si dimostra molto meglio del suo predecessore Jeanine, Tris e Quattro vorrebbero dare ascolto al messaggio degli Antichi e oltrepassare la recinzione.
Eludendo la sorveglianza ce la faranno e il mondo al di là della Recinzione non è esattamente quello che si aspettavano.
Il film alterna alcune belle sequenze di paesaggi (il mondo al di là della Recinzione) , con azione e introspezione dei personaggi: Tris tende sempre più ad assomigliare a Katniss. Possibile leader della Ribellione senza volerne troppo farne parte; è umana, quindi soggetta ad alcuni sbagli (e sensi di colpa, soprattutto nel precedente capitolo) che la faranno discutere con Quattro.
Insomma una Tris che fa un mix tra azione e politica mentre più soggetto all’azione Quattro.
Come nuova entrata nel cast abbiamo Jeff Daniels nei panni del Direttore, il resto del cast più o meno confermato (tranne ovviamente Kate Winslet uscita di scena nel capitolo precedente)

Lascia un commento

jfb_p_buttontext