Sundance 2016: i film della Midnight section

L'organizzazione del Sundance Film Festival (21-31 gennaio 2016) ha diffuso l'elenco dei film che comporranno la Midnight section, la sezione della manifestazione dedicata ai film più curiosi ed estremi. Tra i registi, anche Kevin Smith e Rob Zombie.

, di

I PRIMI FILM DEL SUNDANCE 2016: LA MIDNIGHT SECTION

Il Sundance Film Festival ha reso noti i 9 film che comporranno la cosiddettaMidnight section dell’edizione 2016 (21-31 gennaio) che si svolgerà ancora una volta a Park City, Salt Lake City, Ogden e Sundance, nello Stato dello Utah.
Per tradizione, le proiezioni di mezzanotte sono tra quelle più note ed attese della manifestazione, caratterizzate da temi e toni più estremi rispetto agli altri titoli in programma: nel 1991, l’organizzazione del Festival decise di introdurle a notte fonda nel cartellone degli eventi proponendola come “una speciale vetrina delle esperienze cinematografiche più impegnative scelte tra quelle offerte dal panorama mondiale e infine presentate nell’ora più difficile [della giornata]”.
Negli anni precedenti, le proiezioni della Midnight section hanno annoverato film di successo (sia di critica che di pubblico) come SAW (2004), BABADOOK (2014), WHAT WE DO IN THE SHADOWS (2014) e THE DESCENT (2005).
Anche quest’anno, la selezione annovera film molto differenti tra loro che spaziano dall’horror alla commedia, passando per altre opere difficili da catalogare, ma che dovrebbero essere in grado di tenere particolarmente desta l’attenzione degli spettatori: tra i registi, oltre ad alcuni esordienti, figurano anche due grossi nomi del cinema indie, Rob Zombie e Kevin Smith.

MIDNIGHT SECTION 2016: TUTTI I FILM

Ecco i 9 film inseriti nella Midnight section del Sundance 2016: tutti i titoli saranno presentati in anteprima mondiale.

ANTIBIRTH (Stati Uniti): in una piccola comunità frequentata assiduamente da militari dediti al consumo di droga, dopo una notte di baldoria, l’allucinato Lou si sveglia decisamente poco in forma. Accusa i sintomi di una strana malattia ed ha visioni ricorrenti. Con Natasha Lyonne, Chloë Sevigny, Mark Webber, Meg Tilly, Maxwell McCabe-Lokos. Scritto e diretto da Danny Perez.

THE BLACKOUT EXPERIMENTS (Stati Uniti): un gruppo di amici entra in contatto con un mondo sotterraneo chiamato Blackout, in grado di fornire un’indicibile e spaventosa esperienza psicosessuale, in bilico tra ossessioni paranoiche e realtà. Scritto e diretto da Rich Fox.

31 (Stati Uniti): un gruppo di amici viene rapito da una banda di squilibrati e condotto in un luna park abbandonato. Qui, i ragazzi dovranno partecipare ad un sadico gioco, chiamato “31”: vince chi sopravvive. Con Sheri Moon Zombie, Malcolm McDowell, Richard Brake, Lawrence Hilton-Jacobs, Jeff Daniel Phillips, Meg Foster. Scritto e diretto da Rob Zombie.

CARNAGE PARK (Stati Uniti): 1978, California. Uno scalcinato gruppo di malviventi organizza una rapina in una piccola filiale bancaria di provincia, prendendo una persona in ostaggio. In fuga verso l’interno del Paese, la banda diventa il bersaglio di un ex-militare, infallibile cecchino. Con Ashley Bell, Pat Healy, Alan Ruck, Darby Stanchfield, James Landry Hébert, Larry Fessenden. Scritto e diretto da Mickey Keating.

THE GREASY STRANGLER (Stati Uniti): Big Ronnie e suo figlio Brayden sono a bordo del Big Ronnie’s Disco Walking Tour, un originale discoteca viaggiante. Entrambi mettono gli occhi su Janet, una cliente salita a bordo del mezzo per ballare: tra padre e figlio, si scatena una vera e propria lotta e il famigerato strangolatore Greasy Strangler compare sulla scena. Con Michael St. Michaels, Sky Elobar, Elizabeth De Razzo, Gil Gex, Jesse Keen, Joe David Walters. Scritto da Jim Hosking e Toby Harvard e diretto da Jim Hosking.

YOGA HOSERS (Stati Uniti, Canada): Colleen Collette e Colleen McKenzie sono due amiche adolescenti che condividono la passione per i propri smartphone, lo yoga ed il lavoro di commesse in un negozio di alimentari. Proprio sotto il pavimento dell’attività commerciale le due ragazze scoprono un antico segreto sepolto là sotto da molti anni. Con Lily-Rose Depp, Harley Quinn Smith, Johnny Depp, Justin Long, Austin Butler, Tyler Posey. Scritto e diretto da Kevin Smith.

OUTLAWS AND ANGELS (Stati Uniti): nel vecchio West, una banda di fuorilegge in fuga da un cacciatore di taglie si introduce nella fattoria di una tranquilla famiglia. Durante una lunga notte si svilupperanno inedite dinamiche ed un’agguerrita lotta per la sopravvivenza. Con Chad Michael Murray, Francesca Eastwood, Luke Wilson, Teri Polo, Madisen Beaty, Nathan Russell. Scritto e diretto da JT Mollner.

TRASH FIRE (Stati Uniti): Owen è costretto a confrontarsi una volta per tutte con l’oscuro passato da cui tenta di fuggire da tutta la vita. Lui e la sua ragazza, Isabella, resteranno impigliati in una vera e propria rete di bugie, inganni e omicidi. Con Adrian Grenier, Angela Trimbur, AnnaLynne McCord, Fionnula Flanagan, Matthew Gray Gubler, Ray Santiago. Scritto e diretto da Richard Bates Jr.

UNDER THE SHADOW (Gran Bretagna, Giordania): Teheran, 1988. Mentre è in corso l’ottavo anno di conflitto armato tra Iran e Iraq, madre e figlia tentano di sopravvivere alla guerra e ad una misteriosa entità che si è insinuata nel loro appartamento. Con Narges Rashidi, Avin Manshadi, Bobby Naderi, Ray Haratian, Arash Marandi. Scritto e diretto da Babak Anvari.

I CORTOMETRAGGI DELLA MIDNIGHT SECTION

Da quest’anno, la Midnight section del Sundance ospiterà anche una sezione dedicata ai cortometraggi in live action: già pubblicati su un sito parallelo del Festival (purtroppo, i video non sono visibili dall’Italia), tra attori e registi annoverano nomi importanti come Michael Cera, Ben Schwartz e Denis Villeneuve che, nel 2008, con il corto NEXT FLOOR ora presente al Sundance, ha vinto il premio Canal+ a Cannes.

[Nella foto: una foto promozionale di YOGA HOSERS che ritrae Lily Rose Depp, Kevin Smith e Harley Quinn Smith]

CATEGORIE: Festival

1 commento

  1. sempreassurda / 29 novembre 2015

    Molto interessanti queste storie. Antibirth mi ispira molto

Lascia un commento

jfb_p_buttontext