Recensione su I Tenenbaum

/ 20017.6644 voti

21 Settembre 2013

Lo stile registico di Anderson, nonostante la giovane età, è già solidamente definito, ma è un meccanismo fragile, che si gioca sul limite dell’autocompiacimento. La sua straordinaria potenza visiva trascina sapientemente lo spettatore in un gioco fruitivo che coinvolge fin da subito, rimescola le carte, infine stanca: come di fronte a una sfilata visiva e musicale del vintage, o a un album di figurine che appartengono al passato, ti colpiscono e si dimenticano.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext