Recensione su Shame

/ 20117.0514 voti

14 Aprile 2012

Forse è un voto esageratamente alto, ma sebbene abbia visto questo film (che aspettavo con ansia) molto in ritardo rispetto alle previsioni, cosa che ha naturalmente fatto si che venissi a parte dei giudizi di quanti mi hanno preceduto, non sono rimasto per nulla deluso.
Anzi, il film è andato ben oltre le mie aspettative e non solo per la straordinaria performance di Fassbender (avrebbe meritato una candidatura all’oscar e se la sarebbe senza dubbio giocata alla pari con Dujardin), ma anche per un’ottima regia (da oggi gli Steve McQueen che mi piacciono sono due!), che segue le perversioni e le frustrazioni di Fassbender con uno sguardo distaccato e partecipe al contempo. Ad essere protagonista è il corpo di Brandon, fibroso e pallido, che rispecchia un’anima in pena, pervasa da un senso di dipendenza che gli impedisce di vivere a pieno i sentimenti.
Brandon – ma anche Sissy – sono persone bruciate nel vivo, prigioniere di una qualche aberrazione psicologica che non permette loro di esprimersi in maniera sincera ed appassionata.
Il sesso, ma non solo, l’orgasmo, diventano il solo registro con cui Brandon conferisce un senso ai rapporti. Ed il tragico è che ne è cosciente e che lui stesso disprezza se stesso per questo.
Ma venirne a capo non è semplice.
Rendere in maniera seria e non banale il dramma di queste persone non è cosa semplice e per questo l’accoppiata Fassbender-McQUeen funziona alla grande.
Nel film anche la musica gioca un ruolo essenziale. L’apice della disperazione di Brandon è sottolineato da un motivo musicale perfettamente intonato.
E anche la scelta dello sfondo non è casuale. Una città indifferente e ricca di tentazioni, come New York, è l’inferno perfetto per le vicende di due fratelli che non sono cattivi, ma sono sfortunati.
Ed ora aspetto con ansia “Hunger” (2008!) di nuovo con la coppia McQUeen-Fassbender.

8 commenti

  1. laschizzacervelli / 14 Aprile 2012

    Condivido in pieno tutto quello che hai scritto, anch’io mi aspettavo almeno una candidatura per Fassbender che trovo l’attore “giovane” più talentuoso in circolazione al momento: purtroppo pare che McQueen non faccia impazzire i papaveri dell’Academy, altrimenti anche “Hunger” si sarebbe meritata una statuetta (se non un paio), guardalo e poi mi dici! 😉

  2. henricho / 16 Aprile 2012

    Ad Hollywood sono eccessivamente bigotti per certe cose e totalmente lascivi in altre..peccato!
    Ho sentito che “Hunger” dovrebbe uscire al cinema a fine mese e spero sia vero perchè non voglio proprio perdermelo e a maggior ragione, visto che mi confermi che è un buon lavoro! 😉

  3. laschizzacervelli / 18 Aprile 2012

    Al CINEMA???? non ci credo, dopo soli 4 anni hanno deciso di distribuirlo in Italia? Comunque meglio tardi che mai, grazie per la dritta! 🙂

  4. Stefania / 18 Aprile 2012

    @laschizzacervelli: uscirà il 27/4 😉

    • laschizzacervelli / 18 Aprile 2012

      grande notizia!! Quindi immagino l’abbiano doppiato, speriamo non abbiano fatto i soliti macelli… comunque grazie ragazzi, siete sempre provvidenziali! 😉

  5. henricho / 18 Aprile 2012

    Confido che non cambino neppure il titolo…si rischierebbe troppo! 😉

  6. laschizzacervelli / 18 Aprile 2012

    Da quello che vedo in rete pare che il titolo sia rimasto lo stesso, del resto anche “Shame” non è stato tradotto…che McQueen abbia minacciato i distributori italiani! 😉

  7. Stefania / 19 Aprile 2012

    Da quel che so, il titolo resterà immutato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext