2013

Oldboy

/ 20135.673 voti
Oldboy
Oldboy

Dopo essere rimasto imprigionato per quindici anni in un luogo non meglio precisato, un uomo torna in libertà e ha solo cinque giorni per scoprire i motivi della sua reclusione.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Oldboy
Attori principali: Josh BrolinElizabeth OlsenSamuel L. JacksonSharlto CopleyLance ReddickMichael Imperioli, Max Casella, Richard Portnow, Ilfenesh Hadera, Grey Damon, Rami Malek, James Ransone, Linda Emond, Hannah Simone, Pom Klementieff, Violet Hill, Elvy Yost, Gino Galento, Hannah Ware, Kerry Cahill, Lizzy DeClement
Regia: Spike Lee
Sceneggiatura/Autore: Mark Protosevich
Colonna sonora: Roque Baños
Fotografia: Sean Bobbitt
Produttore: Doug Davison, Roy Lee, Spike Lee, Nathan Kahane, Kim Dong-joo, John Powers Middleton, Peter Schlessel
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Thriller
Durata: 104 minuti

Spike Lee non sei degno di una Canon / 4 Marzo 2016 in Oldboy

Prendi un’idea geniale che fa invidia a Tarantino, falla diventare americana, togli tutto il significato modificando storia e FINALE perchè altrimenti non te lo fanno produrre et voilà!
Hai dimostrato di essere uno zotico incapace che insulta senza ritegno un’opera che fa da pilastro per un genere di film, questa recensione è piu’ ha chi ha diretto questo scempio che chi ha recitato lo stesso, loro non hanno colpe fondamentali.
Il peggio del cinema è qui signori.

Leggi tutto

Mettiamo da parte l’originale, e godiamoci Spike Lee: 7! / 18 Ottobre 2014 in Oldboy

Io non ho ancora visto l’originale coreano che tutti acclamano come “migliore di questo” (visto commenti da 10!) ma devo dire che Spike Lee, in questo piccolo gioiello, sa il fatto suo e ci stupisce. Bello, incalzante, esagerato, violento. E un finale che lascia di stucco…. Senza dubbio vedrò anche l’originale, ma questo non mi ha deluso per niente… un bel 7, e forse è anche poco…

Leggi tutto

Spike… vai al mare… / 4 Agosto 2014 in Oldboy

Immagino la scena: Spike Lee non aveva nulla da fare e decide di andare al cinema. Non sapendo cosa andare a vedere prende il quotidiano: in un cinema d’essai proiettano OLDBOY di Park Chan-wook, vincitore del Grand Prix Speciale della Giuria al Festival di Cannes 2004.
“Però… deve essere interessante… speriamo non sia lento.”
Rimane folgorato da questa pellicola.
Bellissima.
Incredibile.
Geniale.
Tremenda.
Perfetta.
Addirittura non ci dorme.
Ripensa e ripensa.
Ha in mente sempre la stessa ossessionante domenda:
“E’ possibile fare un remake e rovinarlo?”
E dopo averci pensato più volte si getta in questa impresa…
E CI RIESCE!!!!
Bravo Spike…
Hai fatto una schifezza!!!
PIRLA!!!
Ad maiora!

Leggi tutto

Monnezza Cinematografica / 24 Aprile 2014 in Oldboy

Revisione manichea, politicamente corretta, a favore del digrignare dei denti e che segue stupidamente i binari dell’imitazione anziché discostarsi del tutto, trasformandosi così in pura spazzatura cinematografica.

Ridi e il mondo riderà con te. Pian..?! No, aspetta un momento… / 17 Aprile 2014 in Oldboy

La più grande fatica nel vedere questo film risiede nello staccarsi totalmente dalla pellicola di Park Chan-Wook. Io ci ho provato. E mi spiace dirlo, ma alla fine penso di non esserci riuscito. Quando vedevo determinati elementi (l’appartamento, il martello) dovevo fare di tutto per non far andare la mente in QUELLA direzione.
Remake o meno, la pellicola è godibile, bisogna dirlo. Non mi ha annoiato per nulla e per certi versi è fedele alla sua controparte coreana. Il problema è che questo aspetto, che in teoria dovrebbe essere considerato un pregio, si rivela in realtà un grosso difetto. Spike Lee non fa nulla per rendere il suo Oldboy veramente suo. Cambia gli interpreti, cambia qualche dettaglio, ma la sensazione finale che colpisce lo spettatore è quella di aver visto una mediocre imitazione, svuotata per giunta del suo carisma originale. Odio essere banale, ma questo confronto tra le due pellicole è praticamente inevitabile. Se parlassimo di un film che si ispira parzialmente a qualcos’altro forse sarebbe tutto più facile. Ma qui no. Qui parliamo di un film che si è ispirato ad un altro film.
Cosa aggiunge tra virgolette la visione di questo Oldboy rispetto al precedente? Nulla. Una volta terminato il film non mi ha trasmesso niente. E allora il problema non sta nella pellicola in sé viene da chiedersi, ma a monte. Bisognerebbe toccare l’argomento dei remake fatti negli ultimi anni soltanto per scopi commerciali o per mancanza di idee. Ma visto che il discorso è lungo e dispersivo, non mi sembra proprio il caso.
Fattore importante è anche quello dello stile. Park Chan-Wook dava raffinatezza ad ogni singola sequenza della sua pellicola. Tutto era opprimente, claustrofobico, malinconico ed emotivamente distruttivo, ma pur sempre curato ed elegante. Spike Lee in questo film parla una lingua diversa e la storia di vendetta si presta fondamentalmente ai canoni dell’action-thriller americano.
Anche gli interpreti non mi hanno convinto molto sinceramente. Salvo però Josh Brolin. Il suo Joe è lontano dal caro vecchio Dae-su, ma tra tutti è quello che spicca di più.
Morale: se l’altro Oldboy era semplicemente un capolavoro, questo è un film carino e nulla di più. Viene però da chiedersi se, effettivamente, ha davvero senso di esistere.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.