Recensione su Le crociate

/ 20056.2280 voti

Due film completamente diversi / 22 Gennaio 2014 in Le crociate

Tempo fa vidi la versione distribuita nelle sale, e mi piacque abbastanza. Avevo principalmente riserve su Orlando Bloom, che con il resto del cast non c’entrava per niente. Ma la storia e soprattutto il messaggio mi piaceva, tranne che per quella che percepivo come una forzatura della trama. Che senso aveva che Balian abbandonasse la regina Sybilla e permettesse al sanguinario Guy di ottenere il potere?

La risposta è semplice: perché la versione cinematografica non è il film di Ridley Scott. Il film è la versione estesa. La trama cambia radicalmente, tutte le discrepanze si ricompongono nella sottotrama del figlio di Sybilla e nipote del re di Gerusalemme, sottotrama completamente mancante nel film visto al cinema.
Persino i dialoghi sono stati editati. Davvero, due film completamente diversi, e la Director’s Cut è un autentico capolavoro. Mi riesce persino più sopportabile la presenza di Orlando Bloom, che ne viene ulteriormente marginalizzato rispetto a tutte le trame che si intrecciano in questo film.
Da cui il mio voto così alto, per la cronaca. E’ rigorosamente riferito alla Director’s Cut.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext