Jojo Rabbit

/ 20197.9362 voti
Jojo Rabbit

Film tratto dal romanzo 'Il cielo in gabbia' di Christine Leunens. Germania, Seconda Guerra Mondiale. Jojo è un bambino di 10 anni, fervente nazista, che, per amico immaginario, ha nientemeno che Adolf Hitler ed è grazie ai suoi strampalati consigli che Jojo prova a superare le difficoltà dell'infanzia. Un giorno, il ragazzino, membro di una sezione giovanile dell'esercito nazista, fa una scoperta sconvolgente e apprende un segreto celato dalla madre.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Jojo Rabbit
Attori principali: Roman Griffin Davis, Thomasin McKenzie, Scarlett Johansson, Taika Waititi, Sam Rockwell, Rebel Wilson, Alfie Allen, Stephen Merchant, Archie Yates, Luke Brandon Field, Joe Weintraub, Brian Caspe, James McVan, Judith Georgi, Victoria Hogan, Bethany Adams, Iva Šindelková, Matej Seifert, Trish Osmond, Odeta Cali, Samuel Bogner, Robert East, Curtis Matthew, Hardy Griffin Davis, Christian Howlings, Billy Rayner, Gabriel Andrews, Stanislav Callas, Sam Haygarth, Issy Stewart, Gilby Griffin Davis, Adolf Hitler, Mostra tutti

Regia: Taika Waititi
Sceneggiatura/Autore: Taika Waititi
Colonna sonora: Michael Giacchino
Fotografia: Mihai Malaimare Jr.
Costumi: Mayes C. Rubeo, Kateřina Polanská
Produttore: Taika Waititi, Kevan Van Thompson, Chelsea Winstanley, Carthew Neal
Produzione: Germania, Usa
Genere: Drammatico, Guerra, Commedia, Famiglia
Durata: 108 minuti

Dove vedere in streaming Jojo Rabbit

Testimonianza e danza / 31 Maggio 2023 in Jojo Rabbit

JoJo Rabbit, diretto da Taika Waititi, è un film straordinario che affronta il tema delicato della Shoah con un mix unico di commedia e dramma. Ciò che rende questo film così potente è il suo messaggio tangibile sul valore delle relazioni umane nel contesto di un evento storico così tragico e doloroso.

Il protagonista, JoJo, è un giovane ragazzino tedesco coinvolto nell’ideologia nazista durante la Seconda Guerra Mondiale. La sua visione del mondo viene messa in discussione quando scopre che sua madre nasconde una ragazza ebrea nel loro sottotetto. L’incontro con questa ragazza, Elsa, cambia la vita di JoJo in modo profondo e lo costringe a confrontarsi con la propaganda e l’odio che ha imparato.

Il rapporto tra JoJo ed Elsa è il fulcro del film e rappresenta il valore delle relazioni umane basate sulla comprensione reciproca e l’empatia. Attraverso il loro legame, JoJo impara a vedere l’umanità negli altri, anche se diversi da lui, e a rifiutare l’ideologia di odio che lo ha condizionato. La storia di JoJo Rabbit ci ricorda che è attraverso il dialogo, l’amore e l’accettazione reciproca che possiamo superare i pregiudizi e le divisioni.

Ma il film non si limita solo a una storia personale. Porta anche una testimonianza importante sulla Shoah, sfidando la narrazione dominante e invitandoci a riflettere sulle conseguenze dell’odio e della discriminazione. Nonostante sia trattato con un tocco di ironia, JoJo Rabbit ci ricorda con forza l’orrore e la tragedia subita da milioni di persone e la necessità di imparare dalla storia per evitare che si ripeta, come scritto da Levi e dalla Arendt.

L’abilità di Taika Waititi di combinare elementi comici e drammatici in modo così bilanciato è straordinaria. La commedia serve da contrappunto al tema serio, permettendo al pubblico di affrontare l’argomento difficile in modo accessibile, ma senza minimizzarne l’importanza. Il risultato è un film che ti fa ridere, piangere e riflettere allo stesso tempo.

JoJo Rabbit è un film straordinario che ci ricorda il potere delle relazioni umane e l’importanza di abbracciare l’umanità nel suo insieme. Attraverso una combinazione di commedia e dramma, il film ci invita a riflettere sulla Shoah, sulle conseguenze dell’odio e sulla necessità di combattere l’intolleranza. È un’opera cinematografica che tocca il cuore e rimane con il pubblico molto dopo la sua visione.

Leggi tutto

Personaggi femminili sbagliati / 25 Aprile 2021 in Jojo Rabbit

L’idea più originale di Jojo Rabbit, Hitler come amico immaginario del bambino protagonista, si esaurisce abbastanza rapidamente, nonostante l’impegno di Taika Waititi (più a suo agio come interprete che come regista e sceneggiatore). Ciò che resta viene fatalmente affondato da due personaggi femminili (Elsa e Rosie) che mi sono sembrati fondamentalmente sbagliati, assolutamente non credibili e per i quali non sono riuscito a provare nessuna simpatia. Si salvano solo il piccolo Roman Griffin Davis – un vero talento naturale – nei panni del protagonista e Sam Rockwell in quelli di Klenzendorf, la cui penultima apparizione a 1:28 al fianco di Alfie Allen è una delle due cose memorabili del film (l’altra è la versione tedesca di I Want to Hold Your Hand dei Beatles cantata mentre sullo schermo passano immagini di raduni nazisti).

Leggi tutto

Carino / 19 Dicembre 2020 in Jojo Rabbit

Come è già stato scritto è un film che ha la potenza immaginifica dalla sua, anche se il soggetto non è originale ma si tratta di un adattamento.
Diverte, sorprende e intrattiene, è sicuramente brillante ma non mi ha commossa granché.
Non sono una fan di Waititi, è già il suo secondo film (plauditissimo) che vedo e che non mi fa impazzire, c’è qualcosa nel suo stile che non mi prende.

Leggi tutto

Il voto sarebbe un 7.5 / 29 Settembre 2020 in Jojo Rabbit

Commedia sul nazismo tratta da un romanzo di Christine Leunens.
Nella Germania nazista del 1945, Johannes Betzler (detto Jojo) è un bambino di 10 anni che vive solo con la madre Rosie (Scarlett
Johansson), con il padre disperso in guerra e una sorellina morta recentemente. Per combattere la solitudine ha come amico immaginario
Hitler; quando però scopre nascosta in casa una ragazza ebrea, Elsa (Thomasin McKenzie), le sue convinzioni sul regime inizieranno a cambiare.
Commedia simpatica sul nazismo, con alcune scene abbastanza divertenti (le scene del bosco con annesso lancio di granata che acrà
importanti conseguenze per Jojo) e tratta con leggerezza temi delicati e importanti. Non mancano alcuni momenti drammatici ma il tono
resta leggero e per Jojo è una sorta di crescita personale negli orrori della guerra. Hitler è quasi una macchietta (non proprio a
livello di Chaplin nel Grande Dittatore ma ci si avvicina).
Nel resto del cast da citare Sam Rockwell nei panni del capitano dei “boy scout nazisti” e la sempre inguardabile e insopportabile
Rebel Wilson nei panni della sua assistente (per fortuna ha poco spazio).

Leggi tutto

1010 RABBIT / 31 Gennaio 2020 in Jojo Rabbit

E’ satirico, è comico, è drammatico, è romantico, è emozionante, è poetico, è riflessivo, è raffinato, è intelligente, è emotivo, è allegorico, è leggiadro, è massiccio, è spensierato, è impegnato, è pieno d’inventiva, è ben girato, è ben recitato, è orecchiabile.

E’ Jojo Rabbit