2010

Il Grinta

/ 20107.1417 voti
Il Grinta
Il Grinta

Una ragazza di quattordici anni, Mattie Ross, ingaggia un anziano sceriffo, Reuben J. Cogburn, per dare la caccia all'uomo che ha ucciso suo padre, Tom Chaney. Reuben, che ha un occhio bendato e una passione per il whisky, vorrebbe inseguire Tom da solo, ma Mattie insiste per andare con lui e lo sceriffo finisce per cedere alla volontà della giovane. Li accompagna nella loro ricerca un Texas Ranger, LaBoeuf, anch'egli interessato a catturare Tom. Tratto da un libro di Charles Portis, Un vero uomo per Mattie Ross, Il Grinta di Joel ed Ethan Coen è il remake dell'omonimo film diretto da Henry Hathaway nel 1969.
schizoidman ha scritto questa trama

Titolo Originale: True Grit
Attori principali: Hailee SteinfeldJeff BridgesMatt DamonJosh BrolinBarry PepperDomhnall Gleeson, Bruce Green, Ed Lee Corbin, Roy Lee Jones, Paul Rae, Nicholas Sadler, Dakin Matthews, Elizabeth Marvel, Ruth Morris, Leon Russom, Jake Walker, Don Pirl, James Brolin, Jarlath Conroy, J.K. Simmons, Candyce Hinkle, Peter Leung, Joe Stevens, David Lipman, Orlando Smart, Ty Mitchell, Scott Sowers, Jonathan Joss, Maggie A. Goodman, Brandon Sanderson, Ruben Nakai Campana
Regia: Ethan Coen, Joel Coen
Sceneggiatura/Autore: Joel Coen, Ethan Coen
Fotografia: Roger Deakins
Costumi: Mary Zophres, Lori DeLapp
Produttore: Ethan Coen, Joel Coen, Scott Rudin, Steven Spielberg, David Ellison, Megan Ellison, Robert Graf, Paul Schwake
Produzione: Usa
Genere: Western
Durata: 110 minuti

Hailee Steinfeld è il vero Grinta / 6 Marzo 2018 in Il Grinta

Adattamento dei fratelli Coen del romanzo di Charles Portis a cui rimane più fedele rispetto al film con John Wayne.
Il film è narrato dal punto di vista della giovane Mattie Ross (un’ottima Hailee Steinfeld, che era al debutto sullo schermo) che ha appena perso suo padre uccisa da Tom Chaney (Josh Brolin).
Mattie è intenzionata a dare la caccia (personalmente o incaricando qualcuno di fidato) a Chaney e consegnarlo alla giustizia. Tosta e determinata riesce a convincere Rooster Cogburn (Jeff Bridges), soprannominato “Il grinta”, a darle una mano; insieme al ranger texano La Boeuf (Matt Damon) vanno sulle tracce dell’assassino.
Il film è interessante e coinvolgente soprattutto per il personaggio della 14enne Mattie, determinata a trovare l’assassino di suo padre e più adulta della sua età (anche se poi qualche volta lascia trapelare la sua giovinezza). Il grinta invece non desta inizialmente molte simpatie; attaccato alla bottiglia, scorbutico ma che ha comunque dei
valori (come si nota quando difende la ragazzina da La Boeuf). Anche il personaggio del ranger suscita sentimenti contrastanti; tanto antipatico all’inizio (anche se i battibecchi con Mattie sono tra le scene più simpatiche del film), quanto ben disposto nella seconda parte.
Si intravede poco la mano dei Coen, essendo il film basato su un libro (e non su una loro sceneggiatura originale) cercano di interferire il meno possibile con la storia di partenza.
Nel resto del cast da citare Barry Pepper nel ruolo del bandito Lucky Ned e Domnhall Gleeson in quelli di Moon.

Leggi tutto

Buono ma… / 14 Settembre 2016 in Il Grinta

Un pò scialbo… non crea emozioni, nonostante sia girato in modo magistrale! deluso ..

Per qualche dollaro / 16 Giugno 2014 in Il Grinta

Bella pellicola confezionata dai fratelli Coen, che rivisitano a modo loro il genere western e lo arricchiscono con tratti tipici del loro stile (il caratteristico umorismo, ad esempio). Ne esce fuori una storia basata sulla vendetta, che intrattiene umilmente senza sbavature.
Tra gli elementi più positivi del film, spiccano le interpretazioni del cast. Molto convincenti Jeff Bridges e Matt Damon nei rispettivi ruoli dello sceriffo ubriacone e del texas ranger.

Leggi tutto

29 Marzo 2014 in Il Grinta

Il Grinta è una storia qualunque del tramonto dell’epoca western, quando l’era dei cowboys e dei pistoleri cominciava inesorabilmente il suo declino a vantaggio dell’avanzamento della civiltà.
Un declino tristemente evidenziato nel finale, in cui quelli che erano i protagonisti del selvaggio west sono ormai diventati fenomeni da circo, comparse erranti del Wild West Show.
Tratto dallo stesso soggetto del film che portò un vecchio John Wayne al suo unico oscar, se ne differenzia per l’impronta moderna donata dai Coen, con il loro stile minimalista e cerebrale.
La trama non è nemmeno un granché, un’ordinaria storia di vendetta con l’originalità del soggetto che la cerca, una ragazzina quattordicenne (e l’idea può piacere o non piacere) catapultata in un mondo di duri e di ubriaconi e in un ambiente oltremodo ostile.
Perché proprio il selvaggio west è il vero protagonista della pellicola con le sue fantastiche ambientazioni e un’alea di rispetto e di misticismo esaltata dal fatto che buona parte della vicenda si svolge nella zona che sta sotto il controllo dei nativi, i quali si vedono pochissimo ma la cui minacciosa entità aleggia pesantemente.
Tutto sommato un buon film, una storia di umanissimi antieroi, per questo stesso motivo sincera e coraggiosa.
Grande interpretazione di Jeff Bridges e anche quella di un irriconoscibile Matt Damon, che di solito fatica a piacermi, ma qui se la cava egregiamente.
Un’incetta di nomination agli oscar 2011, senza vincere neanche un premio.

Leggi tutto

15 Gennaio 2014 in Il Grinta

Qualunque sia il genere e la cornice le pellicole dei fratelli Coen sono delle opere letterarie moderne. I dialoghi sono unici, perfetti, spiazzanti i personaggi delineati con precisione. Ai Coen sarà sempre consentito qualsiasi “remake” e questo “True Grit” concede anche alti momenti di poesia, con regia e fotografia superlativi. Molto più di un western, ovviamente.

Leggi tutto