Recensione su Il Grinta

/ 20107.1434 voti

Hailee Steinfeld è il vero Grinta / 6 Marzo 2018 in Il Grinta

Adattamento dei fratelli Coen del romanzo di Charles Portis a cui rimane più fedele rispetto al film con John Wayne.
Il film è narrato dal punto di vista della giovane Mattie Ross (un’ottima Hailee Steinfeld, che era al debutto sullo schermo) che ha appena perso suo padre uccisa da Tom Chaney (Josh Brolin).
Mattie è intenzionata a dare la caccia (personalmente o incaricando qualcuno di fidato) a Chaney e consegnarlo alla giustizia. Tosta e determinata riesce a convincere Rooster Cogburn (Jeff Bridges), soprannominato “Il grinta”, a darle una mano; insieme al ranger texano La Boeuf (Matt Damon) vanno sulle tracce dell’assassino.
Il film è interessante e coinvolgente soprattutto per il personaggio della 14enne Mattie, determinata a trovare l’assassino di suo padre e più adulta della sua età (anche se poi qualche volta lascia trapelare la sua giovinezza). Il grinta invece non desta inizialmente molte simpatie; attaccato alla bottiglia, scorbutico ma che ha comunque dei
valori (come si nota quando difende la ragazzina da La Boeuf). Anche il personaggio del ranger suscita sentimenti contrastanti; tanto antipatico all’inizio (anche se i battibecchi con Mattie sono tra le scene più simpatiche del film), quanto ben disposto nella seconda parte.
Si intravede poco la mano dei Coen, essendo il film basato su un libro (e non su una loro sceneggiatura originale) cercano di interferire il meno possibile con la storia di partenza.
Nel resto del cast da citare Barry Pepper nel ruolo del bandito Lucky Ned e Domnhall Gleeson in quelli di Moon.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext