?>Recensione | I segreti di Brokeback Mountain | Non lo...

Recensione su I segreti di Brokeback Mountain

/ 20057.5669 voti

Non lo so… / 13 novembre 2011 in I segreti di Brokeback Mountain

Non lo so davvero.
E’ spiazzante questo film, ma non nel senso che tutti si aspettano di “grandioso” “spettacolare” e dududu dadada.
E’ spiazzante perché nonostante tutto mi ha deluso.
Mi è piaciuto, ma mi ha deluso.
Saranno state troppo alte le aspettative per quanto se ne è parlato, per la valanga di premi vinti, ma fondamentalmente il film non è nulla di eccezionale, né sul piano tecnico, ma anche sul piano contenutistico, visto che mi aspettavo un qualcosa di piu’ scandaloso.
Certo, due cowboy gay sono l’antitesi su cui lavora lo scandalo del film, ma fondamentalmente non ho mai visto una storia d’amore – partiamo dal presupposto che, qualsiasi sia il sesso, è una storia d’amore – trattata e raccontata peggio.
Sembra nata per caso, cresciuta per caso, mantenuta per caso, finita per caso.
Tutto per caso. Non c’è trasporto, non c’è crescita… c’è una esplosione, inaspettata e immotivata all’inizio, poi una continuità, e poi il finale, che direi alza da solo la media del film, anche se era previsto: un altro finale non sarebbe stato possibile.
Mi ha lasciato un po’ intristito, sarà la fotografia, sarà stato quel velo di apatia e sconforto che copre la pellicola, sarà la recitazione in alcuni tratti piatta, in altri egregia, ma il film non mi ha infuocato, sconvolto, emozionato.
Solo intristito. Molto.
Forse, con la materia a disposizione, si poteva osare di piu’, ma forse è stato meglio così… è delicato, un po’ spento, ma delicato… non troppo pacchiano, poco “all’americana”, e questo è un grande merito del film.
Molto piacevole la colonna sonora. Lento l’inizio del film.
Tutto sommato da vedere, anche solo per i due attori, non sfruttati appieno, ma magistrali comunque.
Nota di merito per Michelle Williams, la componente femminile del film che più rende merito al mondo femminile… la sua gracilità mista a forza e disperazione rendono le scene della scoperta, del dolore, più aperte al mondo aldilà delle montagne di Brokeback Mountain… un mondo di pace, di amore – o di sesso, non si sa – oltre cui dimorano la non accettazione, l’omofobia, la disperazione del non saper camminare alla luce del sole, tenendo per mano, senza gettarlo, il frutto del proprio desiderio.

2 commenti

  1. avalon81 / 20 novembre 2011

    Bella recensione, sono d’accordo con te. L’ho trovato noioso, e infatti l’ho visto a pezzi in ben tre volte, perchè non riuscivo ad andare avanti.. mi pare manchi la trama e uno scopo a questo film.. boh, di film GLBT ce ne sono più belli, secondo me.

  2. Stefania / 20 novembre 2011

    Concordo appieno anch’io con la tua bella recensione: al cinema, questo film mi annoiò come pochi, anche perché -come dici tu- la storia d’amore tra i due, al di là delle prudéries sbandierate (e temute) è sviluppata davvero male.
    Condivido anche le tue opinioni sulla Williams.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext