Il colore viola

/ 19857.8231 voti
Il colore viola

Celie Harris racconta la difficile condizione delle donne afroamericane agli inizi del Novecento. Da bambina, è stata molestata dal suo stesso padre, poi, ancora giovanissima, è andata in moglie a un uomo violento che la tratta alla stregua di una serva. La sua è una storia che parla di soprusi e vessazioni, ma anche di forza e solidarietà femminile. Vincitore del Golden Globe per la Miglior attrice in un film drammatico assegnato a Whoopi Goldberg nel 1986.
laschizzacervelli ha scritto questa trama

Titolo Originale: The Color Purple
Attori principali: Danny GloverDanny GloverWhoopi GoldbergWhoopi GoldbergfemminaMargaret AveryOprah WinfreyOprah WinfreyWillard E. PughWillard E. PughAkosua Busia, Desreta Jackson, Adolph Caesar, Rae Dawn Chong, Dana Ivey, Leonard Jackson, Bennet Guillory, John Patton Jr., Carl Anderson, Susan Beaubian, James Tillis, Phillip Strong, Laurence Fishburne, Peto Kinsaka, Lelo Masamba, Margaret Freeman, Howard Starr, Daphaine Oliver, Jadili Johnson, Lillian Njoki Distefano, Donna Buie, Leon Rippy, John R. Hart, David Thomas, Carrie Murphy, Juliet Poe, Katie Simon, Ethel Taylor, Marcus Covington, Marcus Liles, April Myers, Maurice Moore, Lechanda Latharp, Drew Bundini Brown, Arnold F. Turner, Jeris Poindexter, Hawthorne James, Sonny Terry, Greg Phillinganes, Roy Gaines, Paulinho da Costa, Nana Yaw Asiedu, Clarence Avant, Bayo Martin, Ndugu Chandler, Jeffrey Kwashi, Pete Munzhi, Aniijia Rae Schockley, Maria Howell, Gayle King, Mostra tutti
Regia: Steven SpielbergSteven Spielberg
Sceneggiatura/Autore: Menno Meyjes
Colonna sonora: Quincy Jones
Fotografia: Allen Daviau
Costumi: Aggie Guerard Rodgers
Produttore: Steven Spielberg, Kathleen Kennedy, Frank Marshall, Peter Guber, Jon Peters, Quincy Jones, Carole Isenberg
Produzione: Usa
Genere: Drammatico
Durata: 154 minuti

Dove vedere in streaming Il colore viola

da rivedere / 22 Aprile 2020 in Il colore viola

soporifero, le aspettative erano alte e mi ha davvero deluso.

Eccezionale! 8 / 5 Aprile 2017 in Il colore viola

Una delle pellicole che adoro di più di Spielberg: la trama ormai nota a tutti neanche ve la racconto (non credo ci siano molte persone che non l’abbiano ancora visto!), ma è una storia piena di odio, di amore, di violenza e riscatto, di ingiustizia e redenzione. Whoopy Goldberg da il volto a una Celie davvero umile, piena di remissione e di rispetto… e l’amore che la lega alla sorella supererà tutto. Non nascondo che ho pianto, come sempre, quando le. Iene strappato il figlio, quando viene picchiata, offesa, derisa…e alla fine quando si ribella e vuole la sua libertà diventa raggiante di voglia di vivere.
Poi la frase “Lui mi picchia quando non ci sei, lui mi picchia perchè sono te…” davvero struggente!
Una pellicola che insegna, che fa riflettere e che va rivista ogni tanto per ricordare che “Io credo che Dio si incazzi se tu, di fronte al colore viola di un campo di fiori, neanche te ne accorgi…”
Un altra scena bellissima, quando Mister e Celie litigano e lui le dice: “Sei brutta, sei povera, sei negra, sei una donna: non sei niente di niente!” e lei riaponde: lo sono povera, sono negra, sono anche brutta, ma buon Dio sono viva: sono viva!!!”
Eccellente! 8.

Leggi tutto

4 Settembre 2013 in Il colore viola

Forse il film che più di tutti evidenzia pregi e difetti di un gigante del cinema Usa come Steven Spielberg. Il comparto tecnico incredibile, la splendida regia e le interpretazioni magistrali di un gruppo di attori in stato di grazia, in questo caso compensano le tante (troppe) concessioni al patetismo ed al sentimentalismo a tutti i costi.

29 Luglio 2013 in Il colore viola

Come sempre se guardo il film appena dopo aver terminato il libro mi piace un po’ meno ma quando lo riguarderò tra qualche mese lo saprò apprezzare meglio perché è davvero un bel film. L’edizione che ho visto credo sia stata restaurata perché è bellissima non sembra un film che ha venticinque anni!

6 Marzo 2013 in Il colore viola

La dura vita nelle comunità afro-Americane del Sud all’inizio del 900 in una parabola sull’amore che attraversa povertà, razzismo e misoginia. Da vedere in lingua originale, tutti protagonisti utilizzano l’inglese “sporco” tipico nelle comunità nere.