Recensione su Ribelle - The Brave

/ 20127.0693 voti

18 maggio 2014

Film di animazione fine a sé stesso, ovvero al puro compiacimento estetico, ché di trama ne ho visto ben poca e quel poco che ha motivo d’essere, per impianto e sviluppo, è identica a tante altre. Va bene, gira che ti rigira, l’uomo racconta sempre le stesse cose da migliaia di anni. Ma, in questo caso, non è per sottrazione (nessun amato all’orizzonte) che la storia si arricchisce.

Eccellente il character design di alcuni personaggi (re e capi sono davvero ben caratterizzati), soprassedibile quello di altri ( vedi, la regina e la stessa Merida che, fulgida chioma a parte, sembra sia stata elaborata ai tempi di A bug’s life), inutili le parti cantate, mozzafiato i paesaggi, scontro mortale finale inutile quanto i tre monelli dai capelli rossi.
Forse, è il prodotto Disney-Pixar che, finora, mi ha maggiormente delusa: personalmente, penso che Frankenweenie o ParaNorman avrebbero meritato di gran lunga il prestigioso riconoscimento.

8 commenti

  1. klein / 30 maggio 2014

    vero, “ParaNorman” soprattutto. L’ho trovata una vera innovazione sia da punto di vista morale che su quello dei contenuti. Non mi è dispiaciuto neanche “Frankenweenie”, anche se corto e abbastanza monotono fino alla parte finale. Un altro che merita citazione tra i candidati era “Ralph Spaccatutto”, una specie di “Toy Story” in versione videoludica, che personalmente ho apprezzato molto per le sue simbologie, trama e compagnia bella. Infine vabbè c’era un altro film del Novembre 2012 che mi è dispiaciuto del suo scarso successo rispetto ad altri, che comunque non nomino perché penso si sia capito…

  2. Davide / 27 settembre 2014

    Concordo. Corto e povero di contenuto, un vero peccato. Lo stile artistico è quello che mi ha colpito di più.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext