Recensione su Black Widow

/ 20216.0116 voti

Quasi una decade / 8 Novembre 2021 in Black Widow

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

E finalmente la Marvel tira fuori il film stand alone della Vedova, curiosamente quando la stessa è già venuta a mancare nel franchise.
Colpa, a quanto ho letto in giro, del precedente presidente della baracca che non teneva troppo ad avere donne o minoranze etniche o LGBT+ al centro delle vicende.
Ma non divaghiamo: pellicola senza infamia e senza lode, con pochi colpi di scena, ritmo blando e personaggi che boh, non mi hanno stregata.
Red Guardian sembrava il Thor imbolsito e ingrassato visto in Endgame, Melina (oltre al nome che mi fa pensare ad un omogeneizzato per bambini) non granché pervenuta, villain ad un passo dal comico, trama da simil fanfiction.
La generosa Scarlett e la scoppiettante Florence Pugh tengono alta la dignità di questo film che senza di loro sarebbe un action movie bruttino, con pochi momenti di sentimentalismo poco coinvolgente e qualche accenno di ilarità.
Solito schema del Marvel Cinematics Universe ma che qui di limita ad un insipido compitino.
Peccato. Visto il fascino e la popolarità della Vedova era lecito aspettarsi un po’ più di questo.
Ah, Taskmaster proprio sprecata.

Lascia un commento