Anastasia

/ 19977.7572 voti
Anastasia

La famiglia imperiale russa dei Romanov si prepara a festeggiare i 300 anni di regno. Ma il monaco Rasputin, forte di poteri malefici, si prepara a sterminare i reggenti. Anastasia è la minore delle quattro figlie dello zar Nicola II e riesce a sopravvivere al piano mortale di Rasputin. In fuga, perde la memoria e inizia una lunga avventura che, nel corso di 10 anni, la porta fino a Parigi, dove tenta di convincere un'altra sopravvissuta, l'Arciduchessa sua nonna, di essere un'erede dei Romanov.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Anastasia
Attori principali: Meg RyanMeg RyanJohn CusackJohn CusackChristopher LloydChristopher LloydAngela LansburyAngela LansburyHank AzariaHank AzariaKelsey Grammer, Bernadette Peters, Kirsten Dunst, Andrea Martin, Glenn Walker Harris Jr., Lacey Chabert, J.K. Simmons, Jim Cummings, Charity James, Liz Callaway, Billy Porter, Mostra tutti

Regia: Gary GoldmanGary GoldmanDon BluthDon Bluth
Sceneggiatura/Autore: Susan Gauthier, Bob Tzudiker, Noni White, Bruce Graham
Colonna sonora: David Newman
Produttore: Gary Goldman, Don Bluth, Maureen Donley, Laura Jo 'L.J.' Wentworth
Produzione: Usa
Genere: Storia, Famiglia, Animazione, Musical
Durata: 94 minuti

Dove vedere in streaming Anastasia

Carino, ma troppe inesattezze storiche / 27 Gennaio 2021 in Anastasia

Diverse persone mi avevano parlato come uno dei cartoni più belli che non fossero Disney, per alcuni il loro cartone animato preferito. In effetti i disegni, l’animazione e la colonna sonora sono veramente belle e ben fatte ma purtroppo non riesco a sorvolare sopra la miriade di inesattezze storiche a cui ci troviamo davanti. Chiaramente questo film è un cartone di pura fantasia ambientato però in un contesto storico reale che per certi versi si rivela essere fortemente diseducativo a livello storico.
Ci può stare che il film voglia ruotare attorno alla leggenda secondo cui Anastasia Romanov non sia morta ma sia sopravvissuta, richiamando la figura di Anna Anderson che affermava essere la figlia sopravvissuta e scampata all’eccidio della famiglia Romanov. Questo ci può stare, ma Rasputin spacciato come uno stregone malvagio che vuole vedere morta la famiglia Romanov dalla prima all’ultima? Eh no… tra l’altro nell’epoca in cui si svolgono i fatti, il 1916 (anno tra l’altro sbagliato per celebrare il 300° anniversario della famiglia reale) Rasputin era già morto, ucciso proprio da alcuni membri della famiglia reale che vedevano di mal’occhio Rasputin, ma non fu Nikola II a volere la sua morte (nel cartone si vede un Nikola che disprezza Rasputin cacciandolo dalla corte). Di questo aspetto i creatori del cartone sono consapevoli, infatti la morte di Rasputin richiama chiaramente quella avvenuta realmente.
A parte Nikola II, Anastasia e la nonna, non si vede nessun altro membro della famiglia, né la madre Aleksandra né fratelli o sorelle, ma si fa solo qualche accenno durante il film. Poi vabbè, non si menziona né la prima guerra mondiale, né la rivoluzione proletaria comunista, San Pietroburgo resta tale e non viene chiamata Leningrado per non fare alcun riferimento al comunismo. L’unico accenno che si fa è che la Russia è povera e si fa la fila per il pane. E ci credo, hanno appena firmato un armistizio per la resa della Russia ma questo il cartone non lo dice. Ma vabbè… trovo ridicolo che Anastasia non si ricordi chi fosse. Era una ragazza ben cresciuta all’inizio del film. Vogliono dirmi che quella “caduta” ridicola quando tenta di salire sul treno le ha fatto perdere praticamente tutta la memoria di ciò che è e ciò che era, ma che poi riacquisisce magicamente di botto ricordandosi pure dettagli di poco conto?

Do 6 al film perché esteticamente bello, con disegni e animazioni che in certi momenti superano i classici Disney di fine anni 90.
Se non si fa caso o non si ha interesse dei fatti storici forse lo si apprezza di più.

Leggi tutto

Sopravvalutato / 3 Gennaio 2021 in Anastasia

Sui social tutti impazziscono per questo film e non mi spiego onestamente il perché.
Pieno di cliché, con una protagonista tutt’altro che indimenticabile ma anzi calata nel ruolo della principessina superba e viziata nonostante non sappia neanche di esserlo, un boyfriend che come sempre parte da canaglia e poi si riscopre di buon cuore e altri personaggi non pervenuti.
Cattivo grottesco, poi almeno potevano evitare di dipingere la dinastia dei Romanov come dei santi, che ipocrisia.
Sì salva in parte la grafica che scimmiotta il characters design di casa Disney del periodo, canzoncine passabili ma tutto il resto è noia.
Doppiaggio italiano scandaloso.

Leggi tutto

. / 24 Dicembre 2017 in Anastasia

I ricordi della me bambina salveranno per sempre questa pellicola da una insufficienza sfacciata, ma so bene che a vederlo oggi per la prima volta avrei trovato ben poco da salvare. Sicuramente la OST è piacevole e iconica e la storia ha dalla sua due personaggi sarcastici (Anastasia e Dimitri) che posso molto apprezzare, ma tolto questo la storia ha debolezze e l’animazione non è delle migliori (specialmente i frammenti in digitale, orribili). Rimane un forte valore affettivo.

Leggi tutto

Che delusione! / 26 Novembre 2016 in Anastasia

Prima di tutto adesso capisco come mai, tutto pensano che sia un Disney, è palesemnete identico a quel genere di cartoni. Le canzoni sono orecchiabili, peccato che vengano tradotte, però essendo per i bimbi ci sta anche. Credevo fosse migliore visto che piace tantissimo, ed invece era molto noioso. Il doppiaggio pessimo, ma poi mi sono letta perché. Fiorello era Dimitri e Tosca (la cantante) Anastasia. Poveretti, due che non hanno mai recitato è logico che per quanto possano impegnarsi più di tanto non possono fare. Possibile che in Italia nessuno canti e reciti? almeno avrebbero potuto fare come all Disney, quando c’era chi doppiava e chi cantava.

Leggi tutto

17 Settembre 2014 in Anastasia

Che bello questo cartone, mi piace ancora rivederlo, anche per le canzoni in italiano che sono decisamente ad un livello superiore rispetto a quelle inglesi