Recensione su American Horror Story

/ 20117.6318 voti

Intrigante, ma dipende dalla stagione. / 13 febbraio 2018 in American Horror Story

Partiamo dal fatto che ogni stagione sia tematicamente differente e indipendente dalle precedenti/seguenti; bell’idea.
Nonostante ciò non tutte le stagioni colpiscono allo stesso modo:
AHS murder house (ST1): discreto, niente di clamoroso ma pur sempre un buon inizio per dar vita alla serie. Voto: 7
AHS asylum (ST2): il migliore tra tutti; trama appassionante e mai banale, riesce a comunicare in maniera eccellente le emozioni dei protagonisti ( tra cui è segna di nota la bravura della Lange). Inoltre bell’ambientazione e cast appropriato. Unica pecca la presenza di uno o due elementi in più che rendono la trama leggermente più pesante. Voto: 8.5
AHS coven (ST3): carina la storia, niente di spettacolare, ma tiene testa alla prima stagione (senza eguagliare minimamente la seconda). Da sottolineare ancora una volta la bravura della Lange e della Paulson; inutile il personaggio di evan peters che a mio parere rallenta solamente la trama. Altra pecca: assenza quasi totale dell’horror, cioè non fa proprio paura (ad esclusione della sigla, la migliore di sempre). Voto: 7
AHS freak show (ST4): non è riuscita ad appassionarmi, anzi non ricordo neanche se ho finito di vedere gli episodi. Comunque vada a mio parere la più forzata e meno riuscita, ed il fatto che non ricordi se l’ho conclusa dice tutto. Voto: 5
AHS hotel (ST5): questa stagione è confusa, troppi personaggi e storyline confuse nonché banali in alcuni momenti. Come per freak show non ho terminato di vedere gli episodi, ma sicuramente questa serie è riuscita ad intrattenermi maggiormente ( l’ho lasciata a metà causa impegni non per mia volontà). Nonostante tutto l’assenza della lange e la sostituzione di quest’ultima con lady gaga mi ha lasciato un po’ perlpesso ( sempre brava ma la lange è imbattibile). Voto: 6 (considerando però che non l’ho terminata)
AHS roanoke (AHS 6): geniale, lugubre, mai banale, location spaventosa, personaggi malati, storyline ancora più malata. AHS con questa stagione si è risollevato alla grande. Merita assolutamente. Voto: 8
AHS cult (AHS 7): inizialmente lento e poco appassionante, ma non diffidate vi stupirà. Evan peters ha recuperato un ruolo principale e la paulson è finalmente la protagonista indiscussa. Trama straconfusa, un mescolone di temi scottanti ma alla fine niente di riuscito al 100%. Il finale è però geniale a mio parere. Voto: 7

Nel complesso la serie è molto bella, sicuramente diversa dalle altre anche se talvolta esagera nel volere mostrare l”orrido” (non sempre riesce nell’intento). Molto apprezzati i vari cast, le locations, la fotografia e le riprese. Apprezzati inoltre i vari cameo di personaggi amati dal pubblico.

1 commento

  1. Stefania / 13 febbraio 2018

    Io ho mollato il colpo con Coven e mi sono praticamente disinteressata all’argomento in corrispondenza di Hotel. La prima stagione mi era piaciuta molto. La seconda, altrettanto (anche se, ehm, gli alieni… Boh!).
    Invece, la 6 dici che merita davvero? Mi tenti 😉

Lascia un commento

jfb_p_buttontext