Slasher

/ 20164.910 voti
serie tvSlasher

Serie tv antologica. Nella prima stagione ('L'esecutore'), la giovane Sarah decide, insieme al marito, di trasferirsi nella cittadina in cui è nata, che fu teatro di un macabro assassinio: quello dei suoi genitori. Il suo ritorno però coincide con l'inizio di una nuova serie di omicidi, tutti apparentemente collegati a quello dei suoi genitori.
Nella seconda stagione ('I colpevoli'), gli istruttori di un campo estivo si ritrovano cinque anni dopo aver causato la morte di una ragazza e averne occultato il cadavere.
Nella terza stagione ('Solstizio'), alcuni condomini assistono all'omicidio di un ragazzo senza intervenire. Un anno dopo, il complesso residenziale è il luogo di altre terribili morti.
Lily_Chan ha scritto questa trama

Titolo Originale: Slasher
STAGIONI/EPISODI: 4 Stagioni , 24 episodi, in corso
Durata episodi: 45 min.
Attori principali: Baraka RahmaniBaraka RahmanifemminaPaula BrancatiSalvatore AntonioSalvatore AntonioRobert CormierRobert CormierIlan MuallemIlan MuallemPaniz Zade, Genevieve DeGraves
Creata da: maschioAaron Martin
Produzione: Canada, Gran Bretagna, Usa
Genere: Drama, Horror, Thriller
Network: Netflix, Super Channel, Chiller

Dove vedere in streaming Slasher

BELLISSIMO / 5 Giugno 2019 in Slasher

Secondo me questa serie tv, come tutte quelle horror, inizia in una tranquillissima cittadina isolata dal mondo e finisce tristemente e con alcuni omicidi inquetanti.
Mi piace anche il fatto che ogni stagione ha una trama diversa( non come alcune serie che hanno per es. 8 stagioni, tutte che parlano più o meno della stessa cosa) e secondo me il finale di tutte le stagioni é a sorpresa e non te lo aspettersti mai, infine, gli attori recitano molto meglio di altre serie tv( non solo quelle horror)È una gran bella serie

Leggi tutto

Ancora una serie horror antologica / 20 Agosto 2017 in Slasher

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Ecco un’altra serie che si accoda alla moda lanciata da prodotti “American Horror Story” o “Scream Queen”. Una mezza stagione (otto episodi) interamente zeppa di luoghi comuni e topoi relativi un tema dell’horror, in questo caso quello esplicitato nel titolo.
Il problema di questo genere di produzione è che calati in un contesto troppo serio e realistico, senza un minimo di ironia, come ha voluto fare questa serie, il gioco non regge. Una piccola cittadina apparentemente insignificante è sconvolta da una serie di efferati omicidi a corollario di situazioni delle più classiche (reginette del ballo ridotte a vegetali, ragazzine tenute prigioniere nel seminterrato, preti assassini, etc.) e i protagonisti ogni puntata discutono tranquillamente sorseggiando thè e caffè. La sospensione dell’incredulità non si attiva, almeno la mia, vista la classica dabbenaggine degli interpreti e alcune soluzioni troppo trite, senza sorprese particolari (l’identità del serial killer l’avevo indovinata al primo episodio aspettandomi poi di essere smentito…) da scadere nella parodia involontaria.
Quindi, un prodotto troppo sopra le righe per essere realistico, come era nelle intenzioni, e troppo poco per essere invece almeno accostato a “American Horror Story”.
Meglio riguardarsi un qualsiasi episodio della saga cinematografica di “Scream”, almeno li ci si diverte.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.