Diaz - Don't clean up this blood / 20127.4269 voti

Quella sera del 21 luglio 2001.. / 12 agosto 2017 in Diaz - Don't clean up this blood

Premettendo che il film tratta un argomento davvero profondo e complesso, difficilmente “indirizzabile” sotto un unico punto di vista, non ho trovato nell’opera di Vicari ciò che mi aspettavo. Dal punto di vista strettamente cinematografico, Diaz è un’opera per lo più visiva, esteticamente ineccepibile, ma ciò, a mio avviso, non basta per raccontare i fatti che accaddero durante la “Macelleria Messicana”. Si lascia poco spazio ai dialoghi, forse il metodo migliore per raccontare le diverse visioni dell’accaduto, e ai personaggi, molto criptici ed enigmatici, davvero troppo. Vicari non vuol fare “di tutta l’erba un fascio”, perciò deresponsabilizza, per quanto può, un po’ tutto e tutti. Nella Polizia c’è chi è buono e chi no, nei manifestanti c’è chi è un “black bloc” e chi no. E’ giustissimo pensarla così, tuttavia avrei preferito un maggior coraggio sull’osare risposte, considerando che questo film era necessario, sopratutto dopo la sentenza di assoluzione dei vertici della Polizia.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext