Vi presento Joe Black

/ 19987.0717 voti
Vi presento Joe Black

William Parrish è un uomo di successo, che sembra aver ottenuto tutto il desiderabile dalla vita: denaro, potere, una bella famiglia, ma alle soglie del suo sessantacinquesimo compleanno accade qualcosa di inaspettato. Un uomo giovane, di bell'aspetto, dai modi impeccabili, sebbene singolari a volte, si presenta alla sua porta. Chi è davvero Joe Black?
wigelinda ha scritto questa trama

Titolo Originale: Meet Joe Black
Attori principali: Brad Pitt, Anthony Hopkins, Claire Forlani, Jake Weber, Marcia Gay Harden, Jeffrey Tambor, June Squibb, Gene Canfield, Suzanne Hevner, Stephen Adly Guirgis, David S. Howard, Lois Kelly-Miller, Jahnni St. John, Richard Clarke, Madeline Balmaceda, Marylouise Burke, Diane Kagan, Mostra tutti

Regia: Martin Brest
Sceneggiatura/Autore: Ron Osborn, Jeff Reno, Kevin Wade, Bo Goldman
Colonna sonora: Thomas Newman
Fotografia: Emmanuel Lubezki
Costumi: Aude Bronson-Howard, David C. Robinson
Produttore: Martin Brest, David J. Wally, Celia D. Costas, Ronald L. Schwary
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Fantasy, Romantico, Thriller
Durata: 178 minuti

Dove vedere in streaming Vi presento Joe Black

Cast eccezionale, risultato più che positivo / 4 Dicembre 2020 in Vi presento Joe Black

Vi presento Joe Black ha tra i suoi punti di forza sicuramente il cast, sopra le righe i tre(quattro) personaggi principali, interpretati da Brad Pitt, Anthony Hopkins e Claire Forlani. Tutti e tre sfoderano una grandissima prova in questa pellicola, che ha diviso non poco il pubblico. Diretto molto bene, con una bella fotografia, una azzeccata colonna sonora, una trama non originale, con qualche forzatura di troppo ma che è piacevole e ben raccontata. La durata, per quanto sia molto elevata, si parla di quasi tre ore piene di film, è giusta per cercare di raccontare tutta la storia ed anzi aggiungo forse sfruttata non al meglio. Sicuramente bocciata l’unica scena che fa uso di effetti speciali, davvero un risultato scadente ad occhio nudo che peggiora in alta definizione rendendolo ancora più vistoso. Nel complesso il film scorre bene, si entra in sintonia con i personaggi anzi precisando forse più con gli attori, e si arriva fino al finale che sicuramente tocca e lascia il segno, nonostante sia ampiamente quasi totalmente svelato ed anche scontato dalle prime scene. Il vero punto a favore della pellicola è come ci arriva al finale, più del finale stesso, che nonostante già menzionato sia facilmente intuibile, riesce a colpire. Concludo nel dire che il genere del film è drammatico, ma con qualche pizzico di commedia a volte anche gradevole, molto incentrato sui dialoghi, davvero degni di nota la maggior parte di essi. Per il risultato ottenuto dalla pellicola il voto è sicuramente positivo, sopra la sufficienza e non di poco.

Leggi tutto

Mannaggia a me…. / 11 Ottobre 2020 in Vi presento Joe Black

… che ho voluto rivederlo, proprio perché non me lo ricordavo!
Eppure come ho fatto a dimenticare una noia come questa?!
Non finiva più!!?
Mi ricordavo che era molto più coinvolgente invece è stato come vederlo per la prima volta… ed era noiosissimo!
Scena clou: lui che guarda i fuochi d’artificio con le lacrime agli occhi.
Per il resto ben diretto, ma troppo pomposo, lento, interminabili riprese di sguardi e espressioni che non servono alla storia!
Solo per Pitt e Anthony che sono fantastici, ma sennó… bocciato.
4.

Leggi tutto

Pesantuccio. / 28 Ottobre 2019 in Vi presento Joe Black

Film recitato molto bene ma anche uno dei piu’ pallosi che abbia mai visto, a pari merito con “Under suspicion” e “City of Angels”.
Pesante, pesante, pesante, non finisce mai.

Quando la morte si innamora / 27 Aprile 2013 in Vi presento Joe Black

Sta tutto qui il senso del film … la vittoria dell’amore sulla morte ma raccontata in un modo bizzarro anche se un po’ lento … comunque …da vedere

24 Dicembre 2012 in Vi presento Joe Black

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Dunque, è questo il classico film che tutti tranne me già hanno visto. Dove ca**o è finito lo scontr.. ah ecco. Mh. Senti non ci capisco una sega… scrivo veramente male. O forse è che ho perso l’abitudine a leggermi, più che a scrivere a mano. La storia la sapete perché lo avete visto, ma ve la ridico lo stesso perché son cagacazzo e di cattivo umore e comunque era un remake.
C’è questo Anthony Hopkins facoltoso e magnate dei media che riceve la visita della morte, sotto le mentite spoglie di Brad Pitt bamboccissimo e suppongo gnocco. Che comincia a cantargli: ORMAI E’ TARDIIII! Uh, che brutta immagine. No, gli dice Senti, è quasi ora ma insegnami che è la vita. Il film è di una lunghezza spropositata e per quasi un’ora Anthony continua a fare facce a metà tra lo stupido e l’interrogativo e a non capire niente e a chiedere: Eh?
Serio sul, sembra Accorsi nell’Ultimo bacio. Eh?
‘A COSOOOOOOO svegliati!!!!
Bon, si mettono d’accordo e si tiene Brad Pitt in casa. Ne viene fuori un pezzo di film che è come Crocodile Dundee, o come Tarzan, col personaggio superfigo e misterioso dall’altromondo che si muove in un ambiente sconosciuto, in cui la più insignificante delle cose per noi banali è una scoperta da lasciare a bocca spalancata. PiccoloPitt continua, anche lui con facce stupide a manetta, a sbattere questi occhioni sbalorditi, si innamora, ricambiato, del burro d’arachidi (e qui gimme troppo 5, bro) nonché, ricambiato (e per forza, è BradPitt, ed è pure LAMORTE) della figlia a lui simmetricamente gnocca del magnate. Che ha gli occhi coi cristalli liquidi sempre sul punto di infrangersi, e son fastidiosissimi perché tutti hanno gli occhi azzurri o verdi. El. non ti eccitare troppo per questo 😛 E sono ricchi da far schifo e fermano i fiumi o cazzate così per festeggiare i compleanni. Ma vi cadesse un black bloc in testa. E insomma, è tutto un po’ ridicolo quel che succede, perché ti trovi a chiederti se ti stiano veramente cercando di comunicare il fatto che alla MORTE gli tiri il pisello. Eh, sì -.- Con Cristalliliquidi che gli domanda se preferisce scopare con lei o il burro di arachidi. E la MORTE, astuta, che ha già capito tutto delle donne, mente e le dice scopare con lei XD. Ma lui è un Peanutbutter man. Figata, anch’io voglio *_* O una Peanutbutter death.
Finisce come deve finire, c’era un cattivo che cercava di catafottere AntonioneH ma viene sconfitto dal tandem Antonio+morte, se ne vanno e MORTE lascia pure indietro il corpo di bamboccioPitt, così può continuare a sbomballarsi CristalliLiquidi che era così innamorata.
Ma lo sai che questo film come l’ho raccontato io mi sembra davvero una figata?
Sto diventando spocchioso 🙁
C’è da dire che lo ero anche prima, ci devo pensar su, mumble.
Filmone, c’avranno speso i loro bei soldi, per pisciare alto e non arrivarci. E, ripeto. Potevamo fare quasi tutto anche noi. Con Accorsi e, non so, Alessia Merz.
(quanto mi piaceva Alessia Merz, direi sbav).

Leggi tutto