Ray Milland: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Ray Milland

Ray Milland divenne una delle star più bancabili e durature della Paramount, sotto contratto dal 1934 al 1948, e ben presto nella sua prima infanzia ha suggerito una carriera come attore cinematografico.

Milland è nato Alfred Reginald Jones nella città gallese di Neath, Glamorgan, da Elizabeth Annie (Truscott) e Alfred Jones. Ha trascorso la sua giovinezza nella ricerca dello sport. Divenne presto un esperto cavaliere, lavorando presso l'allevamento di cavalli di suo zio mentre studiava al King's College di Cardiff. A 21 anni, si recò a Londra come membro dell'elite Household Cavalry (Guardia per la famiglia reale), subendo un addestramento rigoroso di 19 mesi, perfezionando ulteriormente le sue abilità equestri, e diventando anche esperto di scherma, boxe e tiro. Ha vinto trofei, incluso il Bisley Match, con la sua squadra di fucili a cremagliera. Tuttavia, dopo quattro anni, ha improvvisamente perso i suoi mezzi di supporto finanziario (il reddito indipendente è un requisito come guardiano) quando il suo patrigno ha interrotto la sua indennità. Al verde, ha provato a recitare in piccole parti sul palco di Londra.

Ci sono diverse storie su come ha derivato il suo nome d'arte. Si sa che durante la sua adolescenza si definì "Mullane", usando il cognome del suo patrigno. In seguito potrebbe aver soffocato "Mullane" con "terre dei mulini", un'area vicino alla sua città natale. Quando è apparso per la prima volta sullo schermo in film britannici, gli è stato addebitato prima Spike Milland, poi Raymond Milland.

Nel 1929, Ray fece amicizia con l'attrice popolare Estelle Brody ad una festa e, più tardi, quell'anno, la visitò sul set del suo ultimo film, The Plaything (1929). Durante il pranzo, sono stati raggiunti da un produttore che ha convinto il bel gallese ad apparire in una piccola parte del film. Ray accettò la sfida e seguirono ruoli più grandi, incluso il ruolo maschile The Lady from the Sea (1929). L'anno seguente, fu firmato dalla MGM e andò a Hollywood, ma gli fu dato poco lavoro con cui lavorare, tranne per il ruolo di Charles Laughton nipote sfortunato in Payment Deferred (1932). Dopo un anno, Ray era fuori dal contratto e tornò in Inghilterra.

La sua grande occasione non arrivò fino al 1934 quando entrò a far parte della Paramount, dove rimase per la parte migliore della sua carriera a Hollywood. Durante i primi anni, ha svolto un apprendistato interpretando i secondi ruoli, di solito nei panni di un debuttante uomo di città, in commedie romantiche leggere. È apparso con Burns e Allen in Many Happy Returns (1934), godette della terza fatturazione come aristocratico britannico nel Claudette Colbert palcoscenico Il Giglio d’oro (1935) ed è stato descritto come "eccellente" dai revisori per il suo ruolo nel dramma sentimentale Alias Mary Dow (1935). Nel 1936, si era laureato in ruoli da protagonista, in primo luogo quando il cacciatore britannico ferito è stato salvato su un'isola tropicale da La figlia della jungla (1936), il film lanciato Dorothy Lamour la carriera di sarong. Successivamente, è stato l'eroe titolare di La fuga di Bulldog Drummond (1937) e, infine, ha vinto la ragazza (piuttosto che essere "l'altro uomo") Mitchell Leisen la commedia a palle di vite Un colpo di fortuna (1937). Ha anche visitato nuovamente i tropici in L’isola delle perle (Bassa marea) (1937), De godin der jungle (1938) e Tropic Holiday (1938), oltre ad essere uno dei tre valorosi fratelli di Beau Geste (1939).

Nel 1940, Ray fu rimandato in Inghilterra per recitare nell'adattamento cinematografico di Terence Rattigan 'S French Without Tears (1940), per il quale ha ricevuto finora le sue migliori recensioni critiche. Era il migliore (sopra John Wayne ) che esegue un'operazione di salvataggio della nave in Cecil B. DeMille il sontuoso dramma d'avventura Technicolor Vento selvaggio (1942), battendo Wayne in una rissa – con grande dispiacere personale del "Duca" – e più tardi lottando con un polpo gigante. Anche quell'anno, è stato diretto da Billy Wilder in una commedia affascinante, Frutto proibito (1942) (co-protagonista con Ginger Rogers ), per il quale ha raccolto buone notizie Bosley Crowther del New York Times. Ray ha quindi interpretato un cacciatore di fantasmi La casa sulla scogliera (1944), e l'eroe soave catturato in una rete di spionaggio in Fritz Lang thriller Il prigioniero del terrore (1944).

Sulla base del suo precedente ruolo di "maggiore Kirby", Billy Wilder ha scelto di lanciare Ray contro il tipo nel dramma innovativo Giorni perduti (1945) come scrittore dipsomaniac "Don Birnam". Ray ha dato la prestazione decisiva della sua carriera, la sua intensità catturando i critici, abituato a lui come un uomo leggero e leader, di sorpresa. Crowther ha commentato "Il signor Milland, in una splendida esibizione, cattura tutta la brutta natura di un" ubriaco ", ma rivela il tormento interiore e il degrado di un uomo rispettabile che conosce la sua debolezza e la sua vergogna" (New York Times, 3 dicembre, 1945). Arrivato al culmine della sua carriera, Ray Milland ha vinto l'Oscar per il miglior attore, nonché il New York Critic's Award. Raramente restituito un materiale così buono, ha comunque recitato in modo memorabile in molti altri film splendidi, sfruttando spesso il "lato oscuro" appena scoperto della sua personalità: mentre il giornalista incorniciava l'omicidio di Charles Laughton l 'odioso magnate dell'editoria in Il tempo si è fermato (1948); come il sofisticato e manipolatore ladro d'arte "Mark Bellis" nel melodramma vittoriano Amarti è la mia dannazione (1948) (per il quale produttore Hal B. Wallis lo rimandò in Inghilterra); nei panni di un "Lucifero" che indossa Fedora e Armani, in cerca dell'anima di un onesto procuratore distrettuale in La sconfitta di Satana (1949); e come scienziato traditore in La spia (1952), dando ciò che i critici descrivono come una performance "sensibile" e "imponente". Nel 1954, Ray giocò a calcolare l'ex campione di tennis "Tony Wendice", che ricattò un ex scagnozzo di Cambridge nell'assassinio di sua moglie, in Alfred Hitchcock 'S Il delitto perfetto (1954). Ha recitato la parte con raffinatezza urbana e freddo distacco dappertutto, anche nella scena del denouement, offrendo con calma un drink agli ufficiali di arresto.

Con Lisbona (1956), Ray Milland si mosse in un'altra direzione, producendo diversi film fuori dal comune e con un budget limitato, con in testa lui stesso, in particolare Obiettivo Butterfly (1958) e Il giorno dopo la fine del mondo (1962). Allo stesso tempo, ha allegramente fatto il passaggio alle parti del personaggio, spesso in uscite horror e fantascientifiche. In accordo con il suo stesso dictum di apparire in qualsiasi cosa che avesse "qualsiasi originalità", ha lavorato su due notevoli fotografie con Roger Corman : primo, come un uomo ossessionato dalla catalessia in Sepolto vivo (1962); in secondo luogo, come ossessionato chirurgo autodistruttivo "Dr. Xavier" in L’uomo dagli occhi a raggi X (1963) – The Man with X-Ray Eyes, un film che, nonostante il suo budget ridotto, vinse l'asteroide d'oro del 1963 al Festival di fantascienza di Trieste.

Col passare degli anni, Ray ha gradualmente eliminato il suo toupee di vecchia data, conferendo dignità attraverso la sua presenza a molti film televisivi di routine, come Cave In! (1983) e melodrammi maudlin simili Love Story (1970). Ha recitato in molte serie di antologie in televisione e ha avuto ruoli importanti Rod Serling 'S Mistero in galleria (1969) e l'originale Battaglie nella galassia (1978) (come membro del Quorum Sire Uri). Ha anche goduto di una breve corsa a Broadway, interpretato da "Simon Crawford" in "Hostile Witness" (1966), al Music Box Theatre.

Nella sua vita privata, Ray era un velista entusiasta, che amava pescare e raccogliere informazioni leggendo l'Enciclopedia Brittanica. Negli anni successivi, è diventato molto popolare tra gli intervistatori a causa della sua spontaneità spontanea e umorismo. Nella stessa vena autoironica scrisse una biografia aneddotica, "Wide-Eyed in Babylon", nel 1976. Una stella del cinema, nonché un attore eccezionale, Ray Milland morì di cancro all'età di 79 anni nel marzo 1986.

Luogo di nascita: Neath, Glamorgan, Wales, UK
Data di nascita: 04/01/1907
Data di morte: 10/03/1986

Lascia un commento

jfb_p_buttontext