Taika Waititi annuncia il sequel di “What We Do In The Shadows”

Il regista e attore neozelandese, ora in sala con "Thor: Ragnarok", ha confermato la realizzazione di "We're Wolves", sequel del suo film più noto e fortunato. Scopriamo insieme altri dettagli.

, di

“WE’RE WOLVES”, IL RITORNO DEI VAMPIRI NEOZELANDESI

Ora in sala con l’ultimo film diretto, THOR: RAGNAROK (2017), l’attore e regista neozelandese Taika Waititi ha annunciato la realizzazione di WE’RE WOLVES, il sequel di quello che, finora, è stato il suo maggior successo cinematografico, il mockumentary horror-comedy WHAT WE DO IN THE SHADOWS (2014) scritto, diretto e interpretato insieme a Jemaine Clement, con cui ha lavorato anche nella fortunata e curiosa serie tv FLIGHT OF THE CONCHORDS.
Il titolo del sequel consiste in un gioco di parole intraducibile in italiano. In inglese, werewolves significa “lupi mannari”. We’re wolves, invece, corrisponde a “noi siamo lupi”. Una trovata che ben si addice all’ironia di Waikiki & C.

LA REUNION CON JEMAINE

Durante una recente intervista a BUILD, una live interview series molto nota negli Stati Uniti, Waikiki ha confermato la reunion con Jemaine Clement in vista della realizzazione di WE’RE WOLVES.
Il film, però, non sarà in circolazione a breve: Non lo vedrete prima di sette anni”, ha spiegato Waititi. “È noto che io e Jemaine siamo terribilmente lenti a scrivere. Di solito, ci sentiamo via e-mail. Così, scriviamo una riga di dialogo al mese. Per scrivere WHAT WE DO IN THE SHADOWS abbiamo impiegato circa 6 anni.”

VAMPIRI BUFFI, UN PO’ INQUIETANTI E MALINCONICI

Nato da un corto del 2005 e presentato in anteprima al Sundance 2014, WHAT WE DO IN THE SHADOWS ha riscosso un notevole successo di critica e pubblico, partecipando al Festival di Berlino, vincendo il Premio della Giuria al Torino Film Festival e il Premio del Pubblico a Toronto.
Il film racconta le abitudini domestiche e sociali e le avventure grottesche e, a tratti, malinconiche di un gruppo di vampiri pluricentenari che convivono in una casa di Wellington, la capitale della Nuova Zelanda. Waikiki interpreta Viago, il non-morto dai gusti raffinati che introduce al pubblico i suoi passatempi e quelli dei suoi coinquilini. Clement è il baffuto Vladislav, prototipo del vampiro dell’Europa dell’Est. Insieme a loro, ci sono Deacon il ballerino (Jonny Brugh), il millenario Petyr (Ben Fransham) e l’umano Stu (Stu Rutherford), che diventa loro amico.

[Nella foto: Waikiki in una scena di WHAT WE DO…]

1 commento

  1. sempreassurda / 5 novembre 2017

    quanto mi ha divertito il primo…. l’attesa sarà giustificata della resa speriamo!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext