Come si inseriscono “Nightmare of the Wolf” e “Blood Origin” nella timeline di “The Witcher”?

La cronologia di The Witcher si arricchisce degli eventi di The Nightmare of the Wolf e Blood Origin: come si collocano, nella timeline? Quando escono, trame, trailer.

serie tv , di
Come si inseriscono “Nightmare of the Wolf” e “Blood Origin” nella timeline di “The Witcher”?

“The Witcher: Nightmare of the Wolf”: quando esce il film a cartoni animati e cronologia rispetto alla serie tv fantasy Netflix

Il mondo fantastico in cui è ambientata la serie tv Netflix THE WITCHER (2019-) è complesso. Chi ha letto i racconti e i romanzi dello scrittore polacco Andrzej Sapkowski da cui è tratta o ha visto la prima stagione del telefilm Netflix con Henry Cavill nel ruolo dello strigo Geralt di Rivia si sarà reso conto che le timeline di THE WITCHER sono numerose e che si intrecciano fra loro al punto da far esclamare a molti: “Non si capisce niente!”.
Se volete orientarvi nel complesso mondo dei primi 8 episodi di THE WITCHER, niente paura: c’è la nostra comoda guida alla saga di Geralt di Rivia.
Spianata la strada alla famosa serie tv fantasy, però, le cose si complicheranno ulteriormente dal 23 agosto, quando, sul catalogo Netflix, sarà reso disponibile in streaming, compreso nell’abbonamento al servizio video on demand, il film a cartoni animati THE WITCHER: NIGHTMARE OF THE WOLF (2021). Prossimamente, poi, la dose di complicazioni sarà rincarata da THE WITCHER: BLOOD ORIGIN, una nuova miniserie Netflix.
Seguendo un ordine cronologico, dove si collocano NIGHTMARE OF THE WOLF e BLOOD ORIGIN, rispetto alla serie originale? Per esempio, la trama dell’anime Netflix THE WITCHER: NIGHTMARE OF THE WOLF si svolge nel Continente senza nome in cui è ambientato anche il telefilm THE WITCHER. Il protagonista è lo strigo Vesemir, il mentore di Geralt di Rivia. Le avventure di Vesemir hanno luogo diversi anni prima rispetto ai fatti raccontati nel telefilm. Perciò, il film è un prequel della serie tv THE WITCHER.
Ma di “quanto” la precede? Cioè, dal punto di vista temporale, dove si colloca questo prequel, rispetto ai fatti narrati nella prima stagione del telefilm Netflix?
Seguiteci e scopriamolo insieme. Ovviamente, occhio agli spoiler!

“Nightmare of the Wolf”: l’anime Netflix di “The Witcher”… non è un anime?

the witcher the nightmare of the wolf anime netflix character poster vesemir

‘The Witcher: Nightmare of the Wolf’: il character poster di Vesemir [Photo Credit: Netflix].

Prima di tutto, consentiteci di fare una premessa.
NIGHTMARE OF THE WOLF è un film di animazione per adulti realizzato con tecniche di animazione 2D e in computer graphic.
Il film è stato scritto da Beau DeMayo, che è anche uno degli sceneggiatori di THE WITCHER. Inoltre, NIGHTMARE OF THE WOLF è stato prodotto da Lauren Schmidt Hissrich, già showrunner di THE WITCHER.
Il lungometraggio è diretto dal regista sudcoreano Han Kwang-il ed è stato realizzato dallo studio di animazione Studio Mir di Seoul, già noto per varie serie tv a cartoni animati, tra cui THE LEGEND OF KORRA, e il film di animazione BIG FISH & BEGONIA (Da yu hai tang, 2016) dei registi cinesi Xuan Liang e Chun Zhang.
Nonostante la produzione statunitense, lo studio di realizzazione sudcoreano e i doppiatori originali anglofoni, Netflix presenta THE WITCHER: NIGHTMARE OF THE WOLF come un Netflix anime film, sollevando di nuovo l’annosa questione “esistono anime non giapponesi?”, ripropostasi di recente anche con la serie tv Netflix a cartoni animati 2021 YASUKE.
Dal canto nostro, continueremo a chiamare NIGHTMARE OF THE WOLF “anime”, perché è così che Netflix identifica questo film a cartoni animati. Però, anche in questo caso, siamo consapevoli che si tratta di una attribuzione ambigua.

  • The Witcher
    6.9/10 86 voti
    Leggi la scheda

    La trama della prima stagione di “The Witcher” solleva grosse domande

    Per quanto la Saga di Geralt sia ambientata in un contesto che, per diversi motivi, ricorda il Medioevo europeo, il Continente senza nome in cui si svolge THE WITCHER fa parte di una Terra alternativa a quella che conosciamo e in cui viviamo. Questo luogo è diviso in numerosi regni belligeranti ed è abitato da popoli molto diversi fra loro. La sua storia è segnata da tradimenti, cruente battaglie e pesanti discriminazioni.
    Nella prima stagione di THE WITCHER, si apprende che gli umani sono arrivati sul Continente in epoche remote e, in poco tempo, hanno costretto le Razze Antiche (gnomi, nani, elfi) a vivere come reiette o rinchiuse in riserve. Per sopravvivere alla presenza di spaventosi mostri autoctoni, gli umani hanno creato gli strighi (o Witcher), creature dall’aspetto umano ma dotate di capacità sovraumane che le destina a un addestramento finalizzato alla caccia dei mostri.
    Per esempio, Geralt è uno degli ultimi Witcher del Continente e, nonostante che -dietro compenso- sia in grado di proteggere gli umani dai mostri, è disprezzato e tenuto alla larga proprio dai suoi committenti.
    Perché gli umani considerano in maniera così negativa i Witcher? Perché gli strighi sono praticamente estinti?

  • The Witcher: Nightmare of the Wolf
    6.5/10 8 voti
    Leggi la scheda

    “The Witcher: Nightmare of the Wolf”: la trama del film Netflix prequel della serie tv

    Come viene spiegato in un video pubblicato dal canale ufficiale Netflix Geeked, in THE WITCHER, le gesta di Geralt si svolgono nell’anno 1263 del Continente senza nome.
    L’esercito dell’Impero di Nilfgard, situato nel Continente meridionale, ha saccheggiato la città di Cintra, capitale dell’omonimo territorio, e si prepara a invadere gli altri Regni del Nord. In un episodio, Geralt spiega alla Regina Calanthe che, dopo il saccheggio di Kaer Morhen, non è stato più possibile creare altri Witcher, ma la storia degli strighi non viene approfondita oltre. Ecco che entra in gioco il film NIGHTMARE OF THE WOLF. Le vicende che riguardano Kaer Morhen, infatti, si sono svolte circa un secolo prima che Geralt incontrasse la Regina Calanthe e sono al centro della storia raccontata nell’anime Netflix.
    Arroccato sulle Montagne Blu, Kaer Morhen è il luogo del Continente in cui vengono creati i Witcher e rappresenta la loro casa e la sede del loro potere.
    Intorno al 1165, la roccaforte vive la sua epoca di maggior splendore. I Witcher si avventurano al di fuori dalle mura, per uccidere mostri e reclamarne le taglie. La loro attività inizia in primavera. Spesso, molti di loro trascorrono lunghi mesi all’esterno, prima di fare ritorno a Kaer Morhen, per godersi un intero inverno di meritato riposo.
    Nel nuovo anime Netflix NIGHTMARE OF THE WOLF, il nuovo inverno è appena arrivato. Ma c’è una entità misteriosa e sconosciuta che sta terrorizzando le Montagne Blu. Un coraggioso Witcher decide che non è ancora giunto il momento di riposarsi e riprende la caccia. Si tratta di Vesemir (nella versione originale, è doppiato dall’attore Theo James). Il suo nome sarà familiare ai fan della serie tv THE WITCHER, perché, nella prima stagione della serie tv, Geralt lo nomina in alcune occasioni. Vesemir è il mentore di Geralt, il Witcher che lo ha allenato affinché diventasse un grande strigo.
    In NIGHTMARE OF THE WOLF, Vesemir viene mostrato sia nel 1100, mentre è ancora un ragazzino (in questo caso, il suo doppiatore originale è David Errigo Jr.), e circa 60 anni dopo, quando è un briccone giovane e spensierato.
    Per vedere il trailer del film Netflix, cliccate sulla locandina qui a sinistra, aprite la scheda di NIGHTMARE OF THE WOLF e selezionate la tab “Trailer”.

Il tradimento degli umani: il “prima” e il “dopo” di “The Witcher”

NIGHTMARE OF THE WOLF si svolge al culmine di un grosso cambiamento che sta coinvolgendo il Continente. Circa 20 anni dopo gli eventi raccontati nel film, infatti, inizierà la Great Clensing (letteralmente, la grande pulizia).
Al loro arrivo sul Continente, gli umani avevano appreso dagli elfi come maneggiare la magia. In seguito, invece di vivere in armonia con gli elfi, gli umani useranno questa conoscenza per tradire il popolo che gliel’ha trasmessa. La Great Clensing inizia un capitolo oscuro della storia del Continente. Gli umani sottrarranno agli elfi le loro terre e soffocheranno le successive rivolte, costringendo le creature superstiti a vivere in clandestinità.
In sostanza, il film NIGHTMARE OF THE WOLF mostra la vita sul Continente, appena prima di questo tradimento. Invece, la serie tv THE WITCHER ne mostra le conseguenze.

  • La trama di “The Witcher: Blood Origin”

    Ma non finisce qui. Attualmente, Netflix ha messo in produzione THE WITCHER: BLOOD ORIGIN, una miniserie in 6 episodi ambientata circa 1000 anni prima che lo strigo Geralt, la sacerdotessa Yennefer (Anya Chalotra) e la principessa Ciri di Cintria (Freya Allan) inizino ad aggirarsi sul Continente. Diciamo che è ambientata nell’anno 0 di queste lande.
    Una serie di eventi portano alla collisione di mondi di uomini, mostri, elfi, nani, gnomi e altre creature fantastiche. Dan DeBarra, showrunner di BLOOD ORIGIN, ha spiegato con una domanda qual è il motore narrativo della nuova serie tv: Com’era il mondo degli elfi, prima del cataclismico arrivo degli umani?”.
    Al momento della stesura di questo articolo, non si conosce ancora la data di distribuzione della nuova miniserie Netflix di THE WITCHER.

Trailer e data di uscita di “The Witcher 2”

Intanto, il 17 dicembre 2021, sul catalogo Netflix, saranno disponibili i nuovi 8 episodi di THE WITCHER. Chissà se la seconda stagione della famosa serie tv fantasy sarà meno complicata della prima? Secondo indiscrezioni, THE WITCHER 2 dovrebbe evitare le timeline indipendenti.
Ecco il teaser trailer ufficiale.

Come si guarda “The Witcher”? L’ordine per vedere su Netflix film e serie tv della Saga di Geralt

Quindi, una volta che tutti i contenuti saranno disponibili, quale sarà l’ordine per vedere film e serie tv di THE WITCHER?
Alla luce di quanto spiegato e a meno di sorprese nelle varie sceneggiature o di nuovi progetti in questo momento inediti, la giusta sequenza temporale dovrebbe essere la seguente:
1. THE WITCHER: BLOOD ORIGIN (anno 0 del Continente senza nome);
2. THE WITCHER: NIGHTMARE OF THE WOLF (1100-1165 circa);
3. THE WITCHER (Geralt: 1263; Ciri: -; Yennefer: -; più flashback);
4. THE WITCHER 2 (1263, più flashback).
Cliccate su ciascun titolo, per aprire la relativa scheda di NientePopcorn.it e, se già disponibile, usare il link diretto alla piattaforma, per vedere il contenuto scelto. Basta un click sul logo Netflix, per accedere velocemente al servizio.

Altre fonti consultate

Witcher Fandom.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext