Recensione su Tutta la vita davanti

/ 20096.9239 voti

20 Maggio 2011

Ho lavorato per tre anni in un call center e posso affermare che, a parte qualche aspetto caricaturale dei personaggi probabilmente votato a strappare una risata allo spettatore (dopotutto è di una commedia che stiamo parlando), potete prendere per oro colato tutto quello che viene rappresentato in questa pellicola: io li ho conosciuti, il venditore esaltato, la laureata insoddisfatta, la team leader rifatta e altezzosa; un mondo a parte, con le sue regole, un suo linguaggio, una sua gerarchia di priorità, dove ti insegnano a ripetere a pappagallo “come posso esserle utile” mentre trovi il modo più indolore per fregare il poveretto di turno. Un film estremamente vero, un grazie a Virzì per aver fatto un salto in quello che è l’incubo quotidiano di decine di migliaia di giovani italiani.

Lascia un commento