Recensione su The Tourist

/ 20105.6445 voti

Una confezione vuota / 19 febbraio 2011 in The Tourist

Come abbia potuto il regista del meraviglioso “Le vite degli altri” abbassarsi a dirigere questo pasticcio, per me rimane un mistero. Come abbiano potuto pensare di includere le sciatte performance di Angelina Jolie (indiscutibilmente bellissima, ma..solo quello) e Johnny Depp nella rosa dei candidati al Golden Globe è forse un pò meno misterioso, se si considera il poderoso risvolto commerciale di entrambi. Questo è uno di quei film di cui penso di poter dire che non mi sia piaciuto proprio nulla. A cominiciare da un intreccio inutile e semplicistico, con la donna misteriosa che coinvolge in una pericolosa caccia all’uomo l’ignaro professore, intuibile fin dalle prime battute (ci si può fare un’idea del finale fin dal primo incontro dei due personaggi sul treno), per proseguire poi con le orribili comparsate dei protagonisti italiani (Frassica, caricatura di un poliziotto napoletano a Venezia e De Sica, che tentando di sembrare serio per più di un minuto rischia il collasso). Il tutto mentre il prode agente Paul Bettany si diverte a comporre un puzzle impossibile, per braccare i due ed i suoi agenti sembrano ispirarsi al classico poliziotto dei film di Stanlio e Ollio, facendosi infinocchiare a ripetizione dal Johnny Depp meno informa degli ultimi anni (con tanto di sigaretta elettronica a sbuffo di vapore) e dai vezzi della Jolie, tanto bella quanto evanescente.
Insomma, un film inutile e ridicolo, capace soltanto di sottolineare il fascino di una città come Venezia, evidenziandone l’eleganza colorata e luiccicante.
Un peccato, perchè con un pò più di impegno avrebbe potuto essere un film davvero piacevole.

5 commenti

  1. Matteo Bostsethi / 19 febbraio 2011

    Insomma…non ci ha messo neanche un film Hollywood a rovinare Florian Henckel von Donnersmarck? Secondo me è colpa del nome: accettabile in Germania, ma decisamente troppo lungo per le capacità mnemoniche d’oltre oceano. Al suo rifiuto di un nome d’arte l’avranno boicottato. 🙂
    L’istinto mi ha tenuto lontano da questo film anche nell’ignoranza della presenza di Frassica e De Sica. Ora di certo non mi è venuta voglia di recuperarlo…

  2. Ame / 19 febbraio 2011

    La presenza di De Sica è… A dir poco strana. Ogni volta che apre la bocca ti aspetti di sentirlo pronunciare una battuta scadente, ma rimani deluso poichè in ‘The Tourist’ deve fare ‘il serio’, con risultati a dir poco scarsi… Johnny Depp, cicciotto e impacciato, sembra essere totalmente fuori luogo e la sua mimica facciale ridotta al minimo! Per quanto riguarda Angelina, be’ questo film è tagliato apposta per le sue ‘attitudini’…
    Peccato, le vite degli altri è un vero capolavoro.

  3. henricho / 21 febbraio 2011

    Penso proprio di si..deve essere il nome che incute timore! Ma una parte di Hollywood dovrebbe apprezzare invece di snaturare…chissà, magari volevano solo un mega spot su Venezia..una bella panoramica così qualche turista spendaccione potrà venire a farsi un giro in barca e credersi coinvolto in qualche intrigo internazionale…ma dico io, per far sta roba occorreva scomodare Mr. von Donnersmarck ;-)?

  4. ily7 / 12 marzo 2011

    filmettino fatto passare per chissà che cosa..grazie ai nomi che si portava dietro. Angelina Jolie e Johnny Depp ( amour). detto tutto.
    In realtà mi chiedo ancora come caspita si siano ritrovati a recitarlo. soprattutto johnny (sono vagamente di parte 😀 .. ma neanche troppo dai!).
    e poi …rullo di tamburi…. De Sica. serio, battute idiote… la cosa non cambia. inguardabile .grrr.

  5. Stefania / 11 aprile 2011

    Se avessi finito di vederlo, l’avrei messo tra i “Purtroppo…”. Ritmo soporifero, dialoghi scontati e banali, la Jolie ingessata, Depp… uhsanciusseppebenedett’, comprimari italiani messi lì giusto perché il nostro era il paese ospite (Boni barbuto sempre seduto, Frassica che intima a Depp di scendere dal tetto, poi di restare dov’é, poi di scendere, poi di restare dov’é, poi… e che gli grida, infine: “Cornuto!” è davvero tristaruolo).
    Quanti soldi sprecati per una produzione vanagloriosa…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext