Recensione su La passione di Cristo

/ 20046.5443 voti

Un capolavoro di cinema e spiritualità / 16 Aprile 2017 in La passione di Cristo

Per comprendere questo film, è necessario conoscere il retroterra scritturistico e mistico cui Gibson attinge. Diversamente si cade in uno sciocchezzaio di luoghi comuni che vedo qui ampiamente rappresentato.
Certo: alcuni momenti sono discutibili o meno riusciti. Ma in questi eccessi, c’è in fondo l’anima del film e la firma del regista.
Se non si comprende questo, si finisce accanto a quei giganti della critica che imputarono a Michelangelo di non saper disegnare con la leggerezza – un po’ stucchevole – di Raffaello.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext