2015

The Danish Girl

/ 20157.4470 voti
The Danish Girl
The Danish Girl

Parigi, anni Venti. Einar Wegener e sua moglie Gerda sono artisti danesi specializzati in pittura ed illustrazione. Einar non ha mai nascosto a Gerda il proprio lato spiccatamente femminile e la donna lo incoraggia ad esporsi, invitandolo a fargli da modello per i suoi quadri truccato e vestito come una ragazza. I due non mancano di presentarsi in società l'uno nei panni di una giovane, tale Lili Elbe, e di sua sorella.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: The Danish Girl
Attori principali: Eddie RedmayneAlicia VikanderMatthias SchoenaertsBen WhishawSebastian KochPip Torrens, Nicholas Woodeson, Amber Heard, Emerald Fennell, Adrian Schiller, Henry Pettigrew, Sophie Kennedy Clark, Miltos Yerolemou, Jake Graf, Tusse Silberg, Claus Bue, Peter Krag, Angela Curran, Pixie, Richard Dixon, Paul Bigley, Nancy Crane, Nicola Sloane, Sonya Cullingford, Clare Fettarappa, Victoria Emslie, Raphael Acloque, Alexander Devrient, Cosima Shaw, Rebecca Root, Issy van Randwyck, Aisha Fabienne Ross, Holly Weston, Eleanor Hafner, Maya Lindh, Rebecca Clay, Erich Redman, Philip Arditti
Regia: Tom Hooper
Sceneggiatura/Autore: Lucinda Coxon
Colonna sonora: Alexandre Desplat
Fotografia: Danny Cohen
Costumi: Paco Delgado
Produttore: Tim Bevan, Eric Fellner, Gail Mutrux, Liza Chasin, Ulf Israel, Kathy Morgan, Tom Hooper, Linda Reisman, Anne Harrison
Produzione: Gran Bretagna, Usa
Genere: Drammatico, Storia, Biografico
Durata: 120 minuti

Poesia… 7 / 14 Febbraio 2017 in The Danish Girl

Una pellicola poetica, che oltre raccontare la storia di cui tutti sappiamo, racconta il legame e l’amore che va oltre tutto. Redmayne è davvero bravo, sia nel ruolo di Einar, che in quello della giovane Lili, in cui a parer mio da il proprio meglio, tira fuori tutta la femminilità e tenerezza del personaggio.
Ben diretto, ottimamente recitato anche se un po’ lento, ma di grande impatto.
Un bel 7.

Leggi tutto

Una storia vera… / 9 Settembre 2016 in The Danish Girl

… ma (da quello che ho letto) molto adattata alle sale cinematografiche; lo scopo era generare lacrime 🙂
Detto questo il film mi è piaciuto molto, forse l’inizio un po’ lento (se non conosci la trama), ma poi con l’addentrarsi nella storia non puoi fare a meno di guardarlo. Ho trovato superlativa l’interpretazione di Redmayne (Einar/Lili), al pari di Hawking in La teoria del tutto, e non da meno è stata quella di Vikander (Gerda). Sia l’uno che l’altra, con i loro sguardi, con i loro movimenti (molto spesso in primo piano), ti rendono partecipe del dramma che entrambi i personaggi stanno vivendo. La conclusione è un po’ affrettata rispetto alla storia vera, ma va bene così.
E’ un film che tutti dovrebbero vedere, in modo particolare quelli che hanno preconcetti sui transgender e la sessualità.

Leggi tutto

Per chi ha paura del diverso / 8 Agosto 2016 in The Danish Girl

La storia del primo transgender in un epoca ancora molto lontana dai giorni d’oggi. Ma con le stesse paure e il solito razzismo che quotidianamente purtroppo ancora viviamo.
Ma è anche la storia di un grande amore che va oltre il possesso del compagno/a. E’ solamente voler il bene di chi si ama. E non capita molto spesso, l’egoismo impersevera…
Einar Wegener (Eddie Redmayne) non ha mai voluto capire che il suo animo femminile va ben oltre il suo sentire e grazie alla moglie riuscirà a completare questa sua trasformazione in quello che ha sempre desiderato essere: diventare Lili Wegener.
“Ho voluto bene a poche persone nella mia vita e tu sei due di loro”
Ad maiora!

Leggi tutto

Sei stelle e mezzo / 7 Luglio 2016 in The Danish Girl

Tralasciando i vari commenti che ho sentito durante la proiezione al cinema – per citarne qualcuno, “meglio un western”, “è troppo lento”, “ma perché mi hai portato a vedere un film di gay?” – e le RISATE che partivano ogni volta che Eddie Redmayne era vestito da donna, che hanno leggermente rovinato l’atmosfera, non sono riuscita a godermi il film. Sembrava tutto costruito ad arte, tutto fatto per far capire al pubblico cosa vuol dire essere transgender, tutto messo in poesia. E, secondo me, il risultato non è stato molto convincente.
Non so ancora se Alicia Vikander si sia meritata o no l’Oscar: in questo film non ha fatto altro che piangere, mentre di solito riesce ad essere molto più espressiva.

Leggi tutto

Fantastico / 26 Aprile 2016 in The Danish Girl

Mi è piaciuto davvero moltissimo, anche se speravo con tutta me stessa che il finale fosse diverso. Però sono contenta che ancora oggi Lily sia d’esempio.