Recensione su Rocky

/ 19767.4433 voti

Semplicemente stupendo / 13 Novembre 2016 in Rocky

Uno dei film più belli di sempre e forse il film a tema sportivo più bello di sempre. Fatto sta che Rocky non ha bisogno di tante presentazioni, era bello 40 anni fa, oggi è ancora spettacolare come allora. La storia è nota: Rocky (un giovane Sylvester Stallone che da qui ha dato il grande slancio alla sua carriera) è un pugile dilettante che non riesce a combinare niente di particolare, e per campare è pure costretto a lavorare per dei gangsters. Ha come amico Paulie (Burt Young), anche lui con mille problemi, ma, soprattutto è fratello di Adriana (Talia Shire), che diventerà la famosa compagna di Rocky. La sua vita cambia quando il campione dei pesi massimi Apollo Creed (Carl Weathers) si ritrova senza sfidante per il match per il bicentenario degli States, da disputarsi a Philadelphia. Intenzionato a fare il match comunque, si ritrova costretto a scegliere a caso uno sfidante locale, che è proprio lo “Stallone Italiano”. Rocky si ritrova così con la più grande opportunità della sua vita, ma non sarà solo: lo allenerà e sarà suo manager Mickey (Burgess Meredith), proprietario della palestra dove Rocky si è sempre allenato, che lo disprezza in quanto talentuoso ma senza la mentalità giusta per sfondare. Verrà fuori un match epico, per nulla scontato, dove il campione dovrà vedersela con l’incredibile determinazione e bravura dell’improvvisato sfidate, che emoziona a dir poco ed è a pieno diritto una delle cose più epiche della storia del cinema. Ma non è bello solo il match, quanto tutto il contesto del film, a partire dai personaggi, tutti ben caratterizzati, capace di trasmettere grandi emozioni, molto curato e diretto bene. Fantastica anche la colonna sonora, con l’iconica “Gonna Fly Now” che è diventata una delle composizioni più famose di sempre. Un film semplicemente leggendario, immortale!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext